Via Francigena

Categorie
news-import

UNESCO e Via Francigena

I Comuni di Monteriggioni e di Fidenza (membri dell’Ufficio di Presidenza AEVF)  intendono riavviare, in collaborazione con AEVF, il percorso di candidatura della Via Francigena a Patrimonio Mondiale dell’Umanità (UNESCO). Tutti gli Enti locali soci sono invitati a partecipare al primo summit dei Comuni della Via Francigena che si terrà a Fidenza venerdì 12 giugno.

Un’occasione strategica di condivisione e approfondimento, culturale e organizzativo, a cui partecipa il MIBACT.
Il progetto UNESCO rappresenta in effetti una grande sfida che ha trovato nel Ministero una pronta risposta insieme con l’Associazione, réseau porteur della Via Francigena per mandato del Consiglio d’Europa.

Una progettualità di cui si è oggi ancora più consapevoli alla luce del grande successo che sta avendo l’itinerario culturale europeo della Via Francigena, anche in vista del prossimo Giubileo proclamato da Papa Francesco.

La via Francigena ha tutti gli elementi storici, artistici, territoriali, spirituali e devozionali per essere il primo itinerario culturale in Italia (e in Europa) a essere iscritto nella lista del patrimonio mondiale Unesco.

La dimensione del progetto, la grande varieta’ e disparita’ di situazioni che si presentano lungo il percorso italiano, legate a diversi strumenti di protezione e gestione dei beni e dei territori, e il grande numero dei soggetti coinvolti, rendono impegnativo e appassionante questo lavoro. Il percorso dovrà procedere sia nella verifica sistematica del tracciato e delle condizioni di conservazione delle permanenze – chiese, stazioni di posta, ospizi, ospedali – sia nella volonta’ di partecipare al progetto di candidatura da parte di tutti i soggetti portatori di interesse, dalle istituzioni pubbliche a quelle ecclesiastiche, fino alle associazioni legate allo studio e alla valorizzazione della via Francigena.

In allegato il programma

 

Categorie
news-import

Versus, festival dedicato ai documentari di viaggio che entra nel Festival Francigena Collective Project

Versus – Filmare il viaggio, il festival dedicato ai documentari di viaggio organizzato da Tabula Rasa Eventi, che si terrà a San Salvatore Telesino da martedì 26 maggio a martedì 2 giugno viene inserito nel Festival delle vie Francigene.

 
Il bando di concorso aperto ai cineasti emergenti e affermati, amatoriali e professionisti, ma anche alle scolaresche, ha raccolto ottimi responsi con l’invio di materiale molto interessante, che sarà valutato da una giuria tecnica. Tre le categorie in concorso: Viaggio Doc (Documentario di viaggio), Corto in classe (riservato alle scuole), Routes (Corto rurale). Il tema centrale dei contributi da inviare, e in generale dell’intero festival, è il viaggio come metafora spirituale e percorso fisico, lo strumento filmico che sappia valorizzare il territorio, il patrimonio paesaggistico e la cultura locale
 
Continua la grande chiamata per Versus: call for bed & work! Lo staff chiede ospitalità per i turisti e gli appassionati di cinema che saranno a San Salvatore in occasione di Versus: l’invito è esteso alle famiglie del paese, in cambio un rimborso spese e un posto in giuria, allo scopo di ospitare nelle proprie abitazioni i turisti che saranno al Festival. Versus invita calorosamente tutti coloro che  vogliono avvicinarsi al mondo del cinema, o che operano nel mondo del volontariato culturale, a collaborare per la buona riuscita dell’evento. Cosa serve? Passione, energia, entusiasmo e tanta, tanta voglia di fare!
 
L’ultima notizia relativa a Versus, ricevuta dallo staff che è nel pieno delle ultime attività organizzative, arriva direttamente dal Festival Europeo delle Vie Francigene: L’Associazione Europea delle Vie Francigene e l’Associazione Civita, che stanno promuovendo la quinta edizione del Festival Collective Project Via Francigena 2015, hanno inserito anche Versus tra le iniziative legate alla promozione e valorizzazione dei territori attraversati dall’antico percorso.
 
