Via Francigena

La Valle d’Aosta, porta di accesso della Via Francigena nel tratto italiano

Redazione AEVF
Redazione AEVF
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su twitter

Storia, tappe, accoglienze nella prima regione italiana della Via Francigena.

Salire sul colle del Gran San Bernardo fino al 1905 sul versante italiano era un’impresa perché non esisteva la strada asfaltata. La presenza umana da queste parti risale comunque alla notte dei tempi, ma furono i romani a lasciare numerosi segni del loro passaggio.

Il rifugio sul colle fu fondato da Bernardo sul colle nel 1050 e inizialmente era una filiale del monastero di Saint-Pierre.
Nel corso dei secoli, oltre all’arcivescovo di Canterbury, Sigerico, a cui dobbiamo tante delle notizie della via Francigena, passarono da qui tantissimi uomini illustri. Brenno, Annibale, Napoleone e numerosi papi, l’ultimo dei quali è stato Giovanni Paolo II.
Dal Gran San Bernardo a Pont St. Martin, paese di “confine” con il Piemonte, ci attendono cinque tappe per un totale di circa 90 km. Un su e giù per la valle che ci permette di evitare le strade ormai molto trafficate restando immerso nella natura.
In tanti chiedono se si possa fare in un solo giorno dal passo ad Aosta. La difficoltà non sono i chilometri da percorrere, ma il dislivello in discesa di circa 1900 metri. Al limite, per chi avesse già dormito nel capoluogo prima di salire al passo, è possibile pensare di allungare la seconda tappa arrivando a Quart e dormendo in uno dei diversi bed & breakfast.

Le tappe “tradizionali”
Dal Gran San Bernardo a Echevennoz – 14,9 km
Da Echevennoz a Aosta – 13,6 km
Da Aosta a Châtillon – 27,7 km
Da Châtillon a Verrès – 19,0 km
Da Verrès a Pont St. Martin – 14,8 km

!!AGGIORNAMENTO PERCORSO DEL 8/08/2020 Si segnala che all’altezza del comune di Quart, posto lungo la terza tappa della Via Francigena nella regione della Valle D’Aosta, è presente una deviazione del sentiero abituale. Tutte le INFORMAZIONI QUI !!

 

 Qui trovate tutte le informazioni ufficiali.

https://www.viefrancigene.org/it/mappe/#itinerarioSigerico

Le accoglienze pellegrine e turistiche
Lungo il tracciato si trovano tante accoglienze per ogni gusto. Potete scaricare l’elenco in pdf dal sito a questo link https://www.viefrancigene.org/static/uploads/01-accoglienza-gsb-pavia.pdf
L’Associazione Europea delle Vie Francigene sta aggiornando settimanalmente il file delle strutture “pellegrine” su tutto il tracciato europeo

Qui di seguito la situazione degli ospitali per i pellegrini delle varie realtà valdostane tappa per tappa. Nelle tappe intermedie ci sono altre strutture pellegrine e campeggi aperti.

GRAN SAN BERNARDO
Ospizio del Colle San Bernardo – aperto
Casa Don Angelo Carioni – aperto

ETROUBLES Ostello Dortoir – Frazione Echevennoz – aperto

AOSTA al momento non ci sono accoglienze pellegrine

QUART: trovate un B&B a qualche centinaio di metri dal tracciato http://www.auxpiedsduchateau.it/ 333.2379003

CHATILLON Monastero Francescani Cappuccini – aperto ma in questo momento con posti letto ridotti

VERRÈS Ostello Il Casello – aperto

PONT SAINT MARTIN Foresteria S.Martin 3472232039 aperto

Per arrivare al Passo del Gran San Bernardo
Da Aosta esiste un servizio bus effettuato da Savda con due corse al giorno, alle 9 e alle 14.05. Potete vedere l’orario ufficiale qui http://www.savda.it/public/linee/allegati/884_it.pdf
La Savda effettua anche corse per Aosta da Torino e da Milano. Qui orari e indicazioni http://www.savda.it/it/orari.php

La guida e la app
La guida ufficiale e la app sono validi strumenti per accompagnare il viandante in una esperienza ancora più intensa. Troverete ogni genere di informazione utile sia per preparare il vostro cammino, che per risolvere dubbi mentre percorrerete la Via.