Via Francigena

DOVE DORMIRE E SERVIZI

Questa sezione comprende strutture di accoglienza “pellegrina” e “turistica” a basso costo, ristorazione e servizi, presenti lungo il percorso della Via Francigena.
Le informazioni di queste strutture sono corredate da materiale fotografico e sono presenti sulle cartine interattive del percorso.

Covid-19 – Le 10 regole del viandante per l’ospitalità sicura

Le strutture evidenziate all’interno degli elenchi Visit Vie Francigene hanno confermato di essere aperte. AEVF non è responsabile dell’avvenuto adeguamento che ogni struttura è tenuta ad effettuare come indicato nelle normative nazionali e regionali. Si consiglia di contattare preventivamente la struttura per informarsi sull’effettiva apertura e prenotare la permanenza: quest’anno è obbligatoria.

La tua struttura è lungo il tracciato della Via Francigena?

Se desideri comparire negli elenchi del progetto Visit Vie Francigene, consulta il disciplinare di progetto e la scheda anagrafica necessarie per l’iscrizione (formato compilabile qui), e inviale a visit@viefrancigene.org, oppure chiama il +39 055 2340736.

Le caratteristiche degli alloggi

L’organizzazione delle strutture di accoglienza lungo la Via Francigena non è capillare ed economica come lungo il Cammino di Santiago. Anche se la situazione continua a migliorare, è bene organizzarsi in anticipo, identificando in ogni tappa una struttura ricettiva adeguata alle proprie esigenze.

Tenete conto che spesso i luoghi di accoglienza dispongono di pochi posti letto. Vi suggeriamo di prenotare presso le strutture turistiche, mentre non è necessario per quelle “pellegrine”. Tuttavia è bene avvisare almeno un giorno prima, specificando l’orario di arrivo, poiché spesso i custodi degli ostelli non vivono in prossimità della struttura e senza preavviso si può rischiare di trovare i locali chiusi. 

Il prezzo medio per una notte nei rifugi per i pellegrini non supera quasi mai i 20 Euro (minimo 10, massimo anche 25 euro per ostelli più “turistici”), ma esistono strutture (soprattutto religiose) che accolgono i pellegrini “a offerta”.