Via Francigena

Categorie
Criticità del percorso a piedi

Tappa VFS09 – da Martigny a Orsières: chiusura tratto Bovernier-Sembrancher

A seguito di una valanga tra Bovernier e Sembrancher sulla Via Francigena in Svizzera, il sentiero è chiuso in quanto il passaggio risulta pericoloso.

La durata della chiusura sarà pubblicata qui appena possibile.

È essenziale evitare di percorrere questo tratto molto pericoloso, che termina in un tunnel impraticabile!

Consigliamo vivamente ai camminatori lungo questo tratto della Via Francigena in Svizzera di prendere il treno tra Bovernier e Sembrancher. Gli orari del treno si possono consultare sul sito www.cff.ch.

Categorie
news

Il nuovo numero della rivista “Via Francigena and the European Cultural Routes” presentato a Piacenza il 15 dicembre 

La città di Piacenza, crocevia di merci e persone fin dai tempi antichi, rappresenta la cornice ideale per la presentazione del nuovo numero della rivista “Via Francigena and the European Cultural Routes” dell’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF), che si tiene venerdì 15 dicembre 2023 alle ore 16:30 (registrazione partecipanti dalle ore 16.15) a Palazzo Farnese.

La rivista semestrale, giunta alla pubblicazione n. 56, ed edita dallo Studio Guidotti di Fornovo Taro (PR), sarà il focus di un incontro aperto al pubblico, in cui interverranno i rappresentanti AEVF, il Comune di Piacenza, le amministrazioni comunali coinvolte e gli operatori del settore.

L’immagine di copertina di questa edizione è una veduta di Piazza dei Cavalli e il suo Palazzo Gotico nel centro di Piacenza. Alla Provincia di Piacenza è infatti dedicato lo speciale che raccoglie descrizioni e curiosità riguardanti questo importante tratto del cammino. Tra i punti di maggior interesse si sottolinea l’iniziativa “Sosta&Gusta”, promossa da AEVF, in collaborazione con il Consorzio dei Salumi D.O.P. Piacentini e il Consorzio dei vini D.O.C. Colli Piacentini, per promuovere i prodotti enogastronomici del territorio. I pellegrini potranno presto assaggiare il “panino con la coppa”, spuntino caratteristico del tratto tra Orio Litta e Alseno, e gustare un ottimo calice di vino.

La rivista offre spazio anche all’avvio delle celebrazioni per i 30 anni della certificazione ricevuta dalla Via Francigena nel 1994 come “Itinerario culturale del Consiglio d’Europa”. Oggi più che mai il cammino è una sintesi tra cultura, inclusione, turismo sostenibile, e pace.

Particolare attenzione è dedicata alla dimensione internazionale della Via Francigena, grazie sia alle collaborazioni di AEVF con altri itinerari europei, sia ai racconti di pellegrini provenienti da diverse parti del mondo, come Edgar Le Bras, che ha raggiunto Gerusalemme a piedi da Parigi. L’Associazione ha lavorato al consolidamento dei suoi rapporti con la Confraternity of Pilgrims to Rome del Regno Unito per lo sviluppo di una Francigena Britannica che unisca Londra a Roma, passando per Canterbury. Inoltre, a seguito dello sviluppo del progetto europeo Horizon2020 “rurAllure: Promozione del patrimonio rurale situato nelle vicinanze degli itinerari di pellegrinaggio”, l’Associazione ha rinforzato il legame con la Romea Strata e il Cammino di Maria, con cui ha sottoscritto un protocollo di intesa per la nascita della Rete di Collaborazione Europea lungo gli Itinerari di Pellegrinaggio.

All’interno del numero sono inoltre menzionate alcune iniziative che riguardano la valorizzazione e l’accoglienza che da sempre caratterizzano il cammino e che vedono coinvolti enti locali e soggetti privati, come l’inaugurazione della Piazza di Sigerico a Auchy-Au-Bois, situato nel Pas-de-Calais e la realizzazione dell’Ostello del Pellegrino a Camaiore, recuperando i locali di un altro edificio. Altra interessante iniziativa che viene presentata è il viaggio stampa di un gruppo di 8 influencer, promosso dall’ufficio turistico del Pays du St-Bernard (Valais) con il sostegno di AEVF, dal 4 all’8 settembre 2023 allo scopo di promuovere il tratto alpino della Via Francigena svizzera.

