Via Francigena

Itri - Gole di Sant'Andrea

Itri - Gole di Sant'Andrea

Nella valle di S. Andrea si trova uno dei tratti più suggestivi e meglio conservati dell’Antica Appia lungo la Via Francigena del Sud. Lungo i 3 km di percorso, ai lati della strada romana era presente una sorta di marciapiedi, tuttora visibile in alcuni tratti.

Il lato a valle dell’itinerario era terrazzato con imponenti mura costruite a opera poligonale e lungo la strada si possono ancora osservare ciò che rimane delle costruzioni di difesa dai briganti e dei posti di blocco borbonici.

All’incirca a metà del percorso la via è dominata dal forte di S. Andrea, edificato sui resti di un antico tempio dedicato ad Apollo e di cui sono a oggi visibili le cisterne a volta all’interno dei terrazzamenti.

La costruzione dell’edificio rispose all’esigenza di fortificare il passo, situato in una posizione strategica e delicata, in coincidenza con l’ingresso nel Regno di Napoli.

Nell’area si svolsero diverse battaglie, una fra più celebri riguardò lo scontro nel 1799, quando Fra Diavolo impedì la penetrazione delle truppe napoleoniche nel Napoletano.

In età tardoantica sui ruderi del tempio fu edificata una cappella votata a S. Andrea Apostolo, da cui prende il nome il forte e la valle.

L’eccellente stato di conservazione di questo tratto dell’antico percorso romano, rende quest’area un vero e proprio museo a cielo aperto della tecnica stradale romana.

zoomgeolocalization

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email