Categorie
news-import

La rete “low cost” di ospitalità per un nuovo cammino

Il Cammino di S. Agostino è un nuovo cammino a piedi della lunghezza complessiva di 770 km, che dalla Brianza raggiunge Milano e successivamente Pavia e Genova.

Grazie a un paziente lavoro di stipula di accordi e convenzioni con molteplici strutture ospitanti sui territori, è da oggi resa disponibile una prima rete “low cost” di ospitalità per i pellegrini che intenderanno percorrere tutto il tragitto a piedi, in 30 giornate di percorso.

Per garantire ai pellegrini la possibilità di pernottare a prezzi equi durante il Cammino, è in essere una convenzione con una prima rete di 44 strutture ospitanti, la quale permette buone condizioni d’alloggio a condizioni economiche contenute (in particolare per le ospitalità in camere doppie/multiple).

Alcune delle realtà ospitanti convenzionate sono strutture buon livello, (B & B e Hotel) che abitualmente praticano condizioni di prezzo superiori. La convenzione posta in essere, onde evitare abusi, prevede condizioni economiche di favore valide per una sola notte, esclusivamente per i pellegrini del Cammino.

Onde ottenere le condizioni economiche di pernottamento convenzionate, si raccomanda pertanto al pellegrino:

· verificare telefonicamente o via mail-sms con qualche giorno di anticipo la disponibilità effettiva del pernottamento, segnalando la data di impegno camera e specificando i posti letto necessari;

· qualificarsi all’arrivo come pellegrino presso la reception, esibendo la Credenziale debitamente compilata; si ribadisce che – in ogni caso – la convenzione è valida per un solo pernottamento;

· portare con sè un leggero sacco a pelo e relativo materassino: anche se la quasi totalità delle strutture ospitanti include il letto, in taluni casi (vedasi ad esempio il bivacco al Rifugio Consiglieri di Civate, e comunque per situazioni di emergenza) il sacco a pelo può diventare necessario;

Ulteriori dettagli delle strutture, le tracce Gps e ogni altra informazione sono disponibili nel sito www.camminodiagostino.it

Categorie
news-import

Sicurezza a basso impatto ambientale per la Via Francigena Toscana

Il tracciato della Via Francigena nel territorio di Monteriggioni è in questi giorni oggetto di alcuni interventi di miglioramento della sicurezza per il passaggio di pedoni e ciclisti, lavori questi appaltati dall’Amministrazione Provinciale dopo averli concordati col Comune. Interventi simili sono in corso anche negli altri Comuni senesi interessati dal percorso ufficiale della Francigena in terra di Siena.

Il programma riguarda tutti i 400 chilometri di Via Francigena in Toscana, dal passo della Cisa a Radicofani, e sono inseriti in un piano generale approvato dalla Regione Toscana, detto Master Plan, cioè un piano che individua con concretezza le infrastrutture da realizzare, tutte a basso impatto ambientale, per dare visibilità all’antico sentiero di pellegrinaggio.

Alla stesura del piano hanno lavorato la Regione Toscana, le cinque Province e i 38 Comuni dislocati sul tracciato ufficiale. La Regione ha stanziato quattro milioni di euro che sono stati assegnati in parte ai Comuni per le infrastrutture di servizio, come punti di sosta, segnaletica, arredo urbano, parcheggi, ed in parte alle Province per la messa in sicurezza stradale.

Il metodo di lavoro adottato dalla Toscana e dalla provincia di Siena sono stati recentemente presentati a Lussemburgo, presso l’Istituto dei Grandi itinerari culturali europei, e sono considerati un esempio positivo per tutti gli altri Paesi europei.