Una menzione significativa, che valorizza la manifestazione dedicata alla figura di Sant’Anselmo D’Aosta (1033-1109), che nel 1097 da Canterbury raggiunse Roma fino a toccare il Sud dell’Italia, soggiornando anche all’Abbaziale normanna di San Salvatore Telesino.
 
Il Progetto è realizzato con il contributo del PSR Campania 2007/2013, Asse IV – Approccio LEADER Misura 41 – Sottomisura 413 del PSL Titerno, Misura 313.
 
Fonte: Ottopagine
Categorie
news-import

La via Francigena: un valore per il territorio viterbese

La Camminata Francigena di domenica 17 maggio ha visto la presenza di  oltre 120 persone: “pellegrini”  che hanno percorso insieme il tratto della via  da Vetralla a Capranica,  scoprendo antiche testimonianze immerse in splendidi ambienti naturali.

Partenza dalla piazza del Comune di Vetralla dove il Sindaco Sandrino Aquilani e il Delegato alla Cultura Michele Vittori salutano hanno portato il saluto alla presenza del Vice Presidente dell’Associazione Europea Vie Francigene, l’Assessore alla Cultura di Montefiascone Renato Trapè.

Lungo il cammino si sono effettuate soste di vario genere:

– inaugurazione di tabelloni illustrativi dei luoghi (a Vetralla nell’area campestre denominata “Ruzzolone” ed a Capranica nei pressi delle Torri d’Orlando) ed interessanti cenni storici forniti dai professori  Vittori e Sarnacchioli;

–  coffee break offerto dall’Associazione FamilARCA di Vetralla;

– a Vico Matrino (nell’area  della CooperNocciole) colazione offerta dalla CNA, Coldiretti, dal Panificio-Pasticceria Belli,  dall’ Az. Agr. La Cisterna del Marchionato, dall’ Associazione Capralica e dal CAI, e successiva degustazione dei prodotti dolciari della CooperNocciole;

– sosta ai Vivai Linea Verde Nicolini per saluto e caffè.

A Capranica  la manifestazione si è conclusa nella Chiesa di San Francesco con il saluto delle Autorità Comunali che hanno ribadito il loro impegno ad una attenta opera di valorizzazione della Via Francigena Viterbese.

Saluto finale e ottimo gelato alla nocciola offerto dal Comune di Capranica e, a seguire, visita guidata al centro storico della città.

Un grazie a tutti coloro che con il loro lavoro hanno reso possibile questo evento:

Comuni di Vetralla e di Capranica, Regione Lazio, CFS, Polizia Locale – Protezione Civile e ProLoco di Vetralla e di Capranica, CNA, Coldiretti,  Lions Club, Historia,  CTS, Associazione FamilArca, Panificio-Pasticceria Belli, Az. Agr. La Cisterna del Marchionato, CooperNocciole, Vivai Linea Verde Nicolini.

Un grazie particolare all’Associazione CAPRALICA che ha collaborato attivamente con noi per la buona riuscita della manifestazione.

Appuntamento per settembre-ottobre 2015 per un altro tratto di Cammino…..

Sergio Giacomelli e Valter Nepi  (CAI sez. di Viterbo)

Categorie
news-import

Da Nord a Sud (e viceversa) in handbike…

Strade e destini che s’incrociano e si passano il testimone. I protagonisti di due grandi avventure estive saranno Pietro e Samuel che percorreranno due “cammini” che li porteranno a percorrere tutta l’Italia a forza di braccia… e di cuore.

Il primo ha negli occhi Roma, il secondo come meta l’Expo. Pietro Scidurlo, di Somma Lombardo, persona in sedia a rotelle che ha percorso, in hand-bike, quattro volte il cammino di Santiago scrivendo una guida per persone con disabilità. In previsione dell’anno giubilare annunciato da papa Francesco per il 2016, si è messo in testa di creare un itinerario accessibile lungo la Francigena.

Dall’altro capo d’Italia c’è invece un 15enne siracusano Samuel Marchese intenzionato a risalire lungo la penisola con un gruppo di ragazzi con disabilità per giungere all’Expo di Milano altri».

