Categorie
news-import

Da Grenoble a Roma in carrozzina sulla via Francigena

Sessanta chilometri al giorno sulla carrozzina, lungo la via Francigena. Da Grenoble a Roma e ritorno, passando per Assisi. È la storia di Cristophe Vernière, che nei giorni scorsi ha attraversato la provincia di Pavia, lungo il percorso di Sigerico, suscitando non poca sorpresa.

E grazie al mix tra la potenza di un contatto umano e quella di Facebook, la storia di Cristophe sta facendo il giro d’Italia.Tutto è cominciato grazie a Nicoletta Zilli, di Belgioioso, titolare della Zilli tours. Che l’ha incontrato e poi ha lanciato un tam tam su Facebook per ritrovarlo: la sua foto è stata condivisa da mille persone in tutta Italia.

E alla fine Nicoletta è riuscita a contattarlo per raccontargli di come la sua impresa, abbia dato forza a tante persone. «Mentre guidavo il pullman, una mattina, per tre volte ho incontrato un disabile in carrozzina. Prima a Pavia, poi sulla strada per Belgioioso – racconta Zilli – ho capito che stava percorrendo la via Francigena – spiega Zilli – La terza volta in cui l’ho incrociato ero in macchina misono accostata e l’ho fermato a Zagonara, frazione di Belgiooioso. Con una solarità incredibile mi ha raccontato di aver intrapreso l’avventura una settimana prima, partito da Grenoble, facendo tappa ove necessario e ad Assisi per poi arrivare a Roma, poi tornerà dalla stessa strada a casa. La sua voce così felice toccava il cuore. “Sono molto più veloce che i pellegrini a piedi” mi ha detto ridendo. Gli ho chiesto una foto da pubblicare sul mio profilo Facebook affinchè altra gente potesse ammirarlo quanto l’ho ammirato io, simbolo di coraggio e forza».

Nicoletta ha pubblicato questo post e la sua foto su Facebook per riuscire a ricontattarlo. Grazie al tam tam diversi pellegrini che stavano percorrendo la Francigena in tutta Italia l’hanno incontrato, hanno cercato di aiutarlo e gli hanno portato il sostegno di tanti che hanno espresso parole di ammirazione per la sua forza e determinazione. «Una famiglia mi ha scritto nei giorni scorsi perché l’ha incontrato a Poggibonsi – spiega Zilli –, gli hanno chiesto l’indirizzo email e così io gli ho potuto scrivere e condividere con lui tutta l’ammirazione di chi è venuto a della sua impresa. Sono rimasta colpita dalla sua persona, è un simbolo di forza, una storia positiva in un momento in cui il mondo è in crisi. Uno stimolo per tutti ad andare avanti, oltre le difficoltà. E sono colpita dalla potenza di Facebook, che mi ha permesso di rintracciarlo».

Anna Ghezzi

Fonte: La Provincia Pavese

 

Categorie
news-import

Nuovi soci ed amici AEVF

Nel corso dell’assemblea di Saint-Maurice del 27 giugno AEVF ha dato il benvenuto a 9 nuovi soci e 24 associazioni amiche.

Nuovi Soci: Regione Piemonte, Regione Valle d’Aosta, Aigle région, Comune di Bisceglie (BA),Comune di Corato (BT), Comune di San Giovanni Rotondo (FG), Comune di Casalbore (AV), Comune di Monteroni d’Arbia (SI), Comune di Ariano Irpino (AV).