 

Fonte: ilCittadinoonline

Categorie
news-import

Il Cammino dell’Arcangelo – a piedi lungo la via micaelica

Sull’asse viario della Via Appia Traiana, a Benevento, si innesta un suggestivo cammino, detto Via dell’Arcangelo, o  Via dell’Angelo,  o Via Micaelica,  convergente al Santuario di San Michele nel Gargano, meta antichissima di pellegrinaggi da tutta l’Europa cristiana longobarda e germanica. Il Gruppo di ricerca  “Terre Alte” del Comitato Scientifico Centrale del Club Alpino Italiano ha presentato la terza edizione del Cammino dell’ Arcangelo. Un percorso che congiunge Benevento, “Città Santa” della Longobardia minore, a Monte Sant’Angelo, luogo di culto dell’Arcangelo Michele (V sec.). Un itinerario che dal 27 maggio al 5 giugno si snoderà su sentieri e sterrate attraversando i monti e le valli del Sannio, dell’Irpinia e della Daunia per giungere al Gargano in 9 tappe di circa 20/25 chilometri ciascuna.

Il progetto del Cammino dell’Arcangelo fa parte di un programma più ampio che prevede, nell’immediato futuro, il raccordo dei sentieri tra Roma e il Gargano in una prospettiva internazionale che da Mont Saint Michel giunge a Monte Sant’Angelo (Via Francigena del Sud).

Il Programma
Prologo – Benevento – Venerdì 27 maggio 2011(accoglienza e raccolta dei Pellegrini, presentazione del programma);
Tappa1 – da Benevento a Pietrelcina – Sabato 28 maggio 2011 (inaugurazione del “Cammino dell’Arcangelo”)
Tappa2 – da Pietrelcina a Buonalbergo – Domenica 29 maggio 2011 
Tappa3 – da Buonalbergo ad Ariano Irpino /Aequum Tuticum – Lunedì 30 maggio 2011
Tappa4 – da Aequum Tuticum a Troia – Martedì 31 maggio 2011
Tappa5 – da Troia a Lucera – Mercoledì 1 giugno 2011 
Tappa6 – da Lucera a San Severo – Giovedì 2 giugno 2011 
Tappa7 – da San Severo al Santuario di Stignano – Venerdì 3 giugno 2011 
Tappa8 – dal Santuario di Stignano a San Giovanni Rotondo – Sabato 4 giugno 2011
Tappa9 – da San Giovanni Rotondo a Monte Sant’Angelo – Domenica 5 giugno 2011 (convegno finale e consegna degli Attestati di partecipazione ai Pellegrini).

Informazioni e contatti
E- mail: info@camminodellarcangelo.it
Vincenzo Di Gironimo (CAI –CSC “Gruppo “Terre Alte” ) – Tel. + Fax 081668128 – Cell. 3470963667 – E-mail: v.digironimo@libero.it

 

Categorie
news-import

Guida alla Via Francigena in bicicletta

La Via Francigena in biciclettaEsce la prima edizione interamente dedicata alla bicicletta della Guida alla Via Francigena. 1.200 chilometri, 23 tappe su strade secondarie, sterrati e sentieri adatti alla due ruote, dalle Alpi fino a Roma, lungo l’antico tracciato. Con tutti i riferimenti utili per i ciclisti: la cartografia dettagliata, i luoghi da visitare, dove alloggiare e le officine per le bici. E il racconto delle leggende che accompagnavano gli antichi viandanti. Il percorso descrive entrambi i tracciati che partono dal Monginevro e dal Gran San Bernardo, oltre a tutte le possibili varianti del tracciato ministeriale. Una guida imperdibile per gli amanti della bicicletta e per chi vuole fare tutta la via dimezzando i tempi.

Categorie
news-import

3a Giornata Nazionale dei Cammini Francigeni

Domenica 1 maggio 2011: muoversi a piedi, nello stesso giorno, lungo antichi percorsi di fede  e cultura, per riuscire a cogliere meglio l’identità dei luoghi, per tutelarli, per scoprire il nostro Paese con occhi diversi, più attenti e consapevoli. La  Terza Giornata Nazionale dei Cammini Francigeni è un evento promosso e organizzato dalla  Rete dei Cammini, Associazione di coordinamento tra diverse associazioni italiane impegnate nella tutela e valorizzazione di quell’immenso patrimonio ambientale e culturale che sono i Cammini storici e i Cammini di pellegrinaggio.

