Via Francigena

Categorie
news-en-import

Questionnaire on the Via Francigena

Francesca Magnani, graduated in Languages ​​at the Catholic University of Milan has created a questionnaire to the Pilgrim, translated in 4 languages, and is open to all pilgrims on the Via Francigena who want to give advice to try to improve the Way of Sigerico.

To fill out the questionnaire you should save it on your computer, edit it, save it again and send it.
The questionnaire should be sent to viafrancigena@hotmail.com.

Categorie
news-import

Ampliamento strutture ricettive:Monteriggioni scrive alla Regione

Monteriggioni scrive alla Regione per ampliare la tipologia delle strutture ricettive con gli ostelli della Francigena e del Turismo Lento

Il Comune di Monteriggioni prepara la gara per la gestione dell’ostello da 12 posti letto ubicato nella frazione di Strove ed intanto scrive alla Regione per chiedere di modificare la regolamentazione delle strutture turistiche, in modo da consentire un’accoglienza più consona a questa forma innovativa di turismo. Già dallo scorso luglio Monteriggioni ha inaugurato una struttura ricettiva nel borgo medievale di Strove ristrutturando un immobile comunale, accanto ad una piccola cooperativa locale che gestisce un bar-emporio. Lo scopo è quello di promuovere la Via Francigena ed il turismo c.d. “lento” ed escursionistico.

La struttura si configura formalmente come un Ostello della Gioventù secondo quanto disciplinato dall’art. 48 della Legge Regionale 42/2000. “Abbiamo scelto questa classificazione – spiega il sindaco Valentini – perché era, tra quelle previste dalla normativa regionale, quella che più si avvicinava alle caratteristiche ed alle funzioni della struttura appena aperta, non riuscendo però a soddisfare totalmente le esigenze di gestione e le aspettative degli ospiti”.

Nel predisporre il Bando per la gestione della struttura (che finora ha funzionato con un affidamento provvisorio) il Comune intende orientarsi verso criteri che favoriscano la partecipazione alla selezione anche ad associazioni di volontariato. Vista la tipologia dell’accoglienza, il profilo delle associazioni sarebbe particolarmente  congruente con la gestione di una struttura “leggera” come quella di Strove, anche sotto il profilo degli incassi (viste le basse tariffe applicate, che vanno da 12 a 16 euro) e con la sperimentazione di forme innovative di gestione che possano favorire l’apporto del volontariato come avviene in Spagna sul Cammino di Santiago con i volontari cosiddetti Hospitaleros. Il comma 3 dell’art. 51 della Legge 42/2000 dispone però che “nel caso di gestione dell’ostello da parte di associazioni, l’attività può essere esercitata solo nei confronti dei soci….“.

La ratio della norma è chiara e condivisibile – aggiunge il sindaco Valentini – per la gestione di ostelli tradizionali, ma non si addice agli scenari futuri, che auspichiamo saranno contraddistinti da un serie di strutture ricettive, disseminate lungo il tracciato della  Francigena, alcune delle quali gestite da associazioni che obbligherebbero i turisti-pellegrini ad associarsi necessariamente a ciascuna di esse. Non mi pare si pongano problemi di concorrenza sleale, rispetto all’accoglienza in strutture tradizionali, perché si tratta di posti letto in camerate, con bagni in comune”.

Il sindaco di Monteriggioni ha preso carta e penna ed ha scritto alla Regione Toscana, sia all’Assessorato al Turismo che ai consiglieri, chiedendo di favorire la realizzazione di strutture a basso costo che possano ospitare una categoria di turisti in prospettiva sempre più numerosa. Pertanto la richiesta è di introdurre modifiche alla attuale disciplina prevedendo l’ istituzione di una nuova tipologia come ad es. “rifugi per pellegrini”, da aggiungere alle “strutture ricettive extra-alberghiere per l’ospitalità collettiva”. Per tali tipologie non dovrebbe essere prevista la disposizione dell’obbligo di essere iscritti alle associazioni che gestiscono le strutture ricettive.

