Categorie
news-import

Il Forrest Gump degli Indignati, contro la crisi percorre a piedi la Via Francigena

Da Montgenevre (in Francia) a Roma, percorrendo la Via Francigena. Italiano, indignato, lavoratore a nero e preoccupato per la “grave crisi“: così si presenta questo novello “Forrest Gump“, al secolo Marco Marangoni, classe 1965. Marangoni, scarpette, sacco a pelo e mini pc alla mano, ha deciso di macinare chilometri su chilometri per portare la sua indignazione a Roma, in tempo per il 15 ottobre, quando nella Capitale si è svolta la mobilitazione internazionale “United for Global Change”.

PER LE NUOVE GENERAZIONI – Marangoni, partito da Montegenevre il 21 settembre, arrivato a Roma il 15 ottobre, spiega: “L’ho fatto per me e per le nuove generazioni: stiamo bruciando il futuro di tanti ragazzi. Quindi, al di là del malcontento dilagante, ho sentito la necessità di fare qualcosa di concreto. Così mi sono messo in marcia per protestare. Probabilmente perderò anche quel lavoro in nero che mi dava da vivere ma ho deciso di mettermi in gioco per chiedere più diritti per tutti“. Marangoni si è immesso ad Ivrea sulla Via Francigena; è arrivato a Fidenza, salendo verso il passo della Cisa per scendere in Lunigiana, scavalcando poi le alture sopra Sarzana. “Sono partito da solo, ma strada facendo ho raccolto altri due indignati conosciuti tramite Facebook“. In marcia con Marco si sono aggiunti Alberto Cantoni, altro lavoratore in nero, e Alessandro Murino, 25enne disoccupato. C’era anche un altro precario, Daniel Juske, che ha dovuto desistere a Pavia per un piccolo infortunio. Con loro, due cani “indignati”. I tre Forrest Gump hanno pensato ad un’iniziativa del tutto pacifica: “non vogliamo fare rivoluzioni, camminiano con la bandiera della pace, sperando di stimolare la coscienza civile della gente“. Strada facendo, Marco e gli altri ‘indignati’ hanno incontrato persone che li hanno fermati e, talvolta, hanno offerto loro un po’ di ospitalità.

LAMENTELE – Marangoni spiega anche che “si lamentano tutti. Abbiamo incontrato pure un assessore che ci spiegava quanto è difficile ottenere fondi per realizzare un progetto. Sentiamo che la nostra battaglia è condivisa. Su internet abbiamo raccolto i pensieri di tanti indignati ma non si può rimanere indignati della tastiera“. Ecco perche’ Marco ha deciso di mettersi in marcia. Nel suo blog, Marco, che ha già preso parte al cammino di Santiago per difendere l’istruzione pubblica, ha lasciato un messaggio nella speranza che possa essere raccolto: “Ho fatto un sogno, un fiume umano indignato che si mette in cammino verso Roma, in modo pacifico, civile, armonico, come la marcia per il sale di Gandhi; forse è l’unico modo per farci prendere in considerazione, un grande movimento lento ma inesorabile, il risveglio della coscienza di una nazione: l’Italia“. 

Categorie
news-import

Guide in Cammino: sono arrivati!

E’ terminato il 14 ottobre il viaggio di Daniela e Luca, Guide in Cammino di AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche), lungo il tratto italiano della Via Francigena. Partiti il 1° settembre scorso dal Colle del Gran San Bernardo sono arrivati a Roma nella mattinata di venerdì scorso. Il percorso, sicuramente definibile come il “Cammino verso il Sole” per il suo sviluppo topografico e culturale nord-sud, è estremamente vario e ben rappresentativo della bioregionalità, dalle Alpi al Mediterraneo; presenta alcuni momenti di vera eccellenza ma anche evidenti criticità. Dal punto di vista della fruibilità appare evidente l’assenza di un coordinamento centrale che sarebbe quanto mai necessario, soprattutto nell’organizzazione e gestione dell’accoglienza, nella disponibiltà di informazioni ed in alcuni casi anche nella scelta della lunghezza delle tappe e della tipologia di tragitto, attualmente non sufficientemente omogeneo.

