Via Francigena

Da ex tipografia a ostello per i pellegrini: l’esempio di san Miniato

Redazione AEVF
Redazione AEVF
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su twitter

L’ex tipografia Palagini nel centro storico di San Miniato diverrà un ostello per i pellegrini della via Francigena. A darne notizia la giunta Gabbanini nella conferenza stampa di oggi, mercoledì 1 aprile. Presenti il primo cittadino, l’assessore ai lavori pubblici Manola Guazzini e l’assessore al turismo Giacomo Gozzini.

L’edificio sito in piazza Mazzini sarà ristrutturato per un costo di 400mila euro, e darà alloggio a 13 ospiti.  Il finanziamento, appositamente pensato per creare ostelli per i pellegrini, risale al 2013 ed è suddiviso in 240mila euro dalla Regione e 160mila dai fondi comunali.

“La ristrutturazione – commenta l’assessore Guazzini – riguarda le opere murarie, il tetto, gli impianti. Necessari anche nuovi servizi igienici e un piccolo intervento sulla pavimentazione”. Da ricordare che l’edificio è stato inagibile per due anni. Prima vi erano stati allocati alcuni uffici comunali. Al momento funge da archivio.

Come sarà la struttura – La struttura, di 100 metri quadrati, è divisa in un piano terra da 85 mq e da un piano sotto il livello della strada da 15 mq. I 13 posti letto saranno divisi in tre camere. Sarà presente anche una reception, un angolo cottura, una sala relax, un vano lavanderia che fungerà da deposito bagagli e come già specificato il bagno.

I lavori – La ristrutturazione, oltre a conservare lo stile toscano (verrà utilizzato legno di castagno per le travi, cotto e pietre locali per l’allestimento), sarà effettuata per rispondere dei canoni di risparmio energetico. Entro l’anno la struttura dovrà essere inaugurata e dovrà partire il bando di gestione. “C’è stato un interessamento – specifica l’assessore Gozzini – da parte dell’associazione toscana delle vie francigene, ma siamo comunque aperti a tutti”. Si pensa che la gestione non sarà a offerta libera, come altre strutture (si pensi al servizio offerto dalla Misericordia di San Miniato Basso), ma con tariffe fisse ed economiche.

Piazza Mazzini pedonale – Novità importante sarà la chiusura al traffico della piazzetta antistante, unico punto panoramico della vallata sud in tutto il centro storico. “È un bellissimo intervento quello che faremo – commenta il sindaco Vittorio Gabbanini -, riportiamo al turismo e alla cittadinanza uno dei punti più belli di San Miniato”. Undici posti auto saranno eliminati, e la piazza sarà delimitata da una catena nel tratto che la unisce con via Vittime del Duomo. Tra gli alberi verranno ripristinate, come un tempo, le panchine.

La via Francigena e il centro storico – L’intervento, secondo Gozzini, si inserisce in un piano più ampio di valorizzazione del centro storico, oltre al rifacimento di via Ser Ridolfo in lastricato e alla manutenzione di quello già esistente in via Conti. E inoltre, ultimo ma non ultimo, “San Miniato continua a essere protagonista della via Francigena da almeno 5 anni a questa parte”, conclude Gozzini

Fonte: Geonews