Via Francigena

Il patrimonio culturale numerico: topologie e topografie degli itinerari culturali. Il caso di studio della Via Francigena

Redazione AEVF
Redazione AEVF

E’ iniziato ufficialmente il 17 settembre il progetto europeo (durata 12 mesi) guidato dall’Università di Lille in collaborazione con l’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF).

L’obiettivo è quello studiare le modalità di rappresentazione numerica del patrimonio culturale lungo l’itinerario mettendo in stretta relazione elementi topografici e topologici. L’analisi sul “caso” della Via Francigena si focalizza sulla regione francese del Nord-Pas-de-Calais e la parte svizzera del percorso. L’AEVF è partner del progetto.

Il gruppo di lavoro è costituito dai laboratori Geriico (Scienza della comunicazione) e dell’Informazione di Lille 5; STL (Dipartimento Linguistico); IRHiS (Dipartimento Storia e Scienze umanistiche ) di Lille 3; TVES (Dipartimento Geografia) e Clersé (Dipartimento Sociologia ed Economia) di Lille 1. Il progetto coinvolge organizzazione internazionali quali: l’Associazione Europea delle Vie Francigene, il dipartimento Qualità della Vita dell’Università di Bologna, la Digital Method Initiative dell’Università di Amsterdam, il Digital Humanities Lab del Centre Virtuel de la Connaissance sur l’Europe a Lussemburgo e alcuni esperti che saranno chiamati ad intervenire: Jasques Levy (EPFL), l’Istituto Europeo Itinerari Culturali di Lussemburgo, l’Internet Oxford Institute.

La Francigena nel quadro del programma degli itinerari culturali del Consiglio d’Europa. L’itinerario della Francigena è stato scelto come modello europeo per questa analisi sperimentale condotta dall’Università di Lille. L’AEVF viene coinvolta in tutte le fasi di questa ricerca, raccolta ed elaborazione dei dati. Il materiale sul quale verte lo studio riguarda mappe topografiche e percorso geolcalizzato, carnet di viaggio, foto, dati numerici e frequentazioni del sito, interazione con i social media legati alla Francigena, riviste e pubblicazioni di settore.

Risultati attesi. Il progetto mira a costruire una rete interdisciplinare que permetterà all’Università di Lille ed all’AEVF di posizionarsi sulle questioni relative alla valorizzazione del patrimonio culturale numerico. Il progetto si prefigge i seguenti risultati: 1) una piattaforma web (in relazione con il portale Via Francigena) dove saranno pubblicati gli stepd di avanzamento del progetto ed i riultati finali 2) consultazione e messa a disposzione dei dati; 3) una pubblicazione tecnica realizzata da ognuno dei laboratori coinvolti; 4) una pubblicazione finale scientifica.

Prossimi incontri: 22 gennaio 2015 presso l’Università di Lille; incontro conclusivo a luglio (data da confermare)

Per maggiori info:
Luca BRUSCHI, AEVF : luca.bruschi@viefrancigene.org