Categorie
news-import

Da La Storta a San Pietro passando per la ciclabile, successo per la camminata con Valorizziamo Veio

Domenica 9 giugno si è svolta con successo la tradizionale camminata “In viaggio verso Roma sulla via Francigena – ultima tappa tra La Storta e San Pietro” organizzata dall’associazione Valorizziamo Veio.

L’evento, patrocinato dal Municipio Roma XIV e dall’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF),  ha visto la partecipazione di una cinquantina di persone che hanno percorso l’ultima tappa della Francigena verso Roma proseguendo sulla pista ciclopedonale Monte Mario – Monte Ciocci.

Alla camminata hanno preso parte, tra gli altri, alcuni amministratori del Municipio XIV, Marco Petrelli per Valorizziamo Vejo, l’instancabile e appassionato Stefano Cardarelli e Massimo Tedeschi, presidente dell’Associazione Europea delle Vie Francigene. Il percorso si è sviluppato lungo il Parco Lineare da Monte Mario al Monte Ciocci che con i suoi 5 km costeggia la linea ferroviaria FL3, per finire il suo viaggio tra i ricordi del film di Ettore Scola “Brutti sporchi e cattivi” un amarcord di emozioni.  

Prima dell’arrivo a San Pietro c’è stato un simbolico taglio del nastro insieme all’assessore nella giunta del Municipio XIV, Michele Menna : “Un’occasione per far conoscere, ed inaugurare idealmente, una tratto della Via, che nelle intenzioni dell’Assemblea Capitolina di Roma Capitale potrebbe divenire una nuova variante spiegano gli organizzatori. 

Categorie
news-import

Il progetto Routes4U, focus con Sami Tawfik (AEVF)

Routes4U è il nome scelto per l’importante progetto promosso da Commissione europea (DG Regio) e Istituto europeo degli Itinerari culturali (IEIC) di Lussemburgo. Il progetto riguarda lo sviluppo di azioni di valorizzazione delle quattro macro-regioni europee: Alpina, Adriatico-Ionica, Danubiana e Baltica.

Scopo principale è quello di mettere a valore l’apporto che gli Itinerari culturali del Consiglio d’Europa possono dare in termini di sviluppo locale, cooperazione culturale e coesione sociale ai quei territori, che ricomprendono 27 Paesi e 340 milioni di persone.

L’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF), riferimento a livello europeo in termini di gestione, vision e governance degli Itinerari, ha partecipato, con successo, al bando relativo alla macro-regione alpina in quanto sette Regioni (Bourgogne/Franche-Comté; Vaud; Vallese; Valle d’Aosta; Piemonte; Lombardia; Liguria) delle tredici della Via Francigena sono incluse in essa, costituendo uno snodo centrale per lo sviluppo della Via nella sua dimensione europea.

Il progetto presentato da AEVF, si basa sulla diffusione del sistema di governance e delle “buone pratiche” della Via, al fine di stimolarne la replicabilità nell’intera area della macro-regione, garantendo al contempo la valorizzazione dell’ambiente alpino e dei valori ad esso legati. Tra le azioni proposte si sottolinea l’attività di posa di segnaletica informativa in luoghi strategici della macro-regione attraversati dalla Via, il maggiore coinvolgimento degli attori privati che operano lungo la Francigena (ostelli, hotel, bar, ristoranti etc.), lo sviluppo di convenzioni legate alla credenziale ufficiale del pellegrino e il coinvolgimento di tour operator per la creazione di pacchetti tematici riferiti alla Via nella macro-regione.

Il progetto sarà inoltre strumentale all’aumento della partecipazione attiva degli Enti locali alle azioni e alle progettualità, migliorando la conoscenza della Francigena nelle aree interessate e la sua interconnessione con i progetti che già operano nella macro-regione alpina.

La videointervista in inglese a Sami Tawfik (Project Manager AEVF) realizzata durante l’incontro Routes4U a Bard (Credit: Cultural Routes of the Council of Europe programme): https://youtu.be/6gKpXlSIHo0

L’articolo è tratto dall’ultimo numero della rivista ufficiale AEVF “Via Francigena”. La rivista, edita dallo Studio Guidotti sarà consultabile gratuitamente online al sito www.rivistaviafrancigena.it e acquistabile sullo shop online. Tante notizie, informazioni e testimonianze da leggere a passo lento in inglese, francese e italiano.

