Via Francigena

La conversione: da luogo di fede ad ostello

Redazione AEVF
Redazione AEVF
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su twitter

L’associazione Ad Limina Petri continua a lavorare per migliorare l’ospitalità lungo la Francigena. Sono stati censiti per il tratto toscano, dalla Cisa a Radicofani, gli edifici adatti ad essere recuperati e convertiti in ostelli. Un lungo elenco, sono 21 i luoghi di culto censiti, in alcuni casi autentici gioielli d’arte, che potrebbero accogliere i pellegrini in una cornice emotiva inserita pienamente nel contesto storico della Via Francigena.

Visualizza l’articolo di Marco Lapi su Toscanaoggi.it