Via Francigena

“Il Mercato delle Vie Francigene” (Fidenza, 9-11 ottobre 2015)

Redazione AEVF
Redazione AEVF
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su twitter

La manifestazione “Il Mercato delle Vie Francigene” si è svolta a Fidenza dal 9 all’11 ottobre 2015 ed è stata organizzata dal Comune di Fidenza nell’ambito dell’annuale Gran Fiera di San Donnino – l’evento più significativo per la comunità locale e per il territorio limitrofo, che anima piazze e vie del centro storico e attorno al quale gravitano oltre 30.000 persone – orientata, nel 2015, alla valorizzazione dei patrimoni enogastronomici regionali di qualità e messa a valore dallo slogan “Fidenza#Borgofood-La vera Emilia è qui”.
La partecipazione al Mercato da parte dei produttori aderenti a “La bisaccia del pellegrino” è stata l’occasione per dare il via alla costituzione di una rete di punti vendita accreditati (comprese fiere, mercati, luoghi di ristorazione e ospitalità, imprese agroalimentari) lungo la Via Francigena (dal passo del Gran San Bernardo a Roma e da Roma alla Puglia) che garantisce visibilità e spazi dedicati resi riconoscibili dalla presenza del Marchio “La bisaccia del pellegrino”
I suddetti produttori hanno, pertanto, avuto la possibilità di partecipare al primo Mercato delle Vie Francigene di ambito nazionale, al quale, per la prima volta, è stato dedicato uno spazio pubblico. Una situazione espositiva e di vendita con la quale si è voluto mettere a valore il potenziale di qualità e di tradizioni produttive locali che gravitano sull’asse della millenaria via di pellegrinaggio.
Molti i produttori de “La bisaccia del pellegrino” partecipanti, ai quali è stato messo a disposizione uno spazio espositivo coperto allestito con un lungo bancone vendita di sedici metri lineari, sul quale hanno trovato posto i loro prodotti tipici, tutti rigorosamente a Marchio “La bisaccia del pellegrino”. Molti anche gli acquirenti dei prodotti e ottima la risposta da parte del pubblico.

Per tutte le informazioni visita il sito di Civita: clicca qui.