Via Francigena

Categorie
news-import

Si riunisce il Consiglio d’Amministrazione dell’Associazione Via Fancigena France

Il giorno giovedi 15 maggio si riunisce il Consiglio d’Amministrazione dell’Associazione Via Fancigena France, a Reims. In questa occasione si elegge anche il nuovo Presidente.

Ordine del giorno:

– 1) Approvazione dei verbali dell’Assemblea Generale e del Consiglio d’Amministrazione dell’11 aprile.

– 2) Costituzione del Consiglio e delle Commissioni.      

– 3) Elezione del Presidente

– 4) La FFICE  ed il progetto del label FFR

– 5) Il progetto di una guida pratica Pèlerin

– 6) Azioni pratiche a favore dei pellegrini: suddivisione dei dipartimenti; regioni e paesi coinvolti nelle associazioni e modalità di funzionamento.

– 6) Catena dell’accoglienza, ospitalità e osteli.

– 7) Azioni in corso: festival, XX anniversario della VF

 

Plus d’info: Association Via Francigena France
– 3 rue Guillaume de Machault 51 100 Reims
Mail:  françois.louviot@wanadoo.fr

Categorie
news-fr-import

Conseil d’administration de l’Association Via Francigena France

Les amis de l’Association Via Francigena France convoquent le conseil d’administration qui se réunira le Jeudi 15 Mai 2014 à partir de 14h30 au siège de la association, a Reims. Le nouveau president de l’AEVF sera elu.

Ordre du jour  

– 1) Approbation  des comptes rendus de l’AGO et du CA du 11 avril 2014

– 2) Rappel de la constitution du bureau et des commisions.      

– 3) Election du président

– 4) La FFICE  et le projet de label FFR

– 5) Le projet d’un guide pratique Pèlerin

– Renseignement, Pèlerins: mise au point du dossier renseignements Pèlerins.  Rappel de la répartition des départements, régions et pays entre les associations, et le mode de fonctionnement .

– 6) Chaîne d’accueil, chaîne d’hospitalité, les hébergements.

– 7) Point sur les actions et activités en cours, le festival, le 20 anniversaire de la VF

– 8) La date du prochain C.A.

 

Plus d’infos: Association Via Francigena France
– 3 rue Guillaume de Machault 51 100 Reims
Mail:  françois.louviot@wanadoo.fr

Categorie
news-import

La bisaccia del pellegrino e la cultura del cibo lungo la Via Francigena

Circa mille chilometri a piedi, da Aosta a Roma, in quarantuno giorni. In viaggio lento sulla via Francigena. Una iniziativa promossa da RadioRai e Associazione Civita (patrocinata da AEVF) con giornalisti-camminatori che partiranno da Aosta il 5 maggio portando sulla spalle la propria bisaccia del pellegrino

Obiettivo dell’iniziativa non è solo quello di divulgare e promuovere gli itinerari di pellegrinaggio francigeni , ma anche di richiamare l’attenzione sulle tipicità agroalimentari tradizionali locali dei territori attraversati dalla Via.

Leggi l’articolo e guarda il video (Fonte Meridiana).

Categorie
news-import

Ambasciatori della Via Francigena, un progetto per far crescere i giovani

Un progetto di formazione rivolto ai giovani nell’ambito del Programma “Guadagnare Salute in Toscana”, che affronta i temi degli stili di vita salutari nell’ottica per realizzare azioni educative nell’ambito scolastico ed extra scolastico. La Via Francigena è diventato un progetto pilota.

La Regione Toscana ha finanziato questo importante progetto, rivolto ai bambini e ai giovani, realizzando campus educativi residenziali nei luoghi più suggestivi e caratteristici della Toscana.

In tale ambito, quest’anno è stata sviluppata una  nuova iniziativa chiamata “Ambasciatori della via Francigena”, che ha interessato un gruppo di 10 adolescenti già coinvolti nel progetto “Ragazzinsieme” e che ha l’obiettivo di far conoscere ai ragazzi la via Francigena, attraverso il cammino “da pellegrini” in alcune delle sue storiche tappe.

