Via Francigena

Categorie
news-import

Scioglivia di Parole: itinerario della Via Francigena Toscana

“Scioglivia di parole” è un itinerario letterario, musicale e artistico, che coinvolge artisti e autori di rilevanza regionale e nazionale e rivolto a grandi e piccoli. 

Pensato in tre momenti, prevede una prima serie di appuntamenti a livello nazionale, un itinerario per tutte le età che percorrerà alcune delle tappe più suggestive del tratto toscano della Via Francigena, e un ciclo sul territorio dedicato alle scuole primarie. 

Otto parole per otto città toscane, per raccontare la Via Francigena, riscoprendo in chiave inedita, da Radicofani a Pontremoli, ricchezze e bellezze del territorio toscano. 

Il 14 marzo alle 21 il primo appuntamento “Il passo e l’incanto”, performance musicale/letteraria presso il Caffè Letterario Le Murate a Firenze.
Scaricate qui tutte le informazioni e l’invito ufficiale del 14 marzo

L’anteprima fiorentina è la prima tappa di un ciclo di presentazioni sul territorio nazionale (Roma, Torino e Venezia), fino al 13 giugno, realizzato in collaborazione con Produzioni Fuorivia. 
Potete scaricare tutti gli appuntamenti di Scioglivia di Parole

Organizzato dall’Associazione culturale La Nottola di Minerva, in collaborazione con Regione Toscana, Assessorato alla Cultura, Turismo e Commercio, Settore progetti speciali integrati di sviluppo turistico 

 

Categorie
news-import

Reti di impresa a favore di un turismo sostenibile

Tanti giovani, appassionati e imprenditori locali stanno cercando di promuovere la Via Francigena attraverso la creazione attività professionali a sostegno della Via Francigena e dei pellegrini. Dalle strutture di accoglienza alla ristorazione, dalle applicazioni Iphone ai servizi trasporto bagagli, da percorsi culturali ai social media, dalla editoria alla letteratura di viaggio.

Il Cammino di Santiago, dove negli ultimi tre anni hanno viaggiato a piedi per almeno 6-7 tappe oltre 1 milione di personeche contraddistingue il turismo degli ultimi anni. Un itinerario che ha creato una grande opportunità di lavoro ed ha favorito l’occupazione giovanile in piccole aree periferiche.

Anche grazie al contributo del Cammino di Santiago nella diffusione della cultura del viaggio lento, la Via Francigena ha oggi straordinarie opportunità di crescitae di sostegno verso una micro-economia sui territori, al fine di creare un circolo virtuoso fra l’identità del luogo ed un suo sviluppo sostenibile.

Per chi fosse interessato, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha lanciato un bando per promuovere e sostenere i processi di integrazione tra le imprese turistiche attraverso lo strumento delle reti di impresa, con l’obiettivo di supportare i processi di riorganizzazione della filiera di un turismo sostenibile.
La scadenza è il 9 maggio. Il co-finanziamento del 50% arriva a coprire fino a 200.000 euro.

Vi invitiamo a segnalarci la vostra idea “francigena”, che potremmo mettere in rete e condividere: l’unione fa la forza!

Potete scaricare il bando sul portale web del ministero.

Categorie
news-import

Il Cammino Mariano in due tappe

Il 6 marzo 2014 e il 18 maggio 2014 la Compagnia di Sigerico Laudese vi invita a partecipare ai due appuntamenti del Cammino Mariano. La prima tappa partirà da Casalpusterlengo a Senna Lodigiana e la seconda da Senna Lodigiana a Corte Sant’Andrea.
Al termine, di ogni giornata, è previsto un servizio di volontariato, a cura dell’amministrazione comunale di Senna Lodigiana, che riaccompagnerà i partecipanti al luogo di partenza.

La prima parte del percorso si svolgerà in tratto protetto (pista ciclabile); la seconda parte, da Senna Lodigiana a Corte Sant’Andrea è, invece, un percorso campestre.

Il percorso, in totale, è di circa 19km.

Potete scaricare qui l’invito e tutte le informazioni

Categorie
news-import

La prima domenica tra musica, armonia e natura nel Lazio

Il 2 marzo si è svolto con successo il primo evento di ‘Via Francigena nel Lazio, tra musica, armonia e natura’, che aveva in programma la tratta da Orvieto a Bolsena, di cui vi pubblichiamo qualche foto con fantastici paesaggi sulla Via Francigena. Vi ricordiamo gli altri appuntamenti che si svolgeranno fino al’8 giugno.

Categorie
news-import

Orio Litta, è rinata la grangia dei Benedettini

Diventano 15 i posti letto per i pellegrini della via Francigena in uno dei luoghi maggiormente simbolici lungo il percorso, la Grangia di Orio Litta. Domenica si è svolta l’inaugurazione, accompagnata da un pellegrinaggio.