Nuovi Amici AEVF: Association du Chablais, Pro Loco Trani (Trani, BT), Associazione Daunia TuR (Manfredonia, FG), Associazione Fortore Habitat (Torremaggiore, FG), Comitato italiano Pro Canne della Battaglia (Barletta, BT), Terre Nostre (Mottola, TA), Aree Protette del Po e della Collina Torinese (Moncalieri, TO), Salento Bici Tour (Lecce, LE), Associazione Farfalle in Cammino (Pontremoli, MS), Gruppo Teatrale di Buonalbergo (Buonalbergo, BN), Associazione Via Francigena Alta Lunigiana (MS), Associazione EcoGaia onlus (Sassano, SA), Non Solo Trekking (Ariano Irpino, AV), Officine Arthemisia (Laterza, TA), Associazione San Francesco d’Assisi (Capizzi, ME), Associazione “Insieme si può” (Ostuni, BR), Gruppo dei Dodici (Roma, RM), A.S.R.S. Maiolica (Laterza, TA), CooperAttiva Montescaglioso (Montescaglioso, MT), Pro Loco Laterza (Laterza, TA), Associazione Cavalieri Terra della Murgia (Laterza, TA), U.T.E.P. Laterza -Università Territoriale per l’Educazione Permanente- (Laterza, TA), Associazione Terre Rare, ASD Circolo Culturale Sportivo Carlo Schulz della Valle del Treja (Mazzano Romano, RM), Vie della Fede onlus (Roma).

Categorie
news-import

Nuovo catalogo e punti vendita oggetti ricordo francigeni

Online il nuovo catalogo ed l’elenco dei punti di distribuzione dell’oggettistica della Francigena.

Oltre alla pagina web per la vendita online, sono attivi, lungo il percorso, i primi sei punti ufficiali di distribuzione: Saint-Maurice (Boutique de l’Abbaye), Fidenza (Ufficio IAT), Aulla (Museo e Abbazia San Caprasio), Sorano di Filattiera (Centro Didattico Pieve), Monteriggioni (Ufficio Turistico), San Gimignano (Pro Loco).

Gli enti soci AEVF, le associazioni amiche e i punti d’accoglienza applicheranno prezzi convenzionati e personalizzazioni dei prodotti. Nuovi punti tappa saranno aggiunti prossimamente alla pagina: http://www.viefrancigene.org/it/AEVF/oggetti-ricordo.

SuI sito www.viefrancigene.org è reperibile il nuovo catalogo, costantemente aggiornato, dei prodotti ufficiali della Via Francigena.

Si ricorda che l’uso della “figura di pellegrino”, marchio ufficiale AEVF registrato, per i fini sopra descritti, è consentito solamente previo accordo e autorizzazione dell’Associazione Europea delle Vie Francigene.

Info: francigenamarketing@gmail.com


L’Associazione Europea delle Vie Francigene, in data 20 agosto 2014, ha sottoscritto con Idea-Marketing s.r.l. di Rivergaro (PC) un accordo di produzione e commercializzazione di oggettistica con diritto di utilizzo esclusivo del marchio ufficiale AEVF.

Categorie
news-import

Bollettino di informazione dell’Associazione dei ” Cammini di Compostela e Roma in Bourgogne-Franche-Conté

In allegato il bollettino di informazione uscito a fine giugno 2015 a firma del Presidente dell’Associazione des Chemins de Compostelle et de Rome en Bourgogne-Franche-Conté, Gilbert Pescayre.

 

Categorie
news-import

Sutrium Hotel, splendida sosta nel centro di Sutri

Accogliente e confortevole, il Sutrium Hotel è situato nel centro storico dell’antichissima città di Sutri, pur mantenendo una splendida vista nel verde. Si trova a soli 50 km dal centro di Roma e 30 km da Viterbo.
E’ garantito ai nostri ospiti un soggiorno piacevole in un ambiente tranquillo e ricco di storia.

