Via Francigena

Giorno 48 – Da Ivrea a Viverone: andiamo avanti per le pianure

La tappa

Descrizione:

👣 20 km in bicicletta – sabato 7 agosto

Ogni buona giornata di cammino inizia con una buona colazione. Questa mattina siamo stati invitati dal comune a fare colazione in un posto piuttosto sorprendente: al ponte lungo il fiume Dora Bàltea che attraversa la città di Ivrea.

Qui abbiamo anche salutato Simone e Silvia, due amici di Diego Passoni che camminano con noi dal Passo del Gran San Bernardo.

Siamo poi ripartiti in direzione di Viverone, insieme a Stefano Sertoli, sindaco di Ivrea, e a diversi camminatori locali dell’Associazione “La Via Francigena di Sigerico”.

Ad ogni passo che facciamo ci avviciniamo sempre di più alla Pianura Padana, e un segno che lo conferma è il notevole aumento di umidità che abbiamo sentito oggi. Soprattutto al mattino alcuni di noi sembravano aver appena fatto una doccia 🙈

Un altro chiaro segno del nostro avvicinamento alla Pianura Padana è il numero di zanzare in questa zona. Siamo stati accompagnati da questi indesiderati compagni di viaggio durante tutta la giornata, e sfortunatamente per me, il mio sangue olandese è molto apprezzato da questi insetti sanguinari così sono stata punta numerose volte (nonostante lo spray protettivo che ho usato).

Abbiamo avuto diversi incontri con i rappresentanti delle autorità locali durante la giornata: a Cascinette d’Ivrea, Burolo, Bollengo, Palazzo Canavese e Piverone. In alcuni di questi paesi siamo stati accolti con il “gonfalone”, lo stemma ufficiale ricamato su una grande bandiera.

Proprio oggi, abbiamo inaugurato diverse targhe ufficiali del Road to Rome che segnano il passaggio del nostro gruppo, e poco prima di Palazzo Canavese ci siamo emozionati nel vedere la “panca del passeggero”, un’area di sosta creata da un abitante del posto che abita proprio di fronte e che ha voluto fare qualcosa di carino per tutti i camminatori che vede passare ogni giorno. Queste iniziative locali sono davvero emozionati da vedere, dimostrano che la Via Francigena è davvero viva nelle comunità locali.

Le strade oggi erano abbastanza deserte, dato che era il primo sabato di agosto. Il mese di agosto è tradizionalmente IL periodo delle vacanze in Italia, quindi molti probabilmente sono andati al mare o in montagna. Per noi camminatori è stato molto bello camminare in una zona così calma e deserta. Nessuna macchina, nessun rumore.

I temporali che erano previsti nel pomeriggio fortunatamente non ci hanno raggiunti, è scesa giù solo qualche goccia d’acqua mentre stavamo iniziando ad avvicinarci a Viverone. Prima di raggiungere il Comune, il lago di Viverone spunta sulla destra della Via Francigena mentre l’itinerario corre di nuovo tra bellissimi vigneti verdi.

A Viverone siamo stati accolti calorosamente dal sindaco, e insieme al nostro presidente Massimo Tedeschi abbiamo inaugurato l’ultima targa Road to Rome della giornata.

Dopo una lunga ma appagante giornata, siamo andati a dormire perché… Domani saremo di nuovo in bicicletta!

ATTRAZIONI E MOMENTI DA EVIDENZIARE

– Colazione all’aperto a Ivrea

– La “panca del passeggero” appena prima di Palazzo Canavese

– Interesse locale per la Via Francigena e il nostro evento Road to Rome

– I bellissimi vigneti vicino al Lago di Viverone

I CAMMINATORI DI OGGI

Myra Stals, Social Media Manager (AEVF)

Luca Faravelli, Project Manager (AEVF)

Stefano Sertoli, sindaco di Ivrea

Giulia Bertolazzi, videomaker

Diversi camminatori (abitanti del luogo)

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email