Via Francigena

Via Francigena nel Sud: la nuova guida di Terre di Mezzo

Sara Louise Costa
Sara Louise Costa
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su twitter

La guida dedicata alla Via Francigena nel Sud è in vendita in tutte le librerie italiane, oltre che sul sito ufficiale dell’editore Terre di Mezzo

La guida è stata presentata e messa in vendita in anteprima presso la fiera Fa’ la cosa giusta! 2022 a FieraMilanoCity, dove l’associazione ha partecipato dal 29 aprile al 1 maggio 2022: la fiera, giunta alla sua XVIII edizione, dedica grande attenzione agli stili di vita sostenibili e al consumo critico e consapevole, con un intero reparto pensato proprio per i grandi cammini d’Italia.  

Angelofabio Attolico, rappresentante dell’AEVF per il tratto francigeno a sud di Roma e uno degli autori della guida, in compagnia di Gianfranco Lopane, assessore al Turismo della Regione Puglia, Roberto Battista, dall’Agenzia del Turismo di Regione Lazio, Rosanna Romano e Felice Casucci da Regione Campania, e il Presidente AEVF Massimo Tedeschi, ha mostrato la guida al pubblico in sala, con la moderazione di Andrea Mattei, giornalista della Gazzetta dello Sport

Si tratta della prima guida cartacea dedicata ai 930 km del tratto francigeno che collega Roma alla Finis Terrae pugliese, Santa Maria di Leuca, attraversando territori del Lazio, della Campania, della Basilicata e tutta la lunghezza della Puglia. Partendo dal Parco dell’Appia Antica, si continua a Terracina, Gaeta, Sessa Aurunca e a Benevento, snodo strategico tra la Via Appia e la Via Traiana. 

Avvicinandosi al tratto pugliese, il pellegrino può intraprendere vari percorsi, percorrendo il cammino materano; arrivando a Monte Sant’Angelo nel Gargano e il sentiero litoraneo che la collega a Bari; dirigendosi verso Brindisi per giungere ai porti che collegano l’Italia alla Terra Santa e da lì, forse, continuare il cammino fino a Gerusalemme; oppure può continuare il viaggio lungo la costa e verso il Salento per arrivare a Santa Maria di Leuca, raggiungendo la fine del tacco italiano laddove i mari Adriatico e Ionio si incontrano. 

Per ogni tappa sono presenti la cartografia dettagliata, le altimetrie, i punti in cui fare scorta d’acqua, indicazioni sul tipo di terreno su cui si cammina (sterrato o asfalto), informazioni su dove dormire e cosa visitare. Vi sono in più suggerimenti per alcuni viaggi brevi e le informazioni principali per la direttrice Bradanica che porta a Matera. 

La guida è al momento disponibile solamente in lingua italiana ed è dedicata al percorso a piedi, anche se la maggior parte del tracciato, così come descritto nella guida, può essere percorso anche in bicicletta. 

Clicca qui per sapere di più sulla nuova guida o per acquistarne una copia