Fonte e articolo intero: Corriere della Sera

Categorie
news-import

“Francigena. Una strada Europea dal Gran San Bernardo a Roma”. Nuova guida in inglese

Esce anche in inglese la GuidaFrancigena. Una strada Europea dal Gran San Bernardo a Roma” per scoprire la Via da un punto di vista storico, culturale, turistico e gastronomico. Un libro corredato da suggestive immagini per avvicinare a questo percorso “lento” gli appassionati di viaggio e turismo outdoor.

La guida, seguendo il percorso di Sigerico, arcivescovo di Canterbury, propone al lettore una serie di itinerari storico-turistici, tutti nelle immediate vicinanze del tratto italiano dell’antico cammino romeo, suddiviso in tappe dal passo del Gran San Bernardo a Roma, e lungo le varie Regioni attraversate. I castelli della Valle d’Aosta, il Canavese, l’Oltrepo pavese, l’Emilia delle Terre verdiane, la Liguria delle 5 Terre, la Toscana dei siti UNESCO, la Tuscia etrusca sono solo alcune delle proposte.

Una serie di percorsi che si possono fare, anche in tratti separati in un week-end per vivere in modo autentico ed emozionale il cammino. Completano la guida informazioni utili su dove informarsi, mangiare e dormire lungo il percorso.

La Guida, in italiano ed in in inglese, è patrocinata dall’ Associazione Europea delle Vie Francigene.
E’ possibile acquistare la guida online attraverso il bookshop AEVF. La guida è presente nelle principali librerie.

Gli autori:
Riccardo Baudinelli, nato a La Spezia, Archeologo, ha partecipato a diversi scavi in Italia e all’estero. Per Mattioli 1885 è autore delle guide Sardegna Archeologica, Castelli del Mistero, Seguendo Garibaldi, Giuseppe Verdi e coautore della guida Gerusalemme.

Luca Bruschi, nato a Parma, laurea in Beni Culturali, master in Turismo ed esperienza in ambito di progettazione internazionale e comunicazione. Dal 2004 lavora per lo sviluppo degli itinerari culturali europei. Ha camminato sulla Via Francigena, il Cammino di Santiago ed altre vie storiche europee.

 

Categorie
news-en-import

“Via Francigena, an European Road from Great St. Bernard to Rome

The Guidebook “Via Francigena, an European Road from Great St. Bernard to Rome is ready in the English version.

The guide, following Sigerico’s jorney, the Canterbury archbishop, recommends to the reader a series of historical and toruist itineraries, all in close proximity of the Italian portion of the ancient Rome paty, divided in several stages from Great St. Bernard to Rome along the cross regions. Among the proportions: the Valle d’Aosta castles, the Canavese, the Oltrepò Pavese, the Emilia of the Verdi’s country, the Liguria of the Cinque Terre, the Tuscany of the UNESCO sites, the Etruscan Tuscia.

Several paths you can go though, even in separate stages in a weekend, by car or motorbike, or according to the slow tourism trends, by bike, walking or riding, in order to live the journey in a real and emotional mood.

You can find also useful tips about where to get informed, eat and sleep along the Via Francigena.

The guide, in Italian and English version, is published under the European Association Francigena Ways patronage
The guide is available on the  bookshop EAVF  and in the main Italian libraries starting from June 2017.

Info:
Massimiliano Franzoni
Distribution Manager, Distribuzione libri
Mattioli 1885
tel:  +39 0524 530383
Email: massimilianofranzoni@mattioli1885.com

The authors:
Riccardo BAUDINELLI, born in La Spezia, archeologist, took part in several axcavations in Italy and abroad. For Mattioli 1885 he is author of the guides Sardegna Archeologica, Castelli del Mistero, Seguendo Garibaldi, Giuseppe Verdi and coauthor of the guide Gerusalemme

Luca BRUSCHI, a degree in Cultural Heritage, a master in Tourism and great expereince in international design and communication, since 2004 he has been working for the development of te European cultural itineraries. He traveled the Via Francigena, the Camino de Santiago and other European historical routes.