Vista la sensibilità e la lungimiranza – conclude il sindaco Valentini – dimostrate dalla Regione Toscana per promuovere la Francigena come un grande progetto europeo che parli ai giovani italiani e di tutto il mondo, spero davvero che le norme possano essere modificate allargando la tipologia della ricettività, consentendo forse anche qualche nuova iniziativa imprenditoriale che investa in una microeconomia di grande potenzialità ed a basso impatto ambientale di questo turismo in forte crescita in tutto il mondo”.

Fonte: www.comune.monteriggioni.si.it

Categorie
news-import

Convegno – La Via Francigena oggi

Venerdì 25 Novembre a San Miniato (PI) si terrà un Convegno intitolato “La Via Francigena oggi. Spiritualità, tradizione, promozione” promosso dalla Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) e San Miniato Turismo-Associazione degli operatori del turismo di San Miniato.

Programma del convegno:
Ore 9.45
SALUTI
– Vittorio Gabbanini, sindaco di San Miniato
– Antonio Guicciardini Salini, presidente Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato
– S.E. Mons. Fausto Tardelli, Vescovo di San Miniato
– Salvatore Sanzo, assessore al Turismo Provincia di Pisa

Apertura dei Lavori:
– Cesare Andrisano, presidente di San Miniato Turismo

Ore 10.15
LA FRANCIGENA, PER UNA CULTURA DEI TERRITORI
– Serena Savelli, dottoranda di ricerca in Progettazione e gestione dell’Ambiente e del Paesaggio, Sapienza Università di Roma – Facoltà di Architettura, “Francigena streetview. Che Italia vedono i pellegrini? Ritratti di un Paese intimamente visto da fuori e proposte per un parco lineare del paesaggio italiano”
– Andrea Vanni Desideri, Direttore scientifico dei Musei comunali di san Miniato, “Comunicare la Via Francigena: il ruolo dei musei”

Ore 11.00
IL PIANO FRANCIGENA: A CHE PUNTO SIAMO?
– Giovanni D’Agliano , dirigente Regione Toscana, “Il masterplan 2012-2014”
– Daniele Casprini , Sesamo Comunicazioni “Il portale www.viafrancigena.eu: opportunità per i territori della Francigena”

Ore 11.30
LA FRANCIGENA: LE OPPORTUNITÀ PER LA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO.
TURISMO E PRODOTTI TIPICI
– Massimo Tedeschi, presidente dell’AEVF
– Paolo Bongini, dirigente Regione Toscana
– Pier Paolo Tognocchi, consigliere regionale e delegato AEVF per la Regione Toscana
Coordina Marco Lapi, giornalista Toscana Oggi

A seguire gli interventi degli amministratori locali e delle associazioni

Ore 12.30
Illustrazione del Patto “Insieme per la Via Francigena: per la valorizzazione della tappa da Altopascio a San Miniato della via dei pellegrini

A seguire firma del patto “Insieme per la Francigena” da parte delle associazioni di categoria, di volontariato, culturali, sportive e di promozione del territorio

Ore 13.30
Buffet a cura dell’Associazione ristoratori sanminiatesi e presentazione della “zuppa del pellegrino”

25 novembre 2011
San Miniato (PI),
c/o Hotel San Miniato
Ex Chiesa di San Martino
Via Aldo Moro, 2

Categorie
news-import

Nuovi smottamenti sopra la strada romana delle Gallie tra Bard e Donnas (AO)

Torna a sgretolarsi la parete di roccia che sovrasta l’antica strada romana che collega Bard a Donnas. A seguito delle intense precipitazioni di 10 giorni fa, alcune pietre di piccole dimensioni sono precipitate sul selciato, all’altezza della palestra di roccia, meta da sempre di decine di appassionati dell’ arrampicata sportiva .
Il fenomeno non