Categorie
news-import

Si parla di Francigena nei territori nei cantoni Vaud e Vallese

Due ottimi incontri sullo sviluppo della Francigena con amministratori e operatori privati del distretto di Yverdon-les-Bains, cittadina termale sul lago di Neuchatel, e di Saint-Maurice si sono svolti rispettivamente giovedi 25 giugno (ore 15:00) e venedi 26 giugno (ore 20:30) in collaborazione con l’Associazione Europea delle Vie Francigene.
Il primo organizzato da Dominique Faesch, instancabile direttrice dell’ufficio regionale del turismo; il secondo da Bertrand Bitz, giovane responsabile dell’ufficio del turismo. Raffaella Senesi, sindaco di Monteriggioni, e Giovanni D’Agliano, dirigente del turismo della Regione Toscana, hanno illustrato l’esperienza di successo della Via Francigena in Toscana. Christian Schuelé, presidente dell’Associazione culturale dello Chablais, e Gaetan Tornay, direttore dell’ufficio del turismo di Orsières, hanno illustrato l’esperienza della Via Francigena in Svizzera. Le persone presenti hanno rivolto domande ai relatori mostrando notevole interesse all’argomento.

Gli incontri si sono svolti in stretta sinergia con l’Associazione Europea delle Vie Francigene con l’obiettivo di sensibilizzare i territori nel Cantone Vaud e Vallese, coinvolgendo le istituzioni locali, le associazioni e gruppi di camminatori, gli operatori privati.
Categorie
news-import

Lions consegna alla Misericordia di Lucca il totem del pellegrino

Si è svolta il 25 giugno alla Misericordia di Lucca la cerimonia di consegna del Totem del Pellegrino del Lions, un simbolo che rappresenta l’attenzione ed il sostegno che il Lions Club Lucca Host si propone di dedicare ai pellegrini della Via Francigena che verranno ospitati nei locali, messi a disposizione a Lucca, dalla struttura della Misericordia.


Il presidente uscente Maria Stuarda Varetti ed il presidente In-Coming Graziano Nottoli, con i rispettivi officer di Club, hanno consegnato all’arciconfraternita della Misericordia di Lucca, nelle mani del suo proposto, Cesare Rocchi, la targa ed il totem, alla presenza di una delegazione del club e dei rappresentanti dell’ente.

“Si tratta – spiega la presidente Varetti – di un impegno portato avanti dal nostro club assieme al Distretto 108 La che, tramite il Centro Studi del Lionismo – di cui è presidente la nostra socia Maria Carla Giambastiani – ha voluto collegare i clubs delle zone interessate dal percorso francigeno in Toscana, creando una “rete” di Hospitales (già peraltro esistenti e gestiti da enti diversi) per l’assistenza da dare ai pellegrini. Questo service, fortemente voluto dal nostro governatore uscente Gianluca Rocchi, prevede infatti che ciascun club di competenza del tratto di cammino toscano dei pellegrini della Francigena, “adotti” un ostello, consegnando appunto allo stesso il simbolo del pellegrino del Lions (una sagoma di cartone con le insegne del Lions ed un numero di telefono da contattare per avere assistenza ed informazioni). Nel corso dell’anno, poi, è previsto che il club organizzi almeno un’iniziativa o service per raccolta fondi, da destinare all’acquisto di beni da donare all’ostello adottato per migliorare il livello di ospitalità offerta ai pellegrini. Il nostro club ha aderito all’iniziativa distrettuale ed ha deciso dunque di “adottare” alcune strutture, che la misericordia ha ristrutturato ed adibito ad Hospitales per i pellegrini della Francigena e che sono ubicate proprio nei locali della sede lucchese della stessa. È stata, inoltre, confermata la disponibilità della stessa Misericordia, attraverso suoi collaboratori, per l’indicazione di un numero di telefono, che verrà indicato sul pannello del Lions, per la richiesta di assistenza ai pellegrini. Il Totem del Pellegrino Lions rimarrà posizionato nella reception della Misericordia, ben visibile e riconoscibile. Sulla porta dell’ostello è stata, invece, applicata una targa con le insegne della Misericordia e del Lions Club Lucca Host”.
 
Categorie
news-import

Incontro con le regioni e Assemblea AEVF, due giorni di lavoro a Saint-Maurice

La splendida abbazia di Saint-Maurice (Vallese) ha ospitato due giornate intense di lavoro e riflessione sulla Via Francigena organizzate  dalla Associazione Europea delle Vie Francigene in collaborazione con il  comune di Saint-Maurice, la regione Valais Romand e l’Abbazia di  Saint-Maurice, che festeggia quest’anno i 1500 anni di fondazione.