Questi i numeri dell’esperienza “Guide in Cammino 2011“:

Kilometri percorsi: 1100 circa

Numero di passi: 1.571.428 (calcolando 70 cm il passo medio)

Tappa più lunga: 35 Km

Tappa più corta: 13 Km

Media: 25 Km al giorno

Giorni di viaggio: 44

Giorni di pioggia: 2

Giorni nuvolosi: 2

Giorni di sole: 40

Vesciche: 3 ai piedi + 1 alla mano!! (di Daniela)

Tendiniti: 2 (di entrambi) all’estensore del piede

Storte: 1 (Daniela)

Temperatura massima: 35°C circa (nelle Crete Senesi)

Temperatura minima: 5°C circa (a Viterbo)

Persone che hanno camminato con noi: 50 (presenze)

Articoli su quotidiani o periodici locali: 16 (accertati)

Passaggi su Tg regionale RAI: 4 con 3 servizi diversi

Linkaggi al blog o pubblicazione su siti internet: 123

Conferenze stampa o incontri ufficiali con amministratori pubblici: 13

Visite sul blog: 14.000 circa (da metà giugno a metà ottobre)

Categorie
news-import

“Cammina Francigena” e “Festa dei Cammini”: due iniziative lungo la Francigena

Due eventi si intrecciano, da venerdì 7 a mercoledì 12 ottobre, sullo stesso cammino, indipendentemente dallo spirito con cui lo si percorre, che sia laico o di fede. Il cammino è quello della Via Francigena, per secoli via maestra attraversata da mercanti e pellegrini per giungere a Roma dal cuore dell’Europa. Gli appuntamenti sono il “Cammina Francigena”, viaggio-evento lungo il tratto senese dell’antica via a cura dell’associazione Il Movimento Lento, realizzato in collaborazione e con il sostegno della Provincia di Siena e il contributo della Fondazione Monte dei Paschi e la “Festa dei Cammini”, promossa dall’Arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa e Montalcino e Opera Romana Pellegrinaggi. Venerdì 7 ottobre pellegrini laici e cattolici si incontreranno, per tre giorni, in cammino sulla Via Francigena, percorrendo il tratto che da San Gimignano giunge a Siena, con partenza alle ore 12.30 da Piazza della Cisterna. In coincidenza con i due eventi, sabato 8 ottobre, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, inaugurerà la prima tappa toscana della Via Francigena, da San Gimignano a Monteriggioni, percorrendone a piedi il tratto da Castel Petraio ad Abbadia Isola. Il tracciato, che riceverà la benedizione dell’Arcivescovo Mons. Antonio Buoncristiani, è di circa 27 chilometri ed è il primo in Toscana dove sono terminati gli interventi di infrastrutturazione leggera e messa in sicurezza, grazie all’intervento congiunto della Provincia di Siena e dei Comuni, con risorse proprie e della Regione Toscana, attraverso il Master Plan Via Francigena.

Cammina Francigena”. L’associazione Il Movimento Lento ha scelto quest’anno le Terre di Siena per la quarta edizione di Cammina Francigena, una performance itinerante in cui il cammino viene raccontato in un video-diario pubblicato ogni giorno sul web, insieme a testi e fotografie. Un gruppo di CamminAttori guidato da Alberto Conte e accompagnato dall’attore Giovanni Balzaretti, percorrerà l’itinerario senese in sei tappe, lungo uno dei tratti più spettacolari del percorso italiano della Via Francigena, attraversando da nord a sud tutta la provincia di Siena per 120 chilometri. I camminAttori incontreranno e intervisteranno durante il loro viaggio personaggi interessanti e significativi per comprendere la cultura, la storia e le tradizioni dell’area attraversata dall’itinerario. Grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie – attraverso un trasmettitore gps che aggiorna in tempo reale la posizione del viaggiatore – il gruppo di moderni pellegrini realizzerà quotidiani racconti di viaggio da condividere in rete con l’obiettivo di divulgazione culturale della Via Francigena. Sabato 8 ottobre, alle ore 17.30 in Piazza Castello a Monteriggioni, si terrà lo spettacolo “Pellegrina pellegrino” di e con Giovanni Balzaretti. Il viaggio sarà documentato giornalmente tramite il sito www.camminafrancigena.it e attraverso aggiornamenti pubblicati in tempo reale su Facebook e Twitter, oltre al sito istituzionale della Via Francigena della Provincia di Siena www.francigena.provincia.siena.it. La partenza, in contemporanea con i pellegrini della Festa del Cammino, è prevista alle ore 12 da Piazza della Cisterna, a San Gimignano, con arrivo al Convento di San Francesco di Colle di Val d’Elsa dopo circa 12,5 chilometri.

