Via Francigena

Da radio a “Podcast Factory”. La storia di “Radio Francigena, la voce dei cammini”

Redazione AEVF
Redazione AEVF
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su twitter

Da radio a “Podcast Factory”, la storia di Radio Francigena, la voce dei cammini.

Radio Francigena è nata dall’idea di fornire una voce e un servizio a tutte quelle realtà culturali, associative, storico-turistiche, di movimento – italiane ed estere – che puntano sul patrimonio culturale, allargato alla qualità della vita e del buon vivere. Slow food, cammino lentoculturacreativitàprodotti a chilometro zero, riscoperta della parola, della fantasia e dei valori fondamentali della vita.

“Siamo per il ritorno alla mobilità dell’immaginazione e dei sogni – si legge sul sito della radio voce dei cammini – per il recupero dei suoni dimenticati e degli odori cui non siamo più abituati: con la radio alimentiamo la memoria di questi percorsi e gli diamo linfa e nuova energia valorizzando modelli di vita slow, in questo senso più consapevoli, più riflessivi ma più vicini alla natura, più vicini alle persone.”

La musica è sicuramente uno dei punti di forza della radio così come lo sono interviste, anteprime, showcases dal vivo con artisti italiani e stranieri, oltre che aneddoti e racconti direttamente dalla voce dei protagonisti del cammino.

Attraverso la radio i fondatori hanno creato negli anni un filo diretto con tanti produttori di cultura turistica, di “movimento lento”, di qualità enogastronomica, di cultura del vino, di prodotti a chilometro zero, diventando un amplificatore di conoscenza per tutte le molteplici iniziative locali.

Letture, segnalazioni di libri, racconti e chiacchierate in libertà con gli autori, con i migliori attori ma anche con i viandanti che si trovavano percorsi, per riscoprire il valore della parola e del sapere ascoltare, per camminare verso una integrazione sociale rispettosa delle culture dei vari popoli.

Dopo l’anno di pandemia però, si è arrivati a prendere una decisione che cambia aspetto alla radio: stop alla programmazione in diretta e via ad una teca virtuale che raccolga e renda disponibile all’ascolto in ogni momento gli audio dedicati al cammino.

“Cari ascoltatori ed amici, dopo sei anni di trasmissioni, dal 1° Giugno 2021 “Radio Francigena, la voce dei cammini” cambia: spegne il segnale live della radio e si trasforma in una sorta di “Podcast Factory”. Sono diverse le motivazioni dietro a questo cambiamento – racconta Alberto Pugnetti, direttore e fondatore dell’emittente – La principale è che per le webradio le limitazioni tecniche per poter solo pensare di competere con le attuali radio in fm sono ancora troppe

Nel periodo della pandemia e del #iorestoacasa l’ascolto della radio dei cammini è cresciuto con dei picchi mai prima raggiunti, confermando la “difficoltà” dell’ascolto al di fuori delle mura domestiche o di dove esista una connessione wifi stabile.

La piacevole sorpresa per i creatori è stata la crescita esponenziale dell’ascolto dei podcast, cioè l’ascolto on demand delle trasmissioni, portando a oltre 960.000 le persone che sono entrate almeno una volta nel nostro sistema per ascoltare i nostri podcast con una media mensile tra 45/60.000 ascoltatori.

“A distanza di sei anni, la crescita costante dell’ascolto della radio on demand è l’unico dato che non è mai cambiato – prosegue Pugnetti – E il numero delle persone che ci ascoltano quotidianamente al di fuori del territorio nazionale sta crescendo giorno dopo giorno”

A questo punto hanno reputato necessaria una estesa riflessione sul futuro della radio e al termine di questo percorso si è deciso di sospendere la diretta della radio per concentrarsi esclusivamente sui podcast. Tutte le trasmissioni, per come gli ascoltatori hanno imparato a conoscerle finora, rimangono, il palinsesto sarà anzi arricchito e in parte modificato per le nuove esigenze.

Il sito www.radiofrancigena.com è stato rinnovato e proprio in queste ore verrà messa on line la nuova impaginazione. Siamo certi che questo nuovo capitolo di “Radio Francigena, la voce dei cammini” attraverso il mondo della lentezza e della mobilità dolce sarà l’inizio per raggiungere ulteriori nuovi traguardi. “E lo faremo – conclude Pugnetti –  con tutti i nostri ascoltatori e alle associazioni, ai gruppi e alle singole forze che fin qui ci hanno sostenuto. Vi aspettiamo, come sempre.”