Categorie
news-import

Festival Europeo Vie Francigene e Cammini, un tema al femminile e l’invito a partecipare

E’ pronta a decollare la nona edizione del “Festival Europeo Vie Francigene e Cammini – Collective project 2019”. Il progetto, propone un cartellone ricco di iniziative per promuovere e valorizzare i territori attraversati dai cammini e dagli itinerari culturali del Consiglio d’Europa.

L’iniziativa, sotto la direzione artistica dell’architetto Sandro Polci è promossa dall’Associazione Europea delle Vie Francigene in collaborazione con l’Associazione CIVITA e si svolge da giugno a novembre. L’edizione di quest’anno sarà dedicata al tema “La Via femminile. Sensibilità nei paesaggi umani e naturali”. Gli eventi, come da tradizione, saranno di varia natura – dai cammini alle iniziative culturali, dagli studi di merito alle feste di borgo, e valorizzeranno il paesaggio, le sue naturali mutazioni, le culture identitarie con i numerosi “follow up” di culture materiali: lavorazioni artistiche e artigianali, riti, feste, condivisione e convivialità. Tutto ciò con uno sguardo al femminile, cioè nuova sensibilità nel camminare, condividere, promuovere e pensare.

E’ possibile partecipare e continuare ad aderire gratuitamente al progetto, segnalando gli eventi organizzati coerenti al tema, che si intendono promuovere nei singoli territorio nel periodo da giugno a novembre 2019. Il Festival sarà presentato in conferenza stampa ufficiale a Roma il 1 luglio.

“Dopo otto anni trascorsi insieme, continua il nostro cammino condiviso nella volontà di essere ancora più plurali e aperti ai tanti nuovi amici in cammino. – afferma Sandro Polci – Perciò Vi chiediamo di far parte anche di questa nona edizione del “Festival Europeo Vie Francigene e Cammini”, promosso dall’Associazione Europea delle Vie Francigene con la collaborazione dell’Associazione CIVITA; è itinerante, “pellegrino” e condiviso dai tanti soggetti di buona volontà che promuovono eventi ideati, non soltanto lungo la Francigena, ma nella sempre crescente rete di cammini nazionali ed europei”.

Inserisci il tuo evento compila il form online o scrivi a: francigenafestival@libero.it 

Sito web: https://www.festival.viefrancigene.org/it/festival/

Categorie
news-import

Presentato il bando “Gargano DOC – Scuola del documentario sui Cammini e gli Itinerari Culturali”

Sono stati presentati mercoledì mattina a Monte Sant’Angelo, nel corso dell’incontro territoriale per la Puglia Nord del “Comitato dei Cammini e degli Itinerari Culturali” della Regione Puglia, le attività ed il bando di partecipazione all’edizione 2019 di “Gargano DOC – Scuola del documentario sui Cammini e gli Itinerari Culturali”.

I dettagli dell’iniziativa, che è parte integrante delle attività previste per la seconda edizione di  “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” – una produzione Apulia Film Commission con il finanziamento della Regione Puglia nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network, Ente Parco Nazionale del Gargano e Comune di Monte Sant’Angelo – sono stati illustrati dal direttore artistico di “Mònde” Luciano Toriello insieme al direttore e al membro del CDA della Fondazione Apulia Film Commission, Antonio Parente e Giovanni Dello Iacovo.

“Gargano DOC – Scuola del documentario sui Cammini e gli Itinerari Culturali” è ideata e organizzata dalla società di produzione foggiana “MAD – Memorie Audiovisive della Daunia”, mentre le attività formative sono affidate ai professionisti e agli autori di Istituto Luce-Cinecittà, dando così il via ad una prestigiosa collaborazione con la storica società pubblica, braccio operativo del MIBAC ed il cui Archivio storico rientra nel registro “Memory of the world” UNESCO.

Aperta a giovani videomaker ma anche ad appassionati camminatori e viaggiatori, “Gargano DOC” si terrà da giovedì 11 a domenica 14 luglio 2019 presso l’ex Caserma Sansone nel cuore della Foresta Umbra (sito patrimonio UNESCO) ed in location varie del Parco Nazionale del Gargano.

Consulta il bando qui.

