Via Francigena

Inaugurato l’ostello Sigerico sulla via Francigena

Redazione AEVF
Redazione AEVF

Nello splendido complesso parrocchiale della Pieve di S.Maria Assunta a Chianni, uno tra i monumenti romanici più significativi della Toscana e della Valdelsa, sul confine tra le province di Firenze, Pisa e Siena, è stato inaugurato un ostello per i pellegrini, al quale è stato dato il nome di “Sigerico“, in ricordo della sosta che il vescovo di Canterbury, pellegrino, prima dell’anno mille, fece in quel luogo, di ritorno da Roma.
Al taglio del nastro e benedizione dei locali erano presenti S.E. Monsignor Alberto Silvani, vescovo di Volterra, di cui la parrocchia fa parte, il sindaco Federico Campatelli di Gambassi, l’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti, il parroco della Pieve Don Evaristo Masini, che tenacemente ha creduto in questo progetto. Presente anche l’artefice del grosso lavoro di restauro, l’architetto Anna Giubbolini. Nella Pieve, colma di cittadini e ospiti, la soddisfazione e l’emozione è stata palpabile.
Non i soliti discorsi di circostanza, ma nelle navate sono risuonate parole di ringraziamenti reciproci e di stima per tutti coloro che, a vario titolo, hanno permesso e contribuito alla realizzazione dell’ostello.

La struttura che già da alcuni giorni ospita i pellegrini è stata ricavata dalla canonica della Pieve, in disuso da anni. All’interno sono stati ricavati 35 posti letto. Le camere, con bagno, vanno da uno fino a quattro letti.  I prezzi sono modici: 24 euro per una camera singola, 17 euro a persona in camera doppia.  L’ostello, il primo sul territorio del comune termale, è uno degli interventi che sono stati messi in campo per fare in modo che la Francigena diventi davvero una delle chiavi dello sviluppo turistico del territorio. Grazie ai finanziamenti della Regione, è stato realizzato anche un camminamento per i pellegrini a fianco della strada, per metterli in sicurezza nel tratto che conduce alla Pieve e che combacia con la strada Volterrana.  Sempre all’ingresso del paese, dove si trova anche la Pieve, il Comune realizzerà anche un parcheggio e un ufficio turistico

Monsignor Alberto Silvani, durante il suo intervento, ha anticipato che la prossima inaugurazione dovrebbe avvenire nel Comune di San Gimignano, dove fervono i lavori di restauro del complesso che fa parte della meravigliosa Pieve romanica di Cellole, appartenente sempre alla Curia vescovile di Volterra. Quella Pieve che ispirò Giacomo Puccini per la sua opera lirica Suor Angelica.