Via Francigena

“Nomad-In Cammino con Bruce Chatwin”, il docufilm di Herzog

Redazione AEVF
Redazione AEVF

Uscirà nelle sale italiane  il 19-20-21 ottobre il film  “Nomad-In Cammino con Bruce Chatwin“, ultimo documentario del grande regista tedesco Werner Herzog dedicato all’amico scrittore, Bruce Chatwin. Imperdibile appuntamento per gli amanti del cammino.

Queste due anime libere e nomadi erano profondamente legati dal comune bisogno di partire, il bisogno soprattutto di camminare per scoprire, viaggiare per comprendere e non solo semplicemente per vedere. Per trovare, come spiega un capitolo del documentario, i luoghi dell’anima. Con lo zaino regalato in punto di morte da Chatwin stesso, inizia il viaggio del grande regista Herzog tra Patagonia, Australia e Galles, regalandoci immagini sensazionali di queste terre e delle popolazioni che vi abitano.

Pensiamo che un film come “Nomad”, che celebra il viaggio nella sua forma più piena, più coinvolgente e più stimolante, unendo il gusto dell’avventura a quello della scoperta e dell’approfondimento culturale, possa veicolare un bellissimo messaggio per tutti coloro che condividono l’amore per il cammino e l’esplorazione.

Raccontato con l’inimitabile stile di Werner Herzog – ricco di personaggi e incontri memorabili – il film è la storia su una visione artistica personale e condivisa. Il desiderio, sia dello scrittore che del regista, di cercare approfondimenti sull’esperienza umana attraverso l’impulso a vagare ed esplorare – e in luoghi e comunità ai margini. La vita di Chatwin è anche la storia di un’ossessione: l’orrore di stare fermi. Nei suoi libri In Patagonia e Il viceré di Ouidah si sente il desiderio per le terre perdute; in Sulla collina nera e Utz, l’irrequietezza è una risposta alla tirannia della vita domestica.

L’idea di “irrequietezza” è un tema centrale del film: la ricerca di Werner Herzog per capire il suo amico, la cui instancabile indagine era sulla natura del bisogno di vagare per l’umanità e come quel desiderio ci abbia plasmato tutti. Tale è l’ammirazione per la scrittura di Chatwin che Herzog insiste molto sul fatto che i suoi studenti di cinema debbano leggere le sue opere come fonte d’ispirazione. In questo film, Herzog non ripercorre solo le avventure e i viaggi di Chatwin ma torna alla sua scrittura, leggendo alcuni estratti dei suoi romanzi mentre attraversa i paesaggi che li hanno ispirati. Nomad: In The Footsteps Of Bruce Chatwin contiene anche materiale d’archivio dello scrittore ed è stato realizzato in coincidenza con il 30° anniversario della sua morte.