Via Francigena. The Road to Rome

Il Cammino di Santa Barbara guarda alla Via Francigena come buon esempio di sviluppo territoriale

Il 7 luglio 2020 è stato firmato l’accordo tra la Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara, Francigena Service, braccio operativo dell’ Associazione Europea delle Vie Francigene, e SL&A Turismo e Territorio per la redazione del Piano Strategico del Cammino Minerario di Santa Barbara in Sardegna.

Il Cammino Minerario di Santa Barbara è un importante itinerario che si snoda all’interno del Parco Geominerario Storico Ambientale del Sulcis-Iglesiente, in Sardegna. Il percorso, 30 tappe e circa 500 km, permette di ripercorrere gli antichi itinerari dei minatori ma anche quelli che venivano utilizzati per la ferrovia e il trasporto dei minerali.

Il Cammino, rappresentato dal presidente Giampiero Pinna, costituisce il caposaldo identitario dei Cammini di Sardegna, quello che il Piano Strategico del Turismo italiano PST 2017-2020 definisce un “nuovo asse di senso” e di sviluppo del turismo italiano.

Francigena Service è invece rappresentata da Massimo Tedeschi, Amministratore Unico della stessa e Presidente AEVF, associazione che rappresenta un esempio di successo per tanti cammini, sia in senso generazionale (esiste dal 2001), che per riconoscimento ufficiale, è infatti “Rete Portante” riconosciuta dal Consiglio d’Europa per quanto riguarda la valorizzazione e lo sviluppo della Via Francigena.

SL&A Turismo e Territorio, società di consulenza specializzata proprio nel turismo, rappresentata dall’A.D. Michela Valentini e dal Presidente Stefano Landi, nei suoi 32 anni di lavoro per tre volte ha sviluppato le strategie della Regione Autonoma della Sardegna come pure di molte Regioni italiane e destinazioni straniere.

L’elaborazione del Piano strategico prevede incontri e momenti di formazione comuni, con l’obiettivo di realizzare: un catalogo di prodotti turistici fruibili e vendibili; un sistema di governance condiviso con le comunità locali e i camminatori, la “vision” del Cammino ed i suoi strumenti operativi; una strategia di marca del Cammino, comprensiva di “azioni bandiera” da realizzare per aumentarne la notorietà e garantirne una buona reputazione.

Il percorso di lavoro, compatibilmente con le esigenze di distanziamento causa Covid-19 e con una stagione turistica che si auspica comunque soddisfacente, sarà molto intenso, e si concluderà a novembre 2020.

«Siamo molto soddisfatti per aver affidato a Francigena Service e a SL&A Turismo e Territorio la redazione del Piano strategico – ha detto il presidente Giampiero Pinna dopo la firma della convenzione -. La loro esperienza e la loro professionalità sono una garanzia per costruire un futuro di successo per il CMSB.». Alta professionalità ed esperienza internazionale per programmare il futuro del CMSB. A conclusione della Santa Messa, celebrata nel Santuario/Monastero del Buon Cammino, le Monache Clarisse hanno consegnato il Testimonium a Giusy Cardia, una pellegrina sarda residente a Malta che ha percorso quasi 300 km del Cammino.

In occasione della firma della convenzione i tre presidenti accompagnati da Sami Tawfik, project manager AEVF e Michela Valentini, AD SL&A hanno visitato diversi tratti del CMSB.

Maggiori informazioni sul CMSB: https://www.camminominerariodisantabarbara.org/

https://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=/it/resource/news/il-cammino-di-santa-barbara-guarda-alla-francigena/&src=sdkpreparse
© Associazione Europea delle Vie Francigene | C.F. 91829880340 - P.IVA 02654910344 Powered by ItinerAria