Categorie
news-fr-import

Francigena. Une route européenne du Grand-Saint-Bernard à Rome

Le guide « Francigena. Une route européenne du Grand-Saint-Bernard à Rome » est paru aux éditions Mattioli 1885. Il propose une découverte historique, culturelle, touristique et gastronomique de la Via Francigena.

L’ouvrage est richement illustré afin de permettre aux passionnés de voyage et de tourisme de plein air de s’imprégner de ce parcours pas à pas.

En suivant les pas de l’archevêque de Canterbury Sigéric, le guide propose au lecteur une série d’itinéraires historico-touristiques dans les environs immédiats du tracé italien de l’antique chemin menant à Rome. Le parcours est divisé en étapes du col du Grand-Saint-Bernard à Rome, au fil des différentes régions traversées. Les châteaux de la Vallée d’Aoste, la région du Canavese, l’Oltrepò Pavese, les terres de Giuseppe Verdi en Émilie, la Ligurie des Cinque Terre, la Toscane des sites UNESCO ou la région étrusque de la Tuscia sont quelques-uns des thèmes proposés.

Les itinéraires peuvent être effectués par étapes, pour vivre le temps d’un week-end un chemin authentique et riche en émotions. Des informations pratiques indiquant où se renseigner, manger et dormir le long du parcours complètent le guide.

Prévu également en version anglaise, le guide est publié sous le patronage de l’Association européenne des chemins de la Via Francigena. Il est possible de l’acquérir auprès de la boutique en ligne de l’éditeur bookshop online. Le guide sera disponible en librairie dès début juin.

Les auteurs :

Riccardo Baudinelli, né à La Spezia, archéologue, a participé à diverses campagnes de fouilles en Italie et à l’étranger. Pour l’éditeur Mattioli 1885, il est auteur des guides Sardegna Archeologica, Castelli del Mistero, Seguendo Garibaldi, Giuseppe Verdi et co-auteur du guide Gerusalemme.

Luca Bruschi, né à Parme, diplôme universitaire dans le secteur des biens culturels, master en tourisme, expérience dans le domaine de la conception de projet et de la communication au niveau international. Travaille depuis 2004 pour le développement des itinéraires culturels européens. Il a marché sur la Via Francigena, le Chemin de Saint-Jacques et d’autres itinéraires historiques européens.

Categorie
news-import

Riattivazione del servizio navetta da Avigliana alla Sacra di San Michele

Visto il successo avuto dall’iniziativa nell’estate 2014, riparte anche quest’anno il servizio navetta che collega la stazione ferroviaria di Avigliana alla Sacra di San Michele.

Un modo speciale per raggiungere questo simbolo della Regione Piemonte. Possibilità di effettuare la discesa a piedi su mulattiera segnalata fino al paese di Sant’Ambrogio, centro storico ricco di interesse, da cui è possibile il ritorno ad Avigliana tramite ferrovia.

 

Il servizo è attivo da sabato 16 maggio a domenica 12 luglio, ogni sabato e domenica.

La navetta da 20 posti effettuerà una corsa al mattino e tre al pomeriggio, il costo per andata e ritorno è di 2 Euro (ridotto 1 Euro).

Le fermate intermedie, tra la stazione FS e la Sacra, sono:

Piazza del Popolo,

C.so Laghi Centro Storico,

C.so Laghi Ufficio del Turismo,

Campeggio Avigliana Lacs,

Certosa di San Francesco.

La navetta è disponibile anche per chi arriva autonomamente e non in treno ed è accessibile anche a persone con disabilità.

La navetta effettuerà i seguenti orari:

 

Da Avigliana: 9.30, 14.30, 16.30 e 18.00

 

Dalla Sacra di San Michele: 12.00, 15.15, 17.15, 18.45

 

Per Info contattarel’Ufficio Iat di Avigliana allo 011.9311873 oppure tramite mail a ufficioiat@turismoavigliana.it o tramite i canali Facebook e Twitter.

 

In allegato si invia la locandina del servizio navetta in formato .pdf

Categorie
news-import

Scoprire le chiese storiche della via Francigena lungo le colline di Cavaglià

La prossima domenica a Cavaglià, con il patrocinio dell’amministrazione comunale , si svolgerà la prima edizione di ‘Passeggiando attraverso i millenni’.