Fonte: comunicato stampa

Categorie
news-import

Continua il cammino di Andrea Devicenzi, quarto step da Montale a Berceto

Un passo alla volta, l’atleta Paralimpico Andrea Devicenzi, sta percorrendo i 1.000 chilometri che separano il Gran San Bernardo in Vall d’Aosta da San Pietro a Roma con la sua gamba, le due stampelle e i suoi sponsor storici quali Parmovo, Bmw, Quixa e Dama Abbigliamento.

Terminati i primi 300 chilometri, Andrea, dal 5 giugno percorre il quarto step che lo porterà insieme a tutto il suo team da Montale fino a Berceto, lasciandosi alle spalle la pianura padana per addentrarsi nelle colline parmensi, arrivando ai piedi del Passo della Cisa.

Per la prima volta dopo le 15 tappe precedenti, ad accompagnare la squadra di Viaggi in Gamba sarà il sole. Devicenzi anche per queste 5 tappe ha preferito mantenersi su distanze non troppo sfidanti, senza mai superare i 25 giorni.

La squadra di Andrea, formata da esperti nel settore ingegneristico, materiali e soluzioni legate alla disabilità, stanno lavorando a materiali e soluzioni per aumentare il chilometraggio giornaliero, ma soprattutto per togliere e/o alleviare difficoltà che incontrano le persone che deambulano con le stampelle.

“La Via Francigena, mia seconda esperienza in cammino, è un proseguo del mio percorso interiore di crescita personale che vede in questi 1.000 chilometri un aspetto “nuovo”, portare la mia esperienza ultra ventennale nell’utilizzo di questo ausilio, al servizio di tutti. Il superamento di moltissime barriere e l’aver accettato e raggiunto sfide all’apparenza impossibili, mi ha portato a capire i punti deboli di ciò che c’è oggi sul mercato e dunque lavorare e testare cosa fare per ovviare a questi limiti. E’ una sfida nella sfida, affrontata con Passione, Costanza e Divertimento” spiega Andrea.

Chiunque può camminare al suo fianco per il tempo ed i chilometri che preferisce, queste le tappe tra il piacentino e il parmense:

Mercoledì 5 giugno: Montale – Fiorenzuola
Giovedì 6 giugno: Fiorenzuola – Fidenza
Venerdì 7 giugno: Fidenza – Medesano
Sabato 8 giugno: Medesano – Bardone
Domenica 9 giugno: Bardone – Berceto

Info:http://www.viaggingamba.it/ // Facebook: https://www.facebook.com/andreadevicenzipage/

mail a: info@andreadevicenzi.it – 338.3334317

Fonte: comunicato stampa

 
Categorie
news-import

Via Eurasia: il cammino dei cammini. Kick off meeting

La riunione di avvio del progetto “Italia, Grecia e Turchia a piedi” , volta a certificare la Via Eurasia come itinerario culturale del Consiglio d’Europa, si è svolta il 16 – 18 aprile 2019 a Istanbul, in Turchia.
Il focus dell’incontro è stato quello di introdurre e definire i ruoli e le responsabilità di ciascun ente collaboratore presente lungo l’itinerario. L’incontro è stato utile al fine di aumentare il dialogo tra i partner, sensibilizzando gli attori pubblici e privati del territorio alle future azioni da intraprendere. L’incontro ha riunito Culture Routes Society, Associazione Europea delle Vie Francigene, Trace Your Eco, Sultan’s Trail Foundation, Via Egnatia Foundation, tre comuni della Turchia (Edirne, Izmit e i comuni Nilüfer di Bursa), Hiking Istanbul, the Evliya Çelebi Way, Tolerance Way, nonché esperti incaricati della gestione del dossier di certificazione e dell’analisi scientifica.

Durante questi tre giorni del Kick off meeting i partecipanti hanno condiviso idee sullo sviluppo e la gestione della Via Eurasia, illustrando le rispettive sezioni dell’itinerario confrontandosi sulle proprie best practices. Kate Clow, Presidente della Culture Routes Society, ha presentato il lavoro dell’organizzazione e condotto un workshop interattivo dove i partecipanti hanno approfondito per la prima volta gli elementi caratterizzanti della Via Eurasia ed è stato effettuato un focus sulle cartografie, così da poter specificare la condizione dell’itinerario, le aree in cui è stato richiesto un ulteriore lavoro e le azioni necessarie per unire le sezioni del percorso. Questi temi, affrontati insieme, hanno rafforzato il lavoro di squadra e identificato i temi principali da trattare: storia, architettura tradizionale, architettura moderna e arte, paesaggio/vista, varietà, gastronomia, interazione locale/ospitalità, cultura scambio, ecc.