“I due eventi che si intrecciano sulla Via Francigena – commenta Alessandro Pinciani, vice presidente della Provincia di Siena – non sono soltanto una nuova occasione di valorizzazione culturale, artistica e spirituale del percorso, ma anche un’opportunità concreta per testare quanto il modello di gestione che stiamo portando avanti corrisponda alle aspettative e alle esigenze dei pellegrini, a prescindere dalla motivazione che li spinge a mettersi in cammino. In questi anni, grazie al sostegno della Regione Toscana, abbiamo fatto molto in termini di messa in sicurezza e fruibilità dei percorsi, intuendone prima di altri l’importanza. L’obiettivo è di completare questi interventi entro il 2012 e, al tempo stesso, di contribuire a garantire, la massima fruibilità dei beni artistici, culturali ed architettonici lungo la via, anche attraverso il loro recupero, e rafforzare la rete di servizi e di ospitalità essenziale per accogliere al meglio i moderni pellegrini”.

Festa dei Cammini. Alla prima edizione in provincia di Siena, la Festa dei Cammini è promossa dall’Arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa e Montalcino e da Opera Romana Pellegrinaggi, per far vivere ai giovani, e non solo, un’esperienza spirituale e di fede in movimento lungo il tratto di Francigena che attraversa la provincia di Siena. Attesi tantissimi ragazzi, a partire dai giovani che hanno partecipato all’ultima Giornata mondiale della Gioventù di Madrid. Venerdì 7 ottobre, alle ore 19, in concomitanza con l’arrivo dei pellegrini di ritorno dalla prima tappa del camminino, da San Gimignano a Colle di Val d’Elsa, sarà inaugurato il centro di accoglienza presso il Seminario di San Francesco, uno dei primi conventi francescani in Toscana, risalente al 1229, che aprirà le porte ai bisogni di chi si mette in cammino, diventando di fatto la struttura di ospitalità povera di riferimento in città per i pellegrini. Alle ore 21, presso la Cattedrale di Colle Val d’Elsa, si terrà un concerto d’organo di musica sacra, eseguito del maestro Mancini. Sabato 8 ottobre saranno due le tappe intraprese dai pellegrini: la mattina, con partenza dal Seminario di San Francesco e arrivo ad Abbadia Isola (10,5 Km) e il pomeriggio, con partenza alle ore 15 per arrivare a piedi a Monteriggioni. Domenica 9 ottobre, l’ultima tappa si snoda dall’Eremo di San Leonardo al lago a Siena, con arrivo in Piazza Duomo. Ad accogliere i pellegrini, Arcivescovo Mons. Antonio Buoncristiani, che alle ore 12.30 celebrerà la Messa del Pellegrino nella Chiesa della SS. Annunziata.

