Via Francigena

A Capannori nuovi cartelli indicatori per la Via Francigena

Redazione AEVF
Redazione AEVF

Capannori è il Comune pilota a livello regionale nell’installazione di una nuova cartellonistica che indica il percorso della Via Francigena sul proprio territorio.

Grazie ad un finanziamento regionale  di 2 mila 500 euro sono in corso di installazione sull’intero tratto capannorese della storica via, lungo 7 chilometri, 25 cartelli indicatori verticali di colore marrone realizzati con uno speciale materiale, il PVC riciclato, che ricopre integralmente i pali della segnaletica della Francigena già esistenti ed altri sostegni verticali. Gli indicatori  sono dotati di  tecnologia NFC che consente di scaricare dagli smartphone  l’app  ‘T Francigena’ per adesso disponibile per android.

I 25 nuovi cartelli posizionati dal confine con Lucca ad  Antraccoli fino a Porcari, passando per il centro di Capannori, rappresentano un’ulteriore iniziativa di un progetto molto più ampio con cui l’amministrazione Menesini vuole valorizzare questo percorso storico che sta portando sempre più pellegrini sul territorio capannorese e che rappresenta un’occasione davvero importante per lo sviluppo del turismo.

Nella sede del museo archeologico ed etnografico Athena, in via Carlo Piaggia a Capannori, è stato già realizzato un punto tappa e un punto timbro delle credenziali dei pellegrini della via Francigena gestito dalle associazione Ponte e Gac (gruppo archeologico capannorese). Al piano terra del museo è allestita una postazione per l’apposizione del timbro su quella che è una sorta di ‘carta d’identità’ del pellegrino, che attesta che la persona che ne è in possesso sta svolgendo un pellegrinaggio verso un luogo di culto. Un documento che il viandante deve sempre avere con sé per essere identificato come tale e avere accesso alle strutture di accoglienza.Inoltre per permettere ai pellegrini di poter timbrare la propria credenziale anche in orario di chiusura della struttura  è stata posizionata una cassetta esterna porta timbro con dispositivo antivandalico.

Il progetto  più  significativo  per valorizzare l’antica strada che congiunge Canterbury a Roma è la realizzazione di un Ospitale per il pernottamento e il ristoro dei pellegrini che percorrono la via Francigena storica. Per la sua realizzazione  il Comune ha ottenuto un finanziamento regionale di 420 mila euro, pari al 60 per cento dell’importo complessivo necessario (circa 700 mila euro) per rendere concreto questo nuovo progetto  volto allo sviluppo di un turismo sostenibile. La nuova struttura dedicata all’accoglienza e all’informazione del crescente numero di  pellegrini che percorrono il tratto capannorese della via Francigena  sarà collocata in un punto strategico del percorso storico, nel centro di Capannori, dove  attualmente si trova un immobile che versa in condizioni di elevato degrado, poiché abbandonato da molti anni e che il Comune intende recuperare per destinarlo a sede di questa struttura ricettiva riservata ai viandanti della via Francigena.

L’Ospitale avrà 12 posti letto suddivisi in varie camere. I pellegrini potranno usufruire di un punto informazioni e di un punto ristoro, di un’area studio con una zona biblioteca e alcune postazioni per il computer e di un servizio di bike sharing.

Fonte: Gazzetta di Lucca