Luca Bruschi, direttore dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, ha illustrato alcune buone pratiche della Via Francigena e le strategie di marketing applicate. La responsabile del Management Committee (Comitato di Gestione), Elena Dubinina, ha spiegato i criteri del Consiglio dell’Europa per certificare un Itinerario Culturale e il contenuto richiesto per la presentazione della domanda di ammissione. L’incontro ha evidenziato un grande potenziale per la Via Eurasia al fine di diventare una piattaforma collaborativa per diversi partner provenienti dall’Europa e dall’Asia, lavorando congiuntamente sulla conservazione e valorizzazione del patrimonio e delle tradizioni, sulla rivitalizzazione delle comunità locali e dei rispettivi stili di vita, oltre a fornire un’esperienza indimenticabile per gli esploratori e i viaggiatori.

Categorie
news-import

Via Francigena, l’AEVF a Besançon per l’assemblea generale

L’Associazione Europea delle Vie Francigene torna in Francia per l’appuntamento con l’assemblea generale. Dopo Champlitte nel 2018, i soci AEVF si ritrovano il 14 giugno a Besançon (Doubs, Bourgogne-Franche-Comté), comune membro AEVF e tappa dell’itinerario.

L’assemblea associativa sarà preceduta dal convegno dedicato al tema: “La Via Francigena, strumento di valorizzazione dei nostri territorio”, organizzato dall’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) in collaborazione con: Association Champlitte, Patrimoine et Via Francigena, Communauté d’Agglomération du Grand-Besançon, Région Bourgogne-Franche-Comté, Département du Doubs, in partenariato con il periodico “Le Pèlerin”.

Il convegno, in programma venerdì 14 giugno alle 9.30, offrirà un momento di confronto e condivisione su buone pratiche e opportunità, accoglienza e animazione nel territorio. La Via Francigena GR®145 si trova infatti all’incrocio di altri grandi itinerari come il Cammino di Santiago, la GR®5, l’Échappée Bleue, l’Eurovelo 6. L’incontro sarà anche occasione per parlare dello stato di avanzamento del dossier l’UNESCO e altri progetti. L’iniziativa vedrà l’intervento dei rappresentanti delle istituzioni locali e regionali, mondo dell’associazionismo e numerosi esperti. Tra i relatori ci saranno il Ministero della Cultura francese, Atout France, la rivista Pèlerins e i rappresentanti delle 3 regioni francesi attraversate dalla Via Francigena (Hauts-de-France, Grand Est et Bourgogne-Franche-Comté).

Un’importante vetrina per la Francigena che incontra proprio a Besançon un altro grande evento: il festival outdoor “Grandes heures nature” in programma nello spazio esposizione e congressi Micropolis della cittadina francese dal 13 al 16 giugno. AEVF è presente con un proprio stand per far conoscere la Via Francigena.

Comunicato stampa AEVF

Categorie
news-import

I Love Cammini Emilia Romagna, dodici passeggiate alla scoperta del territorio

Dodici passeggiate facili e gratuite alla scoperta del territorio, accompagnati da guide AIGAE (Associazione italiana guide escursionistiche). Il 15 giugno debutta “I Love Cammini Emilia-Romagna” il calendario di escursioni, a passo lento, per vivere i cammini storici dell’Emilia Romagna da Piacenza a Rimini.

L’iniziativa, alla sua prima edizione, propone delle uscite nei weekend da giugno a settembre per far scoprire gli splendidi cammini storici e naturalistici del territorio, con tanto di merenda dedicata ai prodotti tipici e soste nei luoghi di fede più affascinanti: dalla Basilica di San Luca, al Convento delle Clarisse nel Montefeltro, dall’Eremo di Tizzano, all’Abbazia di Galeata in Romagna.

I Love Cammini Emilia Romagna è promossa da APT Servizi Regione Emilia-Romagna in collaborazione con la Conferenza Episcopale dell’Emilia Romagna. Le escursioni sono organizzate dai singoli Cammini in collaborazione con l’Associazione AIGAE.