Il progetto, oltre a favorire il movimento come stile di vita salutare, ha l’intento di far vivere in prima persona ai partecipanti la storia, la cultura, l’agricoltura e i prodotti tipici del territorio che favoriscono una sana alimentazione.  Inoltre vengono valorizzate le emozioni suscitate da questa avventura, per essere a loro volta raccontate dai giovani coinvolti che diventano promotori dell’esperienza tra i pari.

Il gruppo ha già realizzato due week-end sulla Francigena: il primo a Radicofani, il secondo ad Altopascio. Hanno incontrato pellegrini, figure storiche delle varie località, altri giovani dei Comuni attraversati, con i quali si sono confrontati e condiviso l’esperienza che verrà poi raccontata dal gruppo degli Ambasciatori attraverso un video documentario autoprodotto ed altri strumenti di comunicazione.

L’iniziativa ha già prodotto cassa di risonanza per le scuole tanto che si è svolto nel mese di Aprile un week-end che ha visto la partecipazione di 150 ragazzi di due scuole livornesi e un Campus estivo di una settimana per altri 45 ragazzi.

Categorie
news-import

Messa in sicurezza della via Francigena a Badia Pozzeveri

Si sono conclusi i lavori di messa in sicurezza della via Francigena a Badia Pozzeveri. Altre risorse sono state messe a disposizione per ulteriori interventi infrastrutturali.

All’importante messa in sicurezza a Badia Pozzeveri, seguiranno altri interventi complementari su alcuni tratti esistenti di marciapiede che hanno dotato il tratto che va dall’Abbazia alla frazione di percorsi pedonali adatti all’attraversamento dei pellegrini, oltre che ad  un utilizzo sicuro da parte degli stessi abitanti. 

I progetti rientrano all’interno dell’accordo di programma promosso dalla Regione Toscana con tutti gli altri enti coinvolti in questo progetto che valorizza ulteriormente il percorso della Via Francigena, migliorando  i servizi per i pellegrini e la loro sicurezza.

Fonte: Lucca in diretta

Categorie
news-import

Associazioni e camminatori al servizio della Via Francigena

Proseguono i lavoro di manutenzione e ripristino sulla segnaletica sulla segnaletica da parte di tante associazioni impegnate sulterritorio, in accordo con AEVF ed enti locali. Nelle scorse settimane decine di camminatori, volontari, appassionati e pellegrini si sono messi in cammino sulla Via Francigena per fare dei sopralluoghi sul percorso, in particolare per controllare la segnaletica e lo stato del percorso.

Sono stati fatti alcuni interventi molto semplici, ma fondamentali per il riconoscimento del percorso da parte dei viandanti: molti cartelli sono stati risistemati, altra segnaletica leggera ed adesivi sono stati riposizionati, cosi come si è intervenuti con vernice bianco-rossa.

Il percorso rappresenta oggi l’elemento cardine intorno al quale si sviluppa in concreto tutto il progetto europeo della Via Francigena. Il percoso, pertanto, va salvaguardato come un bene culturale complesso. Molte amministrazioni comunali (in accordo con le regioni) lo hanno già recepito formalmente, questo affinchè esso venga tutelato nella sua interezza. E’ altrettanto fondamentale che la segnaletica sia ben posizionata, adguatamente visibile e che venga conservata con una idonea manutenzione, in accordo fra amministrazioni locali ed associazioni. Proprio un forte lavoro di squadra ed una stretta collaborazione fra le istituzioni ed il mondo dell’associazionismo è il punto di partenza per valorizzare insieme la Via Francigena, a partire dal percorso e segnaletica.