Con la Giornata nazionale dei Cammini Francigeni, la Rete dei Cammini dà infatti voce e volto anche al lavoro nascosto ma prezioso di queste Associazioni, impegnate nel tutelare e valorizzare i percorsi storici e il loro patrimonio ambientale e culturale, per una nuova fruizione, sostenibile ed accessibile, dei beni culturali. Tutti gli Enti/Associazioni/Gruppi possono aderire gratuitamente alla Giornata organizzando eventi, purché questi stessi siano gratuiti e purché gli organizzatori li segnalino alla Rete dei Cammini adoperando l’apposito format (scaricabile dal sito  www.retecamminifrancigeni.eu). Tutti gli eventi segnalati verranno pubblicati gratuitamente sul sito della Rete dei Cammini www.retecamminifrancigeni.eu  in modo che ottengano grande visibilità e massima partecipazione di pubblico. 

Quest’anno la Giornata Nazionale dei Cammini Francigeni avrà un nuovo taglio internazionale: in coincidenza con la Giornata, infatti, Sergio Valzania, RAI Radio 1, inizierà la sua nuova trasmissione /pellegrinaggio che quest’anno ci racconterà la “Via de la Plata”. Sempre in coincidenza con la Giornata si riaccenderanno i riflettori sulla Via Micaelica Europea, grazie non solo, in Italia, alla grande iniziativa di cammino della Associazione Speleotrekking Salento, ma anche all’intenso pellegrinaggio di Padre Emauel Roze, che proprio il primo maggio inizierà la 6a grande tappa del suo cammino verso Mont St Michel, partendo da Le Puy-en-Velay.

Ma il “compito” della Giornata non si  esaurisce con il 1 maggio. La Rete dei Cammini invita ancora una volta i pellegrini in cammino sulla Via Francigena“tradizionale” a “testare” il percorso compilando uno schema-guida di relazione. A che scopo? Per fare la “pagella” della Francigena, e riportarne i dati nel nuovo convegno di fine ottobre, previsto verosimilmente ad Assisi, luogo emblematico di pace e pellegrinaggio. Lo schema di relazione è scaricabile dal sito della Rete dei Cammini.

 

Per maggiori informazioni: www.retecamminifrancigeni.eu

Categorie
news-import

corso per ospitalieri volontari

Dal 8 al 10 Aprile si terrà a Roppolo (BI) l’appuntamento annuale di formazione per i gestori degli ostelli del Cammino di Santiago. Più di 30 veterani del percorso spagnolo si prepareranno a gestire ostelli per i pellegrini.
Dopo il successo del corso tenuto a Monteriggioni nel 2010, gli “Hospitaleros voluntarios” del Cammino di Santiago hanno deciso di intensificare la loro collaborazione con i volontari italiani, e per il 2011 hanno organizzato addirittura due corsi. Il primo corso si è tenuto a San Miniato (SI), dal 25 al 27 Marzo 2011. Il secondo è stato organizzato a Roppolo (BI) presso la Casa del Movimento Lento dall’ 8 al 10 Aprile.
L’obiettivo dell’organizzazione, che fa capo al Movimento Lento, è quella di formare ospitalieri che dopo l’esperienza che potranno fare negli ostelli lungo il Cammino di Santiago, contribuiscano a creare un’organizzazione simile lungo la via per Roma.

Il corso è in sè un’esperienza molto intensa e coinvolgente, che aiuta gli aspiranti hospitaleros ad avvicinarsi al significato profondo dell’accoglienza ai pellegrini. E’ dedicato a chi ha già percorso il Cammino di Santiago e vuole cambiare punto di vista “viaggiando da fermo”, dedicando 2 settimane del proprio tempo libero a un’attività utile e a tratti entusiasmante, anche se faticosa. L’organizzazione non è confessionale, per cui sono benvenuti tutti coloro che hanno percorso il Cammino, qualunque siano state le loro motivazioni.
Il corso è organizzato dal Movimento Lento e dal Teatro Agricolo, con il patrocinio e il contributo di Turismo Torino e Provincia, dei Comuni di Roppolo, Piverone e Santhià. Il Movimento Lento ha infatti coinvolto tutte e tre le Province piemontesi interessate dal percorso della Via Francigena, per suggellare il ruolo fondamentale del Piemonte come snodo cruciale della Via Francigena, e come porta italiana verso il Cammino di Santiago.
Alla fine del corso, presso l’Anfiteatro di Piverone alle ore 15 di domenica 10 Aprile, è previsto un incontro tra gli ospitalieri e le comunità locali dove verrà messo in scena lo spettacolo gratuito “Pellegrina Pellegrino”, del CamminAttore Giovanni Balzaretti.