Nell’edificio è stata rifatta la copertura, per evitare che piovesse all’interno, sono stati realizzati doppi servizi, suddivisi per uomini e donne, raggiungibili al piano di sotto con un ascensore interno. Oltre ai 15 posti letto, non mancano spazi polifunzionali per cittadini e associazioni.

Il progetto è stato realizzato grazie a finanziamenti ottenuti da: Fondi Emblematici Cariplo, Regione Lombardi, Provincia di Lodi, Fondazione Banca Popolare di Lodi.

Fonte: QN

Categorie
news-import

I numeri del traghetto del Po

Più di mille passaggi in due anni sono stati monitorati al Transitum Padi, il guado di Sigerico sul Po. Il fatto che nel 2013 siano leggermente diminuiti deriva dal fatto che da quando è stato aperta la pista ciclopedonale sul ponte del Po a Piacenza molti pellegrini lo attraversano da lì.

Potete scaricare qui tutti i passaggi dal guado di Sigerico del Po del 2013.

Categorie
news-import

26 itinerari culturali, tra cui spiccano le vie di pellegrinaggio verso Santiago, Roma e Gerusalemme

Sono ventisei gli itinerari culturali europei certificati dal Consiglio d’Europa. I più importanti fra loro sono il Camino de Santiago e la via Francigena, che da Canterbury arriva a Gerusalemme, attraversando l’Italia intera. Se ne è parlato a Strasburgo lo scorso 25 febbraio.

Il servizio video è stato realizzato da Sara Pacella, per Parleuropa Tv
Vedi il video

Categorie
news-import

Nuovi ‘animatori della Via Francigena’ in provincia di Latina

I sindaci di SER.A.L., Associazione dei Comuni della provincia di Latina, hanno festeggiato la chiusura del programma di formazione-intervento che ha qualificato 22 giovani del territorio come “Animatori della Via Francigena”.

Il programma di formazione è stato realizzato dall’Istituto Nautico di Gaeta, l’Azione Cattolica, Arcidiocesi di Gaeta e da Impresa Insieme, è durato un anno e si è concluso il 5 di febbraio del 2014.

La formazione ai giovani ha lo scopo di sviluppare un turismo di qualità per la Via Francigena e non solo, capace di apprezzare la cultura e le tradizioni del luogo, i suoi prodotti tipici, l’accoglienza stessa, e che è utile a stimolare anche una maggiore coesione sociale e a far riscoprire l’orgoglio di appartenenza ai membri della comunità locale.

Fonte: h24notizie

Categorie
news-import

Via Fancigena: altri 700 km verso la Puglia

La Via Francigena: milleottocento chilometri da Canterbury a Roma, a cui se ne aggiungeranno altri settecento fino alla Puglia, verso la Terra Santa e Gerusalemme.
Il “Decreto destinazione Italia” vuole finanziare, utilizzando fondi europei fino a un massimo di cinque milioni di euro, progetti presentati da Comuni con abitanti fra i 5mila e i 150mila per «promuovere la valorizzazione di specifiche aree territoriali e migliorarne la capacità di attivazione della dotazione di beni storici, culturali e ambientali»: esattamente le finalità della Francigena. Ne ha parlato Silvia Costa nel Palazzo dell’Europarlamento a Strasburgo mentre apriva la mostra sulle “European Cultural routes”: ventinove percorsi che attraversano il vecchio continente.

A percorrere nel 2013 la Via Francigena sono stati diecimila pellegrini, a piedi o in bicicletta: «Chi per un breve tratto nel fine settimana, chi da Canterbury fino a Roma o alla Puglia», spiega Massimo Tedeschi, presidente dell’Associazione Comuni della Via Francigena. Oltre ad aumentare i pellegrini stanno aumentando considerevolmente anche le reti nascenti intorno alla Via Francigena, enti, realtà locali, strutture di accoglienza e piccole imprese.

Leggi tutto l’articolo

Categorie
news-import

Un’altra Francigena da scoprire, lungo le Vie d’acqua

Uno studio storico, scientifico e di ricerca per restituire una significativa variante della Via Francigena: una via  del mare, circa 80 chilometri da Livorno ad Altopascio, in gran parte sull’acqua, lungo canali e fiumi, che pellegrini e mercanti percorrevano da e verso la costa.

Un gruppo di appassionati, ricercatori, camminatori sta lavorando per riportare alla luce questa importante tratta storica del percorso, la quale sarà presentata in occasione del Festival dei camminanti, in programma il 28, 29 e 30 marzo a Vicopisano.

L’obiettivo è quello di arrivare alla definizione di una variante del mare della Via Francigena, la strada italiana che attraverso la Francia a nord e il Mar Mediterraneo a sud collegava i tre luoghi santi della cristianità e che da diversi anni è oggetto di una grande opera di valorizzazione, soprattutto in Toscana.

Fonte: Il Tirreno