Via Francigena

Giorno 30 – DA BESANÇON A FOUCHERANS: asini e lama come compagni di viaggio

La tappa

Descrizione:

👣 26 km a piedi – lunedì 19 luglio
Oggi la nostra carovana Road to Rome è partita presto: 26 km pieni di visite e incontri, organizzati dalla città di Besançon. Siamo partiti da Place de la Republique, proprio dietro il nostro hotel, e quando siamo arrivati lì un grande gruppo di camminatori si era già riunito per unirsi a noi, per i primi due km.
Il programma di oggi era piuttosto serrato, troppo serrato se me lo chiedete. Ma questo succede a volte quando il programma è organizzato da persone che non sono abituate a camminare per ore e ore ogni giorno. Prima di lasciare la città di Besançon abbiamo iniziato la giornata con una salita per visitare la bellissima Citadelle. Questa fortificazione si trova su una collina che domina la città, e fu costruita dall’ingegnere militare Vauban… È incredibilmente ben conservata, e merita assolutamente una visita durante un viaggio lungo la Via Francigena.
Dopo questa visita culturale, che comprendeva anche una visitina a scimmie e altri animali (un piccolo zoo si trova all’interno delle mura della Cittadella), abbiamo ripreso la strada e ci siamo diretti verso la prima tappa ufficiale di oggi: Montfaucon. Sulla nostra strada verso questa città ci aspettava un gruppo speciale di compagni di viaggio: 4 asini attendevano di raggiungerci quando abbiamo attraversato la foresta poco prima di Montfaucon. Insieme a loro e a molta gente del posto, abbiamo fatto il nostro ingresso e siamo stati accolti dal sindaco e da diversi altri funzionari. Una targa commemorativa della Via Francigena è stata svelata alla presenza del nostro presidente Massimo Tedeschi, dopo di che abbiamo salutato e continuato la nostra marcia.
Una cosa molto carina di Montfaucon, che voglio condividere con voi, è il nostro incontro con Luisa ed Elsa: due bambine che avevano visto un articolo su Road to Rome nel giornale locale e che erano super eccitate di incontrarci. Conoscevano anche un po’ d’inglese e si sono presentate in questa lingua non troppo familiare per loro. Abbiamo dato loro una spilla e un braccialetto del RTR, e la loro gratitudine ha generato in noi sufficiente energia, per permetterci di arrivare alla fine della giornata senza problemi.
Altri due incontri erano previsti per noi durante questa giornata estiva francese baciata dal sole, prima di raggiungere la nostra destinazione finale: a Saône e Mamirolle. Il sindaco di Saône è venuto a prenderci appena fuori Montfaucon, rendendo il cammino di oggi una vera e propria marcia a staffetta. Abbiamo dovuto prendere un percorso alternativo lungo una strada dipartimentale, perché una parte della Via Francigena qui era piena di acqua e fango. A Saône abbiamo fatto una pausa pranzo rinfrescante, dopo la quale abbiamo continuato verso Mamirolle. Ed è qui che ci aspetta la vera sorpresa di oggi: appena usciti dal paese ci siamo imbattuti in tre belle signore con a fianco 4 lama. Inizialmente pensavamo che stessero semplicemente facendo una passeggiata con i lama, ma poi abbiamo capito che facevano parte del programma di oggi: e infatti, prima che ce ne accorgessimo, io e i miei colleghi abbiamo ricevuto un lama ciascuno da tenere in mano e con cui camminare durante questi ultimi chilometri fino a Foucherans. E come potete immaginare: è stato molto divertente! Il mio lama si chiamava Jeko. Jeko non era il più veloce dei quattro, a volte si fermava senza motivo. Farlo riprendere a camminare di volta in volta è stato un po’ difficile, ma dopo un po’ ho capito come fare. A meno che non si fermasse a mangiare dagli alberi e dalle piante circostanti, allora era ancora più difficile farlo ripartire.
Camminare con i lama sulla Via Francigena è stato davvero il modo perfetto per trascorrere gli ultimi chilometri della tappa di oggi. All’arrivo a Foucherans siamo stati accolti calorosamente da diversi funzionari e abitanti del villaggio, e dopo un pasto caldo in compagnia, ci siamo ritirati nel nostro gîte e ci siamo coricati per la notte.

ATTRAZIONI E MOMENTI DA EVIDENZIARE
Visitare la Cittadella di Besançon
Camminare con gli asini
Incontrare le super entusiaste Luisa ed Elsa a Montfaucon
Camminare con i lama!

I CAMMINATORI DI OGGI
Myra Stals, Social Media Manager (AEVF)
Jacques Chevin, membro dello staff (AEVF)
Luca Bruschi, Direttore (AEVF)
Elena Dubinina, Relazioni Internazionali (AEVF)
Clair Waïss (FFR)
Emile Ney, ex sindaco di Bucey-lès-Gy
Andrea Ciotti, videomaker
Tanti, tanti appassionati camminatori locali
4 asini di Montfaucon
4 lama di Mamirolle

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email