Il corso è sostenuto da:                                      Con il patrocinio di:

     

 

Per maggiori informazioni:

Alberto Conte – alberto@itineraria.eu  – 0161 987866 – www.casa.movimentolento.it 

Categorie
news-import

Grande successo per il Corso di Ospitalieri Volontari a San Miniato

Si è concluso con grande successo il corso per la formazione di Ospitalieri Volontari tenutosi a San Miniato (PI) lo scorso 25/26/27 marzo 2011. Tutto è stato possibile grazie alla preziosa collaborazione e accoglienza dell’Amministrazione Comunale di San Miniato, nelle figure dell’Assessore Giacomo Gozzini e della Sig.ra Manuela Parentini e di tutta la Comunità, il duecentesco Convento Francescano, la storica Accademia degli Euteleti, i ristoratori che hanno servito un prelibato Menù del Pellegrino.

Tre maestri spagnoli, 12 formatori italiani, 23 pellegrini che hanno scelto di diventare ospitalieri volontari.
L’obiettivo del corso è stato raggiunto.
Formare Ospitalieri Volontari che offriranno gratuitamente la loro professionalità per l’accoglienza negli Ospitali del Cammino di Santiago e lungo la nostra bellissima Via Francigena.

Graditissima la presenza del fondatore dell’Associazione Toscana Vie Francigene Mario Lupi e del Vice Presidente dell’Associazione  Europea Vie Francigene Nicola Fantozzi, che hanno riconosciuto il lavoro svolto dai Professori Spagnoli stimolando questo giovane gruppo ad esserne all’altezza.
Il Padre Guardiano del Convento di San Francesco Padre Luigi ha chiuso i saluti dando la sua benedizione.

Categorie
news-import

Grande successo per i corsi per ospitalieri volontari

L’incontro tra i veterani spagnoli e i formatori italiani ha inaugurato la seconda edizione del corso per ospitalieri volontari del Cammino di Santiago e della Via Francigena. Durante il weekend del 25-27 Marzo, presso il Convento dei frati Francescani di San Miniato, 25 aspiranti ospitalieri impareranno a gestire un ostello, ad accogliere adeguatamente i pellegrini a piedi, a lavorare concretamente per lo sviluppo degli itinerari pedonali in Europa.

Un analogo corso si svolgerà tra due settimane in Piemonte, presso la nostra Casa del Movimento Lento, dove convergeranno circa 40 persone tra novizi, formatori e veterani spagnoli. Il corso sarà un’occasione di festa per la Francigena piemontese, con un’incontro finale con le comunità locali che si terrà domenica 10 Aprile dalle ore 15 a Piverone (TO). Presso il nuovo ostello per i pellegrini il nostro CamminAttore Giovanni Balzaretti metterà in scena il suo spettacolo “Pellegrina Pellegrino”, e i veterani spagnoli racconteranno il loro punto di vista sulle possibilità create dalla Via Francigena nei territori che attraversa.

Turismo Torino e ProvinciaIl progetto, che fa capo a il Movimento Lento e al Teatro Agricolo, è sostenuto dal Comune di San Miniato, dall’ATL Turismo Torino e Provincia, dalla Casa del Movimento Lento, dai Comuni di Roppolo, Santhià, Piverone, con il patrocinio della Provincia di Biella.

