Via Francigena

I colori della Via Francigena

Redazione AEVF
Redazione AEVF
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su twitter

Sabato 3 dicembre sarà inaugurata la mostra “I colori della Via Francigena” presso la sede della Provincia di Biella. Tale mostra intende promuovere e valorizzare, attraverso l’espressione artistica, la conoscenza della Via Francigena, importante itinerario culturale riconosciuto dal Consiglio d’Europa che attraversa anche il territorio biellese.

L’Assessorato alla Cultura e Turismo della Provincia di Biella e Il Gruppo Artistico “Ri-Circolo” dell’Università Popolare Biellese hanno lavorato uniti per l’organizzazione della mostra I colori della via francigena , inserita nel festival nazionale “Via Francigena Collective Project” dell’Associazione Europea delle vie francigene di cui la provincia di Biella fa parte.

L’adesione è stata grande, al di là di ogni più rosea aspettativa. Sono arrivate ben 95 opere provenienti da tutte le province del Piemonte e da altre regioni (Valle d’Aosta, Toscana, Liguria …) rappresentanti paesaggi, monumenti, soggetti figurativi collegati all’itinerario del vescovo Sigerico da Roma a Canterbury .

La collettiva sarà inaugurata sabato 3 dicembre alle ore 17.00 presso la sede della Provincia (spazio Il Cantinone) e sarà aperta fino al 1 gennaio 2012 in orari prestabiliti.

A tutti gli artisti verrà rilasciato un attestato di partecipazione; le immagini delle opere verranno fotografate e pubblicate sul web della provincia e sul portale I cammini dell’uomo, in rete col portale del Cammino di Santiago di Compostela .

“Con questa mostra” commenta l’Assessore al Turismo e alla Cultura Mariella Biollino, “la Provincia di Biella intende promuovere e valorizzare l’itinerario della Via Francigena, che è sempre più simbolo di un turismo a impatto zero e rispettoso delle tradizioni locali. La Via Francigena è infatti un’importante risorsa per il nostro territorio e lo sviluppo del turismo ad essa collegato può contribuire ad incrementare i flussi turistici verso il Biellese. Da non dimenticare inoltre l’aspetto culturale: la Via Francigena è itinerario culturale del Consiglio d’Europa e con questa mostra si vuole diffondere la conoscenza dell’argomento dando ampio spazio alla creatività degli artisti e offrendo loro l’opportunità di far conoscere e ammirare le loro opere. L’adesione al Festival Via Francigena Collective Project rappresenta poi un valore aggiunto: offre infatti l’opportunità di dare visibilità a livello nazionale ed internazionale all’evento promuovendo al tempo stesso il Biellese nel suo complesso”.

Questo percorso sintetizza mirabilmente le diverse idee di turismo dello spirito, viaggio culturale, scoperta del territorio …. In questo senso, l’itinerario culturale – inteso come strumento progettuale sapientemente organizzato nel medio-lungo periodo – si traduce in un’occasione di valorizzazione dei territori da esso attraversati: si tratta, infatti, di un nuovo tipo di bene culturale allargato che, collegando tra loro beni diversi od omogenei, favorisce un approccio sistemico, consentendo, inoltre, di avviare interventi concreti di salvaguardia e conservazione. La Via Francigena, che si snoda per circa 2000 km, si propone anche in funzione del suo potenziale ruolo di catalizzatore per i processi di sviluppo locale, in un’ottica improntata alla sostenibilità.

“Viaggiare a piedi è il modo più lento per giungere a meta. Proprio per questo, tuttavia, si rivela la scelta più efficace, per scoprire le perle che si celano tra un punto e l’altro sul territorio, fermandosi a guardare, riflettere e parlare coi compagni di viaggio”, commenta ancora Mariella Biollino, condividendo appieno quanto affermato dal Vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, intervenuto alla presentazione del nuovo numero della rivista ‘Via Francigena’, tenutasi al Parlamento europeo a Strasburgo in data 28.06.2011. L’itinerario della Via Francigena, come dorsale per altri itinerari presenti sul territorio è un fiore all’occhiello del turismo europeo. Un itinerario culturale e religioso che, al contempo, è un modello di turismo sostenibile fuori dai circuiti
del turismo di massa”.

La Provincia di Biella continuerà attraverso azioni mirate la promozione del prprio territorio anche attraverso la grande opportunità offerta dall’Associazione Europea delle Vie Francigene. La Via Francigena è infatti un’importante finestra sull’Europa.
In allegato la locandina della mostra con gli orari di apertura.

Fonte: Ufficio stampa Provincia di Biella