“La Francigena – commenta Don Giuseppe Acampa, Arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa e Montalcino – è la testimonianza della forza che ha messo in moto i popoli europei nel medioevo: la fede. Da sempre la fede cristiana apre gli orizzonti, spinge all’incontro e crea connessioni tra culture diverse. Il desiderio di cambiare e di migliorarsi ha spinto milioni di pellegrini a camminare per raggiungere il loro ideale,  trovare forza e conforto per una vita migliore. Noi crediamo che questa stessa forza rappresenti un’opportunità per l’uomo di oggi, che ha così bisogno di un vero ideale da seguire, e per l’Europa di oggi, che necessita di qualcosa di importante intorno al quale riunirsi. Anche l’apertura dell’antico Seminario di San Francesco a Colle di Val d’Elsa, come luogo di ospitalità del pellegrino, è segno della volontà di accoglienza, nella convinzione che l’apertura generi ricchezza spirituale e materiale”.

Il percorso senese della Via Francigena. Ad oggi, in provincia di Siena, i tratti di Via Francigena già messi in sicurezza hanno interessato i territori comunali di Buonconvento, Castiglione d’Orcia, Monteriggioni e Monteroni d’Arbia. Le risorse assegnate dalla Regione Toscana a Provincia di Siena e Comuni attraverso il Master Plan Via Francigena ammontano a oltre un milione di euro per interventi di sicurezza stradale, segnaletica e infrastrutturazione leggera, a cui si vanno ad aggiungere le risorse stanziate dall’amministrazione provinciale senese – circa 180 mila euro – e dai comuni di Buonconvento, Castiglione d’Orcia, Colle di Val d’Elsa, Monteriggioni, Monteroni d’Arbia, San Gimignano e Siena, interessati dagli interventi.

Grazie a nuovi finanziamenti regionali, inoltre, saranno resi fruibili anche alcuni tratti nella parte a sud di Siena, con l’obiettivo di percorrere in sicurezza tutto il tracciato – che si sviluppa su 120 km di territorio provinciale – entro il 2012. Va in questa direzione il progetto definitivo approvato nei giorni scorsi dalla giunta provinciale, che permetterà di rendere fruibile il tracciato adiacente alla Cassia compreso fra la zona Sud del centro abitato di Buonconvento, fino al bivio della Sp 45 del Brunello, per proseguire, poi, sulla stessa strada in direzione di Montalcino. Tutti gli interventi comprendono la messa in sicurezza di strade provinciali con la creazioni di percorsi paralleli alla viabilità principale su cui viene convogliato il passaggio dei pellegrini; la posa in opera di guard rail; la messa in sicurezza di attraversamenti pedonali con adeguata segnaletica e la realizzazione di guadi. Per quanto riguarda la segnaletica, sono stati posizionati lungo tutti i sentieri della Francigena, in tratti esterni ai centri abitati non soggetti a rispettare le prescrizioni del codice della strada, i vecchi cippi dismessi dalle strade provinciali, sui quali è stato segnalato il percorso, mentre lungo le strade sono stati collocati cartelli per il percorso automobilistico e per le intersezioni con il percorso pedonale.

Il sostegno della Fondazione Mps. Attraverso il sostegno della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, è stato possibile programmare tutte le azioni di valorizzazione della Via Francigena, compreso un sito web  – www.francigena.provincia.siena.it – che pubblica le mappe di tutti gli itinerari e mette a disposizione la catalogazione di tutto il patrimonio lungo il cammino. Inoltre, per diffondere la conoscenza della Via Francigena, la Provincia ha promosso un progetto didattico all’interno delle scuole del territorio e intrapreso una serie di relazioni a livello europeo con le istituzioni dell’Ue e il Consiglio d’Europa. Infine la Fondazione Mps ha finanziato alcuni importanti interventi di recupero di strutture per ospitalità povera lungo il percorso, da Santa Maria a Chianni ad Abbadia Isola, passando per la Pieve di Piana a Buonconvento, fino all’ex abitazione della Misericordia a Radicofani.

Categorie
news-import

Francigena, inaugurazione della prima tappa Toscana

L’8 ottobre, alla presenza del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e dell’Assessore Regionale alla Cultura Cristina Scaletti, si terrà l’inaugurazione ufficiale della prima tappa, da San Gimignano a Monteriggioni, della Via Francigena Toscana.

