Via Francigena

La Via Francigena incontra il Ministro

Redazione AEVF
Redazione AEVF

Mercoledì scorso 30 luglio, convocato direttamente dal Ministro Franceschini tramite il consigliere per il turismo Stefano Ceci, si è svolto un importante incontro sul tema della Via Francigena cui hanno partecipato rappresentanti politici, dirigenti, funzionari ministeriali e regionali.

Il Ministro ha impartito chiara e netta direttiva di attuazione della Francigena in tutta Italia sulla falsariga dell’esperienza toscana, prevedendo l’utilizzo delle risorse della programmazione europea 2014-2020, cui si auspica potranno aggiungersi, almeno in parte, quelle della legge n. 9/2014 “Destinazione Italia” concernenti i fondi 2007-2013. Si tratta in sostanza della parte italiana dell’Euro Master Plan (EMP) della Via Francigena, lanciato il 13 dicembre 2013 a Bruxelles in occasione di Euromeeting organizzato dalla Regione Toscana, che si intende presentare ad Expo Milano 2015.

A settembre verrà costituito il coordinamento operativo fra Ministero, Regioni ed AEVF (quest’ultima in quanto “reseau porteur” della Francigena per mandato del Consiglio d’Europa – comunicazione del 9.2.2007; titolare dell’Accordo di Valorizzazione con la Direzione Generale delle Biblioteche, Istituti Culturali e Diritto d’Autore di MiBACT – stipulato il 31.5.2014 nel corso dell’assemblea generale di Acquapendente – e del Protocollo di collaborazione con Regione Lombardia, Provincia di Lodi, Provincia di Pavia – sottoscritto il 27.11.2013 a Milano).

Il Ministro era accompagnato da Giampaolo D’Andrea, capo di gabinetto; Stefano Ceci consigliere per il turismo; Vania Virgili, consigliere per i fondi strutturali europei; Antonia Recchia, segretario generale MiBACT; Anna Maria Buzzi DG della Valorizzazione; Onofrio Cutaia, DG Turismo; Cristiano Radaelli, commissario straordinario ENIT; Manuel Guido; Simonetta Bonito e diversi altri.

Per le Regioni erano presenti: presidente Roberto Maroni (Lombardia); assessore Antonella Parigi (Piemonte); assessore Silvia Godelli (Puglia); assessore Maurizio Melucci (Emilia-Romagna); direttore turismo regionale Bastianelli (Lazio); Patrizia Minardi (dirigente Regione Basilicata); assessore Nocentini con i dirigenti Paolo Bongini e Giovanni D’Agliano (Toscana), funzionari della Regione Molise e diversi altri.