La rivista mette anche in evidenza le numerose collaborazionidell’Associazione con enti pubblici e privati, accumunati dall’interesse nella valorizzazione del cammino. Tra questi, in prima linea Coop Italia, promotrice dell’iniziativa “I Love Francigena”, che organizza e promuove camminate gratuite lungo l’itinerario; i Comuni di Berceto e Calendasco, promotori del progetto “Transitare Paesaggi Culturali”, finanziato con fondi del bando borghi del PNRR del Ministero della Cultura, e afferenti al Net Generation EU, in cui AEVF è uno degli enti partner; il Consorzio Parmigiano Reggiano e il Consorzio del Prosciutto Toscano DOP, partner dell’Associazione per la promozione di due eccellenze enogastronomiche dell’itinerario francigeno. Si ricorda inoltre la partnership con Banca Generali Private, a fianco dell’Associazione per la promozione di un itinerario sempre più sostenibile e i partner tecnici Garmont e Ferrino Outdoor, con attrezzatura tecnica idonea a un pubblico di pellegrini/e, che è stata spesso offerta in omaggio dalle due aziende nel corso di eventi e camminate organizzate lungo l’itinerario.

Categorie
Criticità del percorso a piedi

Tappa 45 – dalla Storta a Roma: interdetto l’accesso al Parco di Monte Mario

Si segnala che lungo la Tappa 45 dalla Storta a Piazza San Pietro (Roma) è interdetto l’accesso al Parco di Monte Mario sia dal cancello sito su Via De Amicis che dal cancello posizionato su Via del Parco Mellini a causa di rimozione tronchi caduti di recente e monitoraggio altri fusti.

👉🏻 Clicca qui per visualizzare la traccia del percorso alternativo

Si consiglia pertanto, dopo aver percorso l’intero tratto del parco dell’Insugherata, Via A. Conti e Via Gualandi (circa 800 metri), una volta giunti all’incrocio con Via Trionfale, si attraversa e sulla sinistra del Complesso di Santa Maria della Pietà si imbocca la ciclabile denominata Parco Lineare Monte Mario-Monte Ciocci. Sono circa 5 km in completa sicurezza. Quando si arriva sul belvedere di Monte Ciocci sulla destra si prosegue in discesa lungo alcuni tornanti che conducono sulla Via Anastasio II. Girando a sinistra, si prosegue poi per circa 100 metri fino a giungere al semaforo all’incrocio con Viale degli Ammiragli. Si gira quindi a sinistra, si percorre Via Candia, si gira a destra su via Leone IV e si prosegue seguendo le mura vaticane a sinistra. Si giunge quindi a Piazza Risorgimento e si è in vista di Piazza San Pietro.

👉🏻 Clicca qui per visualizzare la traccia del percorso alternativo

Categorie
news

Banca Generali Private per AEVF: l’intervista con Alessandro Mauri

Banca Generali Private collabora con AEVF per promuovere l’attenzione verso l’ambiente e il territorio attraverso il turismo lento e sostenibile. Insieme organizziamo eventi e camminate sul territorio ‘Area Mauri’ di Banca Generali Private: Lombardia Sud, Emilia-Romagna e Toscana. Ce ne parla più approfonditamente, in un’intervista, il Dott. Alessandro Mauri, Area Manager per lo sviluppo di questi territori interessati anche dalla Francigena. 

Quando, ma soprattutto perché è nata la collaborazione tra Banca Generali Private e AEVF? 