 

Il programma prevede: alle ore 10 ritrovo a San Gimignano in Piazza del Duomo ed inaugurazione della tappa con benedizione del tracciato da parte dell’Arcivescovo Mons. Antonio Buoncristiani.
L’itinerario, uno dei più belli della Via Francigena, parte da San Gimignano e, dopo un tratto di saliscendi arriva a Molino D’Aiano, per poi proseguire verso Badia a Coneo, Gracciano e Strove con la sua bella Pieve romanica. Infine si giunge nello splendido complesso di Abbadia Isola a pochi chilometri da Monteriggioni con la sua inconfondibile corona di torri.
Alle ore 12 seguirà incontro con la stampa al quale interverranno: Enrico Rossi Presidente della Regione Toscana, Cristina Scaletti assessore regionale alla Cultura ed al Turismo, Massimo Tedeschi Presidente dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, Alberto D’Alessandro del Consiglio d’Europa, Politiche Culturali, Diversità e Dialogo e il giornalista Enrico Caracciolo.

Il 7 ottobre appuntamento con il seminario sulle “Linee di indirizzo per la definizione del piano Operativo della “Via Francigena” 2012-2014” (San Gimignano  – “Teatro dei Leggeri” – Piazza del Duomo –  ore 15). Parteciperanno Cristina Scaletti assessore al Turismo della Regione Toscana, Alberto D’Alessandro Consiglio d’Europa, Politiche Culturali, Diversità e Dialogo Paolo Bongini coordinatore Area Turismo e Commercio della Regione Toscana e Giovanni D’Agliano settore Progetti speciali integrati per il Turismo della Regione Toscana.

Le due iniziative si inseriscono nell’ottica di riscoperta delle antiche vie di pellegrinaggio con lo scopo di valorizzare percorsi di grandissimo significato storico, religioso, paesaggistico e, infine, turistico. La Toscana è attraversata da un vasto numero di questi itinerari e tra questi uno dei più noti è quello della Francigena. La complessa fase di infrastrutturazione dell’itinerario vede la Regione Toscana e le amministrazioni locali impegnate in una innumerevole serie di interventi distribuiti su un percorso che attraversa per ben 400 km l’intero territorio regionale. Un primo risultato tangibile di questo lavoro è rappresentato dalla apertura ufficiale della prima tappa toscana dotata di tutte le caratteristiche capaci di renderla “friendly” per i pellegrini ed appetibile per i targets turistici. La tappa San Gimignano- Monteriggioni infatti, oltre alla bellezza del percorso in termini ambientali, storici e culturali, ha adesso, a seguito degli interventi realizzati, caratteristiche di sicurezza e servizi tali da renderla un modello da imitare per le rimanenti 14 tappe dell’itinerario toscano e, più in generale, per l’intero tracciato della Via Francigena di Sigerico.

 

Categorie
news-import

Nuovo ostello lungo la via Francigena

Inaugurato nel luglio del 2011, l’ostello si trova nella piccola frazione di Strove, antico borgo situato sulla Via Francigena qualche chilometro a ovest di Monteriggioni. L’ostello offre una sistemazione ideale per pellegrini ed escursionisti in transito lungo la Francigena.

Caratteristiche e Servizi:
– posti letto: 12 in stanza unica (lenzuola su richiesta) – bagni con doccia: 2 – armadietti con chiave: 1 per posto letto – angolo cottura – lavasciuga
– postazione internet – tv LCD – riscaldamento/condizionamento
– deposito esterno calzature
– punto attrezzato per piccola manutenzione biciclette
– piccola biblioteca (in collaborazione con la Biblioteca comunale)
– giardino
– piccolo supermercato nello stesso edificio

Orari:
– Apertura Ostello della Gioventù dalle 16.00 alle 22.00.
– Arrivo ospiti e registrazione dalle ore 16.00 alle ore 20.00.
– Partenza entro le ore 10.00 del giorno successivo.
– Modalità di accesso e di soggiorno: fino alle ore 18,00 è’ data la priorità di accoglienza ai pellegrini
che giungono a piedi, fino alle 18.30 è data priorità anche a coloro che giungono in bicicletta o a
cavallo mentre dopo le 18,30 sarà accolta la generalità degli ospiti.
– Gli ospiti soggiornano normalmente per 1 notte; qualora l’Ospite volesse prolungare il soggiorno,
deve informare l’addetto alla reception entro le ore 20.00 del giorno antecedente quello della
partenza prevista inizialmente, al fine di ottenere informazioni circa la disponibilità di camere o
posti letto per i giorni successivi.

