Intanto Parto, annunciati i nomi dei finalisti del concorso letterario

Sabato 2 febbraio ad Abbadia Isola (Monteriggioni), in occasione del VI Forum “Comuni in cammino. Francigena-Cammini-Europa” sono stati annunciati i finalisti del premio letterario “Intanto parto… racconti e parole in cammino".

Tanti i partecipanti per questa seconda edizione che, per la prima volta, ha aperto una sezione specifica per i ragazzi under 25. Ventuno sono i lavori arrivati in finale: 10 per il premio over 25, che sarà assegnato il 16 marzo proprio ad Abbadia a Isola e 11 per quello under 25, la cui consegna avverrà a Pontremoli. I nomi dei vincitori saranno indicati in occasione delle due premiazioni. 

Questi i nomi dei finalisti: (in ordine alfabetico per autore):

Sezione Over 25:

“Mafall Diae: un ivoriano sulla Francigena” di Marina Berti

“La Mia Francigena” di Filippo Cirino

“Un passo avanti” di Francesca Corgiat Bondon

“Magda” di Estella Milianti

“Il riposo delle farfalle” di Matteo Minerva

“Le ferie di Paolo” di Luca Mirtilli (alias)

“Ritrovarsi camminando” di Tatiana Spadoni e Eduardo Enjuto Vàzquez

“Il sogno del pellegrino” di Luciano Valentini

“Destinazione Felice” di Valentina Zinzula

“La felicità accade” di Jamila Zitoune.

 Sezione UNDER 25:

“Perché cammini? Ascolta il tuo cuore” di Massimo Casale

“Risorgo come il sole all'indomani” di Isabella Cerasuolo

“Il viaggio di Hélène, una donna medioevale lungo la via Francigena” di Silvia Colligiani

“Passo dopo passo” di Alessia Delre

“Adesso è un buongiorno” di Giulia Frullini

“Uno strano pomeriggio” di Letizia Grasso

“Il cammino mortale” di Yassmine Mourabiti

“Il viaggio più bello della mia vita” di Giada Occhipinti

“Fatevi Portare dal vento” di Niccolò Paolino

“La via della speranza” di Rosa Piccolo

“L'albero della Grande Strada Bianca” di Ludovica Zenti

"L’idea di indire un premio letterario - racconta l'editore Luca Betti - è nata tra le mura della nostra redazione come tentativo di dare voce ad autori emergenti che, prendendo spunto dalla Via Francigena, sappiano raccontare il senso profondo del viaggiare lentamente, ritrovando il ritmo lento del viandante (che è anche quello della scrittura), e che concorrano a far conoscere da un altro punto di vista, luoghi, territori, tradizioni. [...] Un’idea che ha riscosso immediatamente l’apprezzamento di partner pubblici e privati che, fin dalla prima edizione, ci hanno sostenuto".

"Siamo molto felici della qualità di testi arrivati - aggiunge il Betti - ma anche del fatto che ci siano arrivati da diverse regioni, attraversate o meno dalla Via Francigena: Piemonte, Lazio, e Toscana, ma anche Veneto e Marche. Un segnale di diversità, ma anche di profonda ricchezza dei territori italiani che vogliono raccontare e raccontarsi."

Questa rosa di nomi è arrivata dopo un lavoro di selezione complesso che seguito dalla redazione della Betti Editrice e dal prezioso impegno di giurati che, a vario titolo, si occupano di scrittura: gli scrittori Paolo Ciampi e Simona Baldanzi, le giornaliste Selin Sanli e Silvia Iuliano, Iza Frackowiak, docente di italiano all’Istituto italiano di Cracovia. Tutti i racconti che sono rientrati in questa prima selezione saranno materiale di due pubblicazioni che andranno a far parte del catologo Betti Editrice e avranno una distribuzione a livello nazionale.

Tra i partner del premio: La Regione Toscana, l’Associazione Europea delle Vie Francigene, i Comuni capofila di Pontremoli, Lucca, Fucecchio e Siena, il Comune di Monteriggioni, ma anche l’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia e il Lions Club di Siena.

Fonte: comunicato stampa Betti Editrice

https://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=/it/resource/news/intanto-parto-annunciati-i-nomi-dei-finalisti-del-/&src=sdkpreparse