Categorie
news-import

“La Strada Giusta” – bicistaffetta per il 150° dell’Unità d’Italia

Il 26 aprile partirà da Marsala la bici-staffetta “La Strada Giusta” per celebrare sulle due ruote il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.  Partendo dalla città dove nel 1860 sbarcarono i Mille un gruppo di ciclisti inizierà un percorso di circa 20 tappe che li porterà fino a Firenze. Ma non è tutto…infatti la bici-staffetta si articolerà in ben 5 itinerari in bici differenti che convergeranno in unico punto nei pressi di Torino per concludere insieme l’evento in un’unica manifestazione pubblica, alla presenza delle autorità.

 

QUESTI SONO I 5 ITINERARI:

1 – Marsala-Firenze, con partenza il 26 aprile 2011
2 – Bari-Torino, con partenza il 5 giugno 2011
3 – Trieste-Milano, con partenza il 14 maggio 2011
4 – Olbia-Cagliari-Genova, con partenza il 2 giugno 2011
5 – Aosta-Torino, con partenza il 15 giugno 2011

L’iniziativa, promossa ed organizzata dal Comune di Chiaravalle non provede alcun tipo di competizione e vuole proporsi come evento ed occasione “a misura di ogni cittadino”. Le tappe sono aperte a tutti coloro che desiderassero partecipare e il livello di difficoltà da affrontare è alla portata di tutti  (il viaggio sarà fatto ad una velocità non superiore ai 18-20 km/h). Inoltre chi parteciperà alla bici-staffetta avrà il compito di seganlare i luoghi che ritiene meritevoli del marchio “slow-look”, ossia di luoghi da gustare lentamente.

A fare da testimone della staffetta, la “Carta d’Identità”, un documento che verrà presentato ai sindaci dei capoluoghi di Regione, per apporvi il timbro della città.

Per partecipare alla staffetta è sufficiente iscriversi sul sito www.stradagiusta.it dove si può selezionare la tappa che si desidera percorre e lasciare il proprio nominativo. Almeno cinque ciclisti che si allenano già da tempo saranno comunque presenti ad ogni chilometro di ogni singola tappa”.

Ricordiamo che la bici-staffetta “La Strada Giusta” è organizzata dal Comune di Chiaravalle (AN), con la collaborazione dell’associazione ciclistica amatoriale Bicipiù, affiliata a Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), della Fondazione Chiaravalle-Montessori. Finanziatore dell’iniziativa è l’azienda marchigiana General Building.

 

Fonte: www.lastradagiusta.it

Categorie
news-import

5° Festival della Via Francigena

La quinta edizione del Festival della Via Francigena, organizzato dall’Associazione Amici della Via Francigena – Vercelli, si terrà a Vercelli dal 29 aprile al 1 maggio e l’ambiente sarà il Chiostro di S. Andrea, il Piccolo Studio, l’Abbazia di S. Andrea. La letteratura, la poesia, la spiritualità, i suoni, la fisicità, l’alimentazione e la solidarietà e il loro rapporto con il tema del cammino saranno i temi principali attorno ai quali si svilupperanno i diversi momenti di incontro.

Per l’occasione sono state coinvolte dodici associazioni locali  in relazione ai temi del Festival e all’esperienza di Cammino :
LIBRIAMOCI a VERCELLI per la letteratura ela poesia del cammino
FRATERNITA’ della TRASFIGURAZIONE per Spiritualità e poesia del cammino
CVM DUO Luigi Ranghino- pianoforte Claudio Saveriano- percussioni  per i suoni del cammino
Italia Nostra, Parco delle Lame del Sesia , CONTROLUCE per l’immagine del cammino
CAI di Vercelli, ASD ACCADEMIA ITALIANA SHEN QI KWOON TAI VERCELLI, SHANI CLUB per la fisicità del cammino
RAGGIO VERDE per l’alimentazione del cammino
IL VALORE DI UN SORRISO per la solidarietà del cammino
AMICI DELLA VIA FRANCIGENA di SANTHIA’ e Ass.LIBURNASCA DI LIVORNO per l’esperienza del cammino.

Per maggiori informazioni scarica il PROGRAMMA DEL 5° FESTIVAL DELLA VIA FRANCIGENA