Tariffe:
Le tariffe massime per il pernottamento, risultano così fissate
– pernottamento a persona per pellegrini in possesso delle credenziali €. 12,00
– pernottamento altri ospiti privi di credenziali € 16,00
– fornitura biancheria da letto € 2,50

Distanze:
– Badia a Coneo circa 15 Km
– Colle di Val d’Elsa (Piazza Duomo) circa 10 Km
– Castello di Monteriggioni circa 5,5 Km
– Siena (Piazza Duomo) circa 22 Km

Prenotazioni:
– +39 0577 301002
– +39 0577 300000

Info e contatti:
Ufficio Turistico di Monteriggioni
+39 0577 304834
info@monteriggioniturismo.it
www.monteriggioniturismo.it

Categorie
news-import

Mostra fotografica “Porti il mio saluto al mondo”

Nell’ambito del progetto ‘Il Cammino della Dea -anno zero‘ (www.pontidiluce.org) e con il patrocinio del comune di Bolsena, la mostra “Porti il mio saluto al mondo: emozioni e immagini dalla Via Francigena”, sarà esposta al pubblico dall’1 al 9 ottobre 2011, nella Sala espositiva Cavour, Bolsena.

La mostra itinerante “Porti il mio saluto al mondo” , prima mostra fotografica riguardante la Via Francigena nel suo intero percorso lungo l’itinerario di Sigerico, è una realizzazione di Immacolata Coraggio (Associazione Ponti di luce) e Marco Degli Esposti (Equipe Fotostudio–Bologna, www.equipefotostudio.it).

Orari: i giorni 1, 2, 8 e 9 dalle ore 10-13/15-21; i giorni dal 3 al 7 dalle ore 16 alle 21; venerdì 7, visite guidate per le scuole dalle ore 9 alle 13, previo appuntamento. Il giorno 1, ore 17 racconti dal vivo dell’autrice ed aperitivo.

Nell’estate 2008 Immacolata Coraggio ha percorso la Via Francigena da Canterbury a Roma, attraversando nel corso di 3 mesi 4 paesi e circa 2000 chilometri…“ho attraversato i più diversi ambienti: mare, colline, montagne, fiumi, canali, cascate, torrenti, campi, vigneti, foreste. Ho visitato molte città, paesini, borghi, pievi. Ed ho conosciuto persone di tutto il mondo. Ho condiviso pasti e passi con molti … Ho avuto il piacere di legger nei loro cuori e di vedere in essi rispecchiato il mio. Ho sperimentato la possibilità realistica di sentire fratello ogni uomo incontrato sulla via.

L’evento consiste in una Mostra itinerante riguardante il cammino Canterbury Roma (Via Francigena Itinerario di Sigerico) compiuto da Immacolata nell’estate 2008. La mostra consta di un centinaio di pannelli di dimensioni 50×35 cm di cui 3 introduttivi, 3 finali e poco meno di cento “quotidiani”. I pannelli introduttivi riguardano: 1 riflessioni sulla funzione del pellegrino e motivazioni alla mostra, 2 breve descrizione dei cammini storici europei, 3 motivazioni al cammino. I pannelli quotidiani, uno per giorno di cammino hanno una struttura standard e comprendono la scansione della cartolina-diario inviata da Immacolata lungo la via, trascrizione in chiaro di essa, una foto grande e 3-4 foto piccole della giornata. In alcuni casi è anche presente un testo scritto sul blog del sito www.pontidiluce.org durante il percorso. I pannelli finali consistono in: 4 riflessioni a cammino concluso, 5 ringraziamenti a chi ha in qualche modo condiviso il suo cammino, 6 ringraziamenti istituzionali.