Nelle scorse settimane, questo importante lavoro di verifica, manutenzione e posizionamento segnaletica è stato fatto in stretta collaborazione fra regioni, enti locali ed associazoni.
In particolare possiamo indicare per ogni tratta alcuni referenti:

Area Valdostana
Ufficio sentieristica della Regione Valle d’Aosta

Area Piemonte
Tratto Provincia di Torino – Carema – Piverone, referente Associazione La Via Francigena di Sigerico – Ivrea
Tratto Provincia di Biella – Viverone – Roppolo – Cavaglià, referente Associazione Movimenti Nordic Walking
Tratto Provincia di Vercelli – Santhià – Vercelli, referente Associazione Amici della Via Francigena – Città di Santhià
Tratto Provincia di Vercelli – Vercelli – Confine con Lombardia, referente Associazionene Amici della Via Francigena di Vercelli

Area Lombardia
Tratto pavese, referente Associazione Camminando sulla Via Francigena
Tratto lodigiano, referente Compagnia di Sigerico

Area Emiliana
Tratto Guado del Po-Fidenza, referente Associazione Transitum Padi
Tratto Fidenza-Passo della Cisa, referente Provincia di Parma in collaborazione con il CAI di Parma

Area Ligure
Referente CAI di Sarzana

Area Toscana
Referente per le 5 province francigene toscane è l’Associazione Toscana delle Vie Francigene

Area Laziale
Da Acquapendente a Roma, referente la Regione Lazio Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili (in collaborazione con CAI ed Associazioni).

C’è ancora tanto lavoro da fare per raggiungere un coordinamento nazionale sulla segnaletica e percorso, ma sicuramente si stanno facendo passi in avanti.

Per segnalare criticità legate al percorso e segnaletica, scrivete pure a:
percorso@viefrancigene.org

 

Categorie
news-import

Santiago per tutti, senza barriere fino a Compostela

E’ stata recentemente resa pubblica una iniziativa alla quale un gruppo di pellegrini volontari sta lavorando ormai da mesi: la realizzazione di una guida del Cammino di Santiago utilizzabile da tutti, ma scritta con particolare riguardo verso persone portatrici disabilità fisica o sensoriale.

Si tratta di un progetto ambizioso ed impegnativo che richiede un ampio sostegno. L’Associazione Europea delle vie Francigene si impegna a darne visibilità ed a divulgarne la comunicazione dandone massima diffusione attraverso i propri canali.

E’ possibile trovare una breve presentazione in un file PDF e di una pagina web che è già stata resa pubblica.  Questa pagina è stata pubblicata sul sito Pellegrinando e sul forum Pellegrinipersempre ed è in corso di pubblicazione sui vari siti, tra i quali quello di AEVF.

 

Categorie
news-import

Ostello di San Germano nel canavese, si pensa gà all’allargamento

Si è svolta sabato scorso la cerimonia d’inaugurazione dell’ ostello di San Germano a Borgofranco di Ivrea, nuova struttura ricettiva per i pellegrini che percorrono il tratto canavesano della Via Francigena.

L’ostello dedicato al percorso francigeno, ha visto coinvolti dieci Comuni del territorio attraversati dal tracciato ufficiale. A gestirla sarà la cooperativa sociale Pollicino di Ivrea, che opera in favore delle fasce deboli.

In futuro la capienza dell’ostello potrebbe essere ampliata con ulteriori 8 posti letto.

Fonte: La sentinella del canavese

Categorie
news-import

Un successo la prima fase dei campus degli studenti sulla via Francigena ad Altopascio

Oltre 200 ragazzi di varie scuole della Toscana hanno approfondito la conoscenza della Via Francigena sostando qualche giorno a Altopascio, importante luogo di riferimento lungo l’itinerario. La Regione Toscana, sostenitrice dell’iniziativa, confermerà Altopascio come sede di una nuova serie di questi campus.

La Via Francigena come luogo di studio, di incontro e conoscenza anche per studenti e nuove generazioni. Un progetto culturale e didattico che coinvolge tanti giovani, futuri ambasciatori della Via Francigena.

Fonte: Lucca in diretta