Dal Cammino di San Francesco alla Via Romea Germanica Imperiale, dalla Via della Lana e della Seta al Cammino di Sant’Antonio, dalla Via degli Abati alla Via Matildica del Volto Santo per citarne alcuni: “I Love Cammini” Emilia-Romagna è l’occasione per trascorrere un po’ di tempo fuori città, tra borghi, pievi e rifugi, immergersi nel verde di boschi, laghi e praterie, conoscere persone nuove e percorrere insieme un pezzo di cammino.

Il primo evento, porterà i camminatori lungo la Via della Lana e della Seta. Il 15 giugno, i partecipanti, cammineranno su un percorso ad anello di circa sei km attraverso un itinerario semplice che parte dal centro storico del borgo di Castiglione dei Pepoli.

Come partecipare? Bastano un paio di scarpe da ginnastica, meglio se con una suola rigida e a carrarmato, un cappellino, uno zainetto e si è già pronti per prenotarsi a uno dei weekend gratuiti della prima edizione di “I love Cammini Emilia Romagna 2019”. I percorsi non superano quasi mai i 10 km – la maggior parte anzi si limita a 7 o 8 km – e sono adatti a tutti. Si parte verso le 9.30 del mattino e si rientra nel pomeriggio. Ogni rientro è stato calcolato in modo da permettere di prendere (se si vuole) i mezzi pubblici per tornare a casa. Unico obbligo per i partecipanti: prenotarsi sul sito camminiemiliaromagna.it.

Tutti i dettagli delle proposte sono consultabili sul sito: www.camminiemiliaromagna.it.

Categorie
news-import

AEVF partecipa alla Training Academy per gli itinerari del Consiglio d’Europa

L’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF), partecipa all’ Accademia di formazione annuale del Consiglio d’Europa per gli Itinerari culturali per condividere le sue migliori pratiche e know-how con i gestori di percorsi culturali e apprendere nuove tendenze nella gestione culturale e nel turismo sostenibile.

L’edizione di quest’anno della Training Academy si svolge a Visby, in Svezia, dal 4 al 7 giugno 2019 ed è organizzata in stretta collaborazione con la Strada culturale Hansa.

L’Accademia di formazione mira a fornire una formazione su specifici temi attuali nel campo della gestione del patrimonio culturale e della promozione turistica agli operatori di percorsi culturali. Essa offre approcci pratici al tema selezionato attraverso la partecipazione di esperti accademici o professionisti con cui gli operatori di Itinerari culturali possono avere alcuni scambi di opinioni.

Questa Training Academy 2019 si concentra sui temi del finanziamento e della partecipazione dei giovani, sottolineando l’importanza della gestione sostenibile e del funzionamento del percorso e dell’impegno dei giovani – il futuro del nostro pianeta.

L’Associazione Europea delle Vie Francigena condividerà le sue migliori pratiche e scambierà opinioni sulle strategie future dei percorsi culturali. La Via Francigena presenterà la sua ultima collaborazione con la Scuola di Turismo di Tolosa, Hospitality Management e Food Studies dell’Università di Tolosa ISTHIA – Jean Jaures.

Il progetto, dell’anno accademico 2018 – 2019, è stato incentrato sulla ricerca sull’impatto della Via Francigena in Francia e oltre. Gli studenti hanno prodotto un’analisi intermedia (presentata nel dicembre 2018), una ricerca qualitativa e quantitativa, con proposte di progetti, una metodologia per gli studi applicati al turismo lento, la raccolta di dati e un dossier finale per lo sviluppo della Via Francigena in Francia. Due aspetti sono stati al centro della loro analisi: impatto socio-culturale ed economico della rotta in Francia (900 km) e accesso e uso del patrimonio culturale lungo la Via.

Lo studio ha confermato che una parte della rotta francese è ancora sconosciuta e inutilizzata da pellegrini francesi e internazionali, così è emersa la necessità di ampliare la rete di entità territoriali coinvolte nello sviluppo del percorso. D’altra parte, per la Via Francigena è stato rivelato un potenziale straordinario per lo sviluppo della Via Francigena, soprattutto considerando che il 90% della sezione francese si trova nelle aree rurali.

L’AEVF e l’Università di Tolosa continueranno la collaborazione in futuro per lavorare insieme sullo sviluppo del turismo sostenibile e coinvolgere i giovani.

Maggiori informazioni:

Council of Europe Training Academy

Via Francigena collaboration with ISTHIA