Categorie
news-import

Ritorna Passeggiate Francigene

L’edizione dello scorso anno dell’iniziativa “Passeggiate Francigene“, promossa da Silvia Costa (Parlamentare Europeo), si svolse nella provincia di Siena. Quest’anno tocca alle province di Roma e Viterbo che hanno aderito alla l’idea di promuovere una Passeggiata Francigena nel territorio laziale.

I due giorni di eventi e passeggiate hanno lo scopo di illustrare lo straordinario patrimonio della Via Francigena, le opportunità ed i problemi riscontrati lungo lo storico percorso, per sensibilizzare le istituzioni europee sulle possibilità di recupero e valorizzazione di questo itinerario culturale.

Venerdì 30 settembre sono previste due camminate: da Querce di Orlando fino a Sutri e una camminata all’interno del quartiere medievale San Pellegrino di Viterbo.

Anche nella giornata di Sabato 1° ottobre sono in programma due brevi tappe: il percorso che da Madonna del Sorbo conduce a Formello, uno dei tratti meglio attrezzati e fruibili, e la parte finale della Via Francigena con l’ingresso a Roma da Monte Mario, che verrà percorso assieme ai Camminattori del CamminaFrancigena 2011.

Ulteriori informazioni sul sito del parlamentare Silvia Costa

Categorie
news-import

Premio inVia! : i CamminAttori sono partiti da Proceno per arrivare a Roma

11 CamminAttori partiranno da Proceno (VT) venerdì 23 settembrearriveranno a Roma Sabato 1 ottobre, attraversando alcune delle tappe storiche dell’antica Via Francigena, oggi tra le più suggestive località delle province di Viterbo e Roma. Si tratta di un viaggio-evento a piedi durante il quale i partecipanti invieranno i propri contributi (video, foto, lettere brevi, sms) per partecipare al Premio internazionale inVia!, nell’ambito del quale l’Associazione Civita, in collaborazione con Movimento Lento, organizza e promuove il CamminaFrancigena 2011.

La seconda edizione del Premio, promosso dall’Associazione Civita e dall’Assessorato alla Cultura, Arte e Sport della Regione Lazio e patrocinato dall’Associazione Europea delle Vie Francigene, invita chiunque abbia percorso un tratto delle Vie Francigene a presentare, entro il 31 ottobre 2011, i propri contributi i migliori dei quali verranno selezionati da una Giuria di esperti che premierà l’originalità, la qualità artistica e la capacità di comunicare il valore dell’esperienza del cammino.
In particolare, verranno premiate le migliori 3 fotografie (inedite a colori e b/n), 3 video (durata massima di 90 secondi), 3 lettere brevi (tra 1.000 e 1.500 caratteri), 3 sms (entro i 500 caratteri) e la migliore foto, video, lettera breve ed sms di giovani fino a 15 anni e di coloro che hanno esplorato la Via nel suo tratto laziale, che meglio raccontano l’esperienza, le sensazioni e le riflessioni sul valore e sul senso del cammino, le emozioni suscitate dall’esperienza umana e spirituale, dai paesaggi e dalle bellezze storico-artistiche che caratterizzano quegli itinerari. I vincitori verranno premiati in occasione di un evento con la consegna di “Quadrangulae” (oggetto devozionale realizzato nel Medioevo in lega di piombo e stagno, acquistato dai pellegrini nei santuari lungo il loro cammino spirituale e cucite sulle vesti per garantirsi protezione e alloggio) appositamente realizzate.
Il concorso è anche un evento trasversale al Festival “Via Francigena Collective Project”, organizzato dall’Associazione Europea delle Vie Francigene e dall’Associazione Civita nel periodo 16 giugno – 30 settembre 2011.

