Via Francigena

Giorno 77 – Da Capranica a Campagnano di Roma: il bosco di Sutri!

La tappa

Descrizione:

👣 30 km a piedi – mercoledì 8 settembre

Siamo partiti da Capranica per raggiungere Sutri, tappa ufficiale della Via Francigena, aggiungendo 6 km alla tappa di oggi. Per questa tappa niente associazioni locali, niente autorità locali… Solo noi, il gruppo del Road to Rome, e una ripida salita nel bosco di Sutri.
Ho trovato questo posto magico! Mi è stato poi detto che questo tipo di foresta, in italiano, si chiama ‘semi-integrale’, il che significa che all’uomo è proibito metterci le mani, tranne che per la manutenzione del sentiero. Gli alberi caduti rimangono lì e il verde cresce ovunque: è una vera e incredibilmente autentica foresta !
Siamo poi arrivati a Sutri, un autentico borgo medievale in cima a una collina. Appena fuori dalla città c’è una vasta area archeologica con un anfiteatro romano del 1° secolo d.C.! Questo anfiteatro è interamente scolpito nel tufo, una terra rossa e polverosa che si trova tipicamente nel centro Italia, quindi, ha un colore incredibile e un aspetto straordinariamente solido.
Pensavo di aver visto di tutto, ma poi abbiamo visitato il Mitreo… Il Mitreo era originariamente una tomba etrusca, che poi è diventata un luogo di culto e rituali per il culto di Mitra. Infine, nel Medioevo, divenne una chiesa dedicata alla Madonna del Parto. Abbiamo letteralmente camminato dentro le rocce e siamo arrivati in uno spazio aperto con affreschi che rappresentavano i pellegrini in viaggio verso Monte Sant’Angelo, lungo la Via Francigena del Sud. C’erano delle colonne e un altare sul retro, dove, durante il culto di Mitra, venivano sacrificati i tori e bevuto il loro sangue. Consiglio vivamente questa visita! Sicuramente uno dei miei posti preferiti finora!
Dopo aver lasciato Sutri, la temperatura si è alzata e il sentiero, sfortunatamente, non era molto ombreggiato. Poco dopo, siamo entrati nel Parco Naturale Regionale di Veio. Qui ci aspettavano diverse associazioni locali: Campagnano Art, che ha portato una selezione di pietre che hanno dipinto con immagini di pellegrinaggi (uno dei loro progetti); Corpo Italiano di San Lazzaro, che si occupa della pulizia e della manutenzione di molti sentieri locali che attraversano i boschi; rappresentanti di enti pubblici, come referenti del parco pubblico stesso.
Dopo un paio di chilometri, siamo arrivati tutti a Campagnano di Roma… Ormai siamo sempre più vicini a Roma! Siamo stati accolti calorosamente in paese, abbiamo cena fantastica e una chiacchierata con i nuovi membri del gruppo, e questa notte dormiremo nel B&B ‘Spada nella Roccia’. Domani cammineremo da qui a La Storta, l’ultima tappa prima di Roma. Siamo incredibilmente vicini, sono così entusiasta!

ATTRAZIONI E MOMENTI DA EVIDENZIARE
– Camminare in una foresta incontaminata e magica
– Visitare l’ipnotizzante Mitreo di Sutri
– Essere improvvisamente così vicini a Roma!

I CAMMINATORI DI OGGI
Myra Stals, social media manager (AEVF)
Luca Faravelli, project manager (AEVF)
Trip n’Roll (Federica e Andrea), ambassadors del RTR
Crisula Barbata, ambasciatrice RTR
Angela Raggio e Linda Tambosi, Ragazze in gamba
Enrico Baroni, videomaker

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email