A.M: La collaborazione tra la mia area di competenza di Banca Generali Private (Lombardia Sud, Emilia-Romagna, Toscana) e AEVF è nata nel 2017 perché per noi è importante camminare al fianco dei tanti pellegrini della Via Francigena, un Itinerario culturale che permette di scoprire realtà poco conosciute della nostra bellissima Italia e di promuovere azioni di sensibilizzazione sui temi legati alla sostenibilità ambientale, molto cari alla nostra banca. Banca Generali propone, inoltre, una serie di investimenti coerenti con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda ONU 2030, consentendo al cliente di costruire il proprio portafoglio dando priorità ad alcuni dei diciassette obiettivi di sviluppo sostenibile.  

In cosa consistono le iniziative previste per il 2022 a supporto della Via? 

A.M: nel 2022 sosterremo la Via Francigena con una serie di iniziative organizzate dalla stessa AEVF. In concreto appoggiando le camminate evento “I Love Francigena”, che già nel passato hanno avuto molto successo. Queste camminate, a partecipazione gratuita, mettono insieme turisti, pellegrini, appassionati, associazioni locali e operatori per promuovere congiuntamente i territori attraversati. 

Quali sono gli obiettivi a lungo raggio di questa collaborazione? 

A.M: Per noi è fondamentale avvicinare le persone alle tematiche ambientali e di attenzione al territorio, cosa che la Francigena già promuove da tempo. La banca può dare un sostegno a livello economico, ma anche a livello culturale, contribuendo a sviluppare una maggiore attenzione circa queste tematiche come lascito per le generazioni future. Anch’io ho due figli e spero davvero di poter fare qualcosa per lasciare a loro un mondo migliore.  

Quali sono le sfide del turismo slow e come si intrecciano con l’economia?  

A.M: La vera sfida è quella di portare le persone a fare turismo in maniera più sostenibile e consapevole, magari appunto camminando o andando in bicicletta lungo la Via Francigena. Questo consente, anche a livello economico, alle comunità locali di avere dei benefici immediati, dato che chi transita contribuisce all’economia locale, ma anche un effetto indotto, perché i pellegrini possono trasformarsi, finita la loro esperienza di cammino, in turisti di ritorno.  

Categorie
news

Tutti invitati! Unisciti alla nostra nuova community su Facebook dedicata alla Via Francigena

La Via Francigena crea dei legami forti, e abbiamo notato che molte persone che si sono unite a noi quest’estate continuano a sentire un bisogno di continuare il viaggio, anche se solo online. Desiderano come noi di mantenere vivo lo spirito del cammino, di continuare a condividere le loro storie, i loro ricordi e la loro esperienza con chi ha camminato al loro fianco e con chi ha appena iniziato a pianificare il proprio viaggio.

É così che ce ne siamo accorti: ci serve una community ufficiale per la Via Francigena! Un posto dove le persone possano virtualmente riunirsi, condividere tutto ciò che riguarda la Via Francigena, creare nuove connessioni e pianificare i prossimi viaggi.

Siamo quindi molto felici di invitarvi ad entrare nel gruppo Facebook official Via FrancigenaRoad to Rome! Oltre ad essere un posto dove ritrovarsi con altri compagni entusiasti della Via Francigena, il nostro gruppo offrirà anche dei contenuti esclusivi che non saranno disponibili altrove:

  • Webinar esclusivi con esperti di slow travel come travel influencer, scrittori di guide escursionistiche e fotogragi
  • Uno streaming in diretta “Good Morning, Francigena!”, con la social media manager di Road to Rome Myra Stals, che vi porterà in un tour virtuale lungo la Francigena, soffermandosi su molti aspetti storici, architettonici, gastronomici e naturali dell’itinerario
  • Iscrizioni anticipate per gli eventi gratuiti “I Love Francigena”
  • … e molto molto altro!

Il nostro Gruppo Facebook sarà internazionale, e chiunque condivida il nostro amore per la Via è benvenuto a scrivere e comunicare nella propria lingua. Sarà anche un gruppo fondato sul rispetto reciproco: seguendo poche linee guida e comportandoci con gli altri come vorremmo che si comportassero con noi, siamo convinti che la nostra community sarà un fantastico luogo di ritrovo e di divertimento.

Quindi…cosa aspetti? Unisciti subito alla nostra Via Francigena – Road to Rome community cliccando sul seguente link: https://www.facebook.com/groups/655350489151864