L’evento ideato e organizzato dall’associazione ‘Movimenti Nordik Walking Biellese’ e con la collaborazione degli ‘Amici della via Francigena’ di Santhià, consiste in una passeggiata a passo libero tra le dolci colline cavagliesi. “Sono felice del clima di bella e attiva collaborazione, che si è creato con i soci di ‘Movimenti Nordik Walking’, che hanno colto il mio invito nel portare a Cavaglià un evento la cui formula è già stata sperimentata con successo nei paesi limitrofi – commenta Stefania Tosone, assessore allo sport e alla cultura di Cavaglià – li ringrazio per il lavoro svolto, senza il quale l’evento non esisterebbe. Attraverso i sette chilometri della passeggiata, tutti coloro che parteciperanno, potranno beneficiare della vista delle belle chiese di pregio che costellano le nostre colline”. Il ritrovo per la partenza, è fissato per le ore 9,30 nel parcheggio di piazza Palatucci, mentre il rientro è previsto per le ore 12. Il costo di partecipazione è di soli 3 euro.

Fonte:Il Periodico di Biella

Categorie
news-import

A Gambassi Terme il parco termale sulla Francigena

Domenica 24 maggio aprono in Toscana le “Terme della Via Francigena” e Gambassi Terme è pronta a fare festa in piazza Roma.

Il nuovo tracciato della Via Francigena attraversa il centro storico ed incontra il Parco Benestare immerso nel verde del parco comunale, disseminato di fonti, polle e affioramenti di acqua liberamente visitabili come la sorgente minerale di acqua salsa di Pillo, che sgorga nel fondovalle del Rio Sanguigno alla temperatura di 15° C. Nella fondovalle si trova il Torrente Casciani dal quale si sviluppano emissioni di gas che raggiungono la massima concentrazione di 23 gradi in corrispondenza della sorgente ipotermale Bollori; qui da un vecchio pozzo fuoriescono emanazioni gassose intermittenti associate ad acque tiepide. Ed ancora l’acqua minerale di Luiano che nella prima metà del ‘900 viene imbottigliata e venduta oppure le sorgenti del Botro delle Docce che nascono dalla frattura nella roccia ofiolitica di fondo oceanico. Infine le acque ricche di calcio della sorgente ipotermale Il Bagno dagli effetti terapeutici ed indicate per trattare le malattie dermatologiche.

Il Presidente di Endas Firenze Sud, Stefano De Luca ha così descritto le nuove terme: “Avranno quattro aree di servizi: la parte sanitaria, l’area del benessere, lo spazio della bellezza e l’innovativo sistema integrato del laboratorio delle attività motorie training lab. Servizi legati al benessere, alla salute e al relax in completa armonia col territorio e con l’ambiente secondo un’ottica sostenibile. Per dare questi servizi alle terme ci avvarremo di uno staff che coinvolgerà un discreto numero di persone legate al territorio e con diverse professionalità. Al piano terra l’area benessere con Spa, vasca idromassaggio e piscina esterna, al piano superiore il training lab e l’area della bellezza”.

Antonella Agresti, Vice Presidente di Endas Firenze Sud sottolinea invece le proprietà organolettiche e chimiche dell’acqua che “Permetteranno di aprire il reparto idropinico e inalatorio con il sogno di sfruttare le proprietà dell’acqua di Gambassi per le cure della pelle”.

Tutti passano da Gambassi. Gli etruschi passavano da Gambassi Terme lungo la via per Volterra, mentre i Romani la usavano nei viaggi tra Siena e Lucca ed anche nel medioevo era via di transito come racconta l’arcivescovo Sigerico di Canterbury.  

Lo skyline toscano più famoso al mondo. Da Gambassi Terme in 3 ore di cammino si copre la tappa di circa 13 km lungo i crinali della Val d’Elsa che tra castelli e abbazie, attraversando il Santuario di Pancole o il Borgo di Collemucioli o la pieve di Cellole conduce verso la collina di San Gimignano con le magnifiche torri che sfiorano il cielo.

Fonte: gogoterme