ABBAZIA DI SAINT-MAURICE: nel bel borgo del canton Vallese, ubicato lungo le rive del Rodano esattamente a metà strada fra Canterbury e Roma (900 chilometri per parte), sorge l’antica abbazia che si contraddistingue  per una lunga e ininterrotta storia iniziata nel 515: un’importante tappa lungo la Via Francigena per i pellegrini che si dirigono a Roma. L’abbazia ospita una  comunità monastica, guidati da mons. Joseph Roduit, grande conoscitore ed amico della Francigena, che si rifà alla regola di Sant’Agostino.

COMITATO DI COORDINAMENTO INTERREGIONALE: nella sala convegni dell’abbazia venerdì 26 giugno si è svolta la VII riunione del Comitato Tecnico Interregionale dei rappresentanti di regione Lazio, Toscana, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, canton Vallese e canton Vaud per condividere indicazioni comuni riguardanti percorso e segnaletica;  ricettività, accoglienza e servizi lungo la Via Francigena; promozione e comunicazione.

Ha partecipato la presidente della Federazione Europea Escursionismo Pedestre che ha  illustrato l’esperienza di certificazione e-path e di segnaletica europea.

Alla luce dell’esperienza pilota della Regione Toscana, l’obiettivo è di inserire nei programmi regionali il progetto della Francigena e condividere un Euro Master Plan della stessa. Il prossimo incontro si svolgerà a Canterbury nel prossimo mese di dicembre. 

Il 30 settembre 2015 ad Expo è prevista una sessione dedicata alla Francigena all’interno del Padiglione Europa, nel contesto dell’annuale Euromeeting organizzato da Regione Toscana.

ASSEMBLEA GENERALE AEVF: Sabato 27 giugno si è svolta l’Assemblea Generale AEVF che ha approvato il bilancio consuntivo 2014 ed il budget 2015.  Altri punti all’ordine del giorno concernevano la estensione della certificazione di “Itinerario culturale del Consiglio d’Europa” alla Via Francigena del Sud, i criteri di utilizzo del

pellegrino giallo, logo ufficiale di AEVF, la candidatura a patrimonio dell’UNESCO della Via Francigena (presentata dal sindaco di Fidenza Massari e dal rappresentante del Comune di Monteriggioni Alessandro Pinciani), il Festival europeo “Via Francigena Collective Project 2015” e l’implementazione del sito web www.viefrancigene.
Infine sono stati accolti i nuovi soci: Aigle Région, Regione autonoma Valle d’Aosta, Regione Piemonte, comuni di Monteroni d’Arbia (SI), Casalbore (AV), Ariano Irpino (AV), Corato (BA), Bisceglie (BT), San Giovanni Rotondo (FG).

RIVISTA: infine è stato presentato il nuovo numero (giugno 2015) della rivista “Via Francigena and the European cultural routes”,  sfogliabile anche online, con gli interventi di Christian Schuele (Abbazia Saint-Maurice), Gaetano Di Blasi (Regione Piemonte), Renato Trapé (Comuni di Montefiascone e di Acquapendente), Cecilia Cecchini Bisoni
(castello di Proceno). La rivista offre ai territori una vetrina internazionale per far conoscere eccellenze e potenzialità lungo la Francigena europea.

 
Luca Bruschi
Categorie
news-import

La maison des vignerons a Donnas, emozioni d’altri tempi

In collina, nella tranquillità della Valle d’Aosta, lungo la quinta tappa della Via Francigena, una dimora d’epoca di fine Settecento vi accoglierà con la semplicità rurale di un’antica casa di campagna. Centenarie volte in pietra, mattoni di antica fattura raccontano una storia di solida serenità, calore e vivibilità; i vecchi camini, le pareti in pietra e le volte nelle vecchie stalle sono presenze forti che trasmettono emozioni.

