Via Francigena

Cantieri francigeni sui Monti Dauni

Redazione AEVF
Redazione AEVF
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su twitter

Entra nel vivo il Progetto di Eccellenza Turistica dei Monti Dauni, voluto da Regione Puglia e sostenuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con l’apertura dei cantieri di “infrastrutturazione leggera”.

Il progetto prevede interventi di messa in sicurezza, attrezzature, aree di sosta e segnaletica del primo tratto di Vie Francigene in Puglia, sui Monti Dauni, dai Comuni di Celle San Vito e Faeto fino a Lucera: si tratta dei primi 45 km di tracciato ufficiale che potranno la prossima primavera diventare fruibili per camminatori, viandanti e pellegrini.

Il Progetto di Eccellenza Turistica, avviato nel 2012 e cofinanziato nel 2014 dal Mibact, è il risultato di una approfondita fase di analisi e di ricerca sul campo che ha coinvolto l’Università degli Studi di Foggia e il Club Alpino Italiano, ora posto in essere dall’Amministrazione Provinciale di Foggia su mandato dell’Agenzia regionale del Turismo ARET Pugliapromozione, che si è avvalsa anche dell’assistenza tecnica dell’Associazione Europea delle Vie Francigene.

I cantieri sui Monti Dauni contribuiranno a rafforzare l’idea di posizionamento turistico che Regione Puglia ha inteso offrire al comprensorio appenninico, investendo risorse nell’entroterra, nella bellezza dei paesaggi, nonché nella profonda spiritualità che pervade i luoghi. Un risultato estremamente concreto, il primo nel Mezzogiorno, che non mancherà di mostrarsi come buona prassi e di indicare il percorso per le altre Amministrazioni che intenderanno procedere alla infrastrutturazione delle Vie Francigene nel Sud.