Nove sono le tappe in programma per il CamminaFrancigena 2011, ciascuna di circa 20 km, per un totale di 174 Km. I CamminAttori daranno luogo ad una vera e propria performance itinerante e racconteranno la propria avventura attraverso le più avanzate tecnologie, documentando il percorso con video-diari, fotografie e testi e diventando essi stessi delle guide all’itinerario, dei testimonial che con il loro entusiasmo contageranno i potenziali viaggiatori.

La mattina del 1 ottobre i CamminAttori, giunti a Roma, si uniranno al gruppo di parlamentari europei che parteciperanno alla camminata organizzata dall’On. Silvia Costa e dalle Province di Viterbo e Roma, e che avranno già esplorato i tratti dell’antica Via intorno a Sutri (VT), Capranica, a Viterbo nel Quartiere Medioevale di San Pellegrino a Viterbo, e Formello (RM). I due gruppi attraverseranno la Riserva Naturale di Monte Mario, dalla quale si potrà ammirare la cupola di San Pietro e godere di una vista panoramica di Roma.

Vi aspettiamo numerosi con i vostri contributi e le vostre emozioni sulla Via Francigena !
Per scaricare il Bando di Concorso e partecipare al Premio inVia! clicca qui
Per scaricare la cartolina del Premio inVia! clicca qui
To download the inVia! contest postcard

Categorie
news-import

Camminata della Pace – Ivrea

I pellegrini dell’Associazione lafrancigena.it, in collaborazione con l’Associazione Francigena Sigerico di Ivrea, organizzano per domenica 25 settembre 2011 la “Camminata della Pace“.
Un’alternativa per tutti coloro che non possono partecipare alla Marcia di Perugia, di mettersi comunque in Cammino a sostegno di valori quali la pace, la condivisione, la solidarietà, l’aggregazione e il dialogo.

L’’iniziativa prevede una camminata da piazza Castello ad Ivrea fino a Burolo presso il Villaggio Solidale MCF (Mondo di Comunità e Famiglia), dove ci sarà la possibilità di rinfrescarsi con una bibita offerta dalla comunità MCF e dai pellegrini.Sarà prevista una sosta di 30 min per una colazione al sacco che ogni partecipante potrà portarsi, nell’area Cascinette adiacente al lago Campagna con possibilità di rientro direttamente da li per chi volesse accorciare il percorso.

L’’iniziativa è aperta a tutti, popolazione, amministrazioni, associazioni, imprese, ecc che desiderano unirsi a noi a sostegno della Pace tra i popoli.

Hanno già confermato la loro presenza all’evento:

Protezione Civile di Cinisello Balsamo, Progetto “Penelope” (ricerca persone scomparse), Cerco di Volare piccola impresa, associazione“ Camminando benessere corpo e mente” di Sesto San Giovanni, comunità MCF di Burolo, RE Click immobiliare di Cinisello Balsamo, associazione Francigena Sigerico di Ivrea, i pellegrini de lafrancigena.it … siamo in attesa di ulteriori conferme.

Il ritrovo per tutti è alle 9,30 in Piazza Castello ad Ivrea con partenza prevista alle ore 10. La partecipazione è ovviamente gratuita.
Conclusione prevista per le ore 13.00 e rientro a carico del partecipante.

Per maggiori informazioni:
camminandosullaviafrancigena@gmail.com

oppure ai numeri:
Cristina 347 9924830
Alessandro 393 9916398
www.lafrancigena.it

Categorie
news-import

La Via Francigena nel Lazio: cammini in rete

Venerdì 23 Settembre in occasione dell’incontro “La Via Francigena nel Lazio: cammini in rete”, Alberto Conte sarà presente per presentare la Geoguida della Via Francigena del Nord, il CamminaFrancigena 2011 e la realizzazione di nuove guide in collaborazione con Touring Editore.

L’evento si terrà Venerdì 23 Settembre 2011 alle ore 20.00 presso Piazza Navona – Spazio Eventi – Roma.

Alle ore 21.00 sarà offerto un assaggio di prodotti tipici del Lazio a cura di Coldiretti.