Categorie
news-import

La rivista “Via Francigena” cambia formato e dà voce ai territori

Fidenza e la sua Cattedrale nelle pagine della rivista internazionale “Via Francigena and the European Cultural Routes“, che cambia look e arriva nelle edicole delle province di Parma e Piacenza. Nei prossimi giorni verrà anche messa gratuitamente a disposizione online.

Sono due le novità che caratterizzano questo nuovo numero della rivista semestrale dedicata al cammino romeo: il periodico cambia formato, presentandosi in una veste ancora più accattivante, e approda nelle edicole delle province di Parma e Piacenza grazie alla collaborazione dell’agenzia fidentina di distribuzione di Giancarlo Menta.

Oggi presentiamo in anteprima la rivista per sottolineare che grazie alla collaborazione di Giancarlo Menta, questo numero uscirà nelle edicole delle province di Parma e Piacenza. Questo significa per noi radicamento e la possibilità che la Via Francigena sia conosciuta e apprezzata soprattutto a livello popolare e non solo da studiosi e appassionati. La rivista cambia look, in un formato più maneggevole ed consultabile anche on line“, ha spiegato stamani il presidente dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, Massimo Tedeschi, nel corso della conferenza stampa che si è svolta al Palazzo Vescovile di Fidenza.

La presentazione ufficiale del nuovo numero della rivista “Via Francigena” si terrà il 27 giugno a Saint-Maurice (Svizzera) in occasione delle celebrazioni dei 1500 anni dell’Abbazia di Saint- Maurice, cui prenderà parte anche il Sindaco Andrea Massari.

Stiamo lavorando per la candidatura della Via Francigena e della Cattedrale di Fidenza come Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Con il recente convegno che abbiamo organizzato a Fidenza con i sindaci della Via Francigena abbiamo messo un punto fermo: lavorare insieme per questo grande obiettivo comune. Dal convegno è emerso anche l’auspicio che le Diocesi che si affacciano sulla Via Francigena supportino la candidatura perché anche la componente religiosa del cammino è importante e deve avere un suo riconoscimento ufficiale. A Saint-Maurice saremo presenti per illustrare il nostro progetto di candidatura Unesco e allargare la base di consenso“, ha detto il Sindaco Andrea Massari.

Sono orgoglioso che la mia città sia un punto di riferimento per la Via Francigena, perché è un progetto a cui credo fortemente: possiamo e dobbiamo mostrare i nostri tesori. Questa rivista ha contenuti di grande spessore culturale e una veste grafica importante. La Via Francigena è incontro di genti e di culture e proprio per questo dobbiamo spingere i pellegrini a percorrerla e a riscoprirne la storia e le suggestioni“, ha detto Giancarlo Menta, ringraziando il Vescovo Mazza, il Sindaco Massari e l’Associazione Europea delle Vie Francigene per il lavoro svolto, nei rispettivi ambiti, dalle tre istituzioni.

Sono lieto di vedere l’apertura di un interesse nuovo, più concreto e più propositivo, verso la Via Francigena. Il progetto Unesco è un’impresa enorme perché coinvolge tante realtà diverse. La rivista è un ottimo strumento di informazione ed è una pubblicazione notevole per aspetto e contenuti. Vi auguro buon lavoro e auspico che da semestrale, la rivista possa diventare trimestrale“, ha concluso il Vescovo di Fidenza, Monsignor Carlo Mazza.

La storica rivista, edita dallo Studio Guidotti di Fornovo Taro, sarà quindi presentata sabato 27 giugno per le celebrazioni dei 1500 anni dell’Abbazia di Saint- Maurice (Svizzera), evento che rappresenta un tassello molto significativo per lo sviluppo del progetto europeo della Via Francigena. La Svizzera, in questo caso il percorso francigeno nel Cantone Vallese, si trova a metà strada dal punto di partenza, Canterbury, alla città eterna, Roma.

 Fonte: Ufficio Stampa Comune Fidenza