L'Università di Tolosa studia la Via Francigena

L'Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) ha partecipato all'atelier conclusivo del progetto "Via Francigena" realizzato della Scuola di Turismo dell'Università "Jean Jaurès" di Tolosa (Occitania).L'incontro è stato ospitato nelle aule dell'ateneo francese che dedica ogni anno un corso semestrale di approfondimento e atelier pratici su tematiche inerenti al turismo sostenibile ed itinerari. Il progetto è stato condiviso fin dalle prime fasi con l'Associazione Europea delle vie Francigene che ha seguito i vari step dello studio, iniziato lo scorso mese di novembre.

Questa ricerca universitaria ha prodotto una analisi intermedia (presentata a dicembre 2018), indagini qualitative e quantitative, proposte progettuali, metodologie di studio applicate allo slow tourism, raccolta dati ed un dossier finale dedicato allo sviluppo della Via Francigena in Francia. Al centro dell'analisi sono stati considerati due aspetti: l'impatto socio-culturale e economico dell'itinerario nel tratto francese (900km) e l'accesso e utilizzazione del patrimonio culturale lungo la Via.

Lo studio ha confermato da una parte che il tratto francese è ancora poco conosciuto e poco frequentato dai pellegrini francesi e internazionali, così come ha fatto emergere la necessità di una maggiore messa in rete degli attori territoriali coinvolti per lo sviluppo del cammino. Dall'altra parte è stato rilevato lo straordinario potenziale della Via Francigena per lo sviluppo dei territori, anche considerando che il tratto francese viene attraversato per il 90% delle aree rurali.

I 24 studenti, suddivisi in 5 gruppi tematici di lavoro, hanno presentato ai docenti Francis Vayre (Direttore del programma Laurea in Turismo) e Dris Boumeggouti (Direttore del programma Master in Turismo) e all'AEVF il dossier finale che ha fatto emergere idee interessanti, da approfondire in futuro: cluster, nuove tecnologie, festival itinerante tematico, raccolta delle informazioni per il profilo dei pellegrini, escursionisti e camminatori, animazione dei territori. Alla fine della sessione AEVF è stata chiamata ad esprimere una valutazione complessiva sul lavoro svolto, interagendo in aula con gli studenti.

AEVF e l'Università di Tolosa hanno deciso di proseguire la proficua collaborazione con un accordo interazionale che permetterà di lavorare in sinergia con gli studenti, aprendosi anche ad altre università di Inghilterra, Francia, Svizzera, Italia e Spagna. Un modo per investire sui giovani e sugli studenti che possono apportare entusiasmo e numerose idee alla Via Francigena, diventando importanti ambasciatori del cammino.

© Riproduzione riservata   

https://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=/it/resource/news/luniversita-di-tolosa-studia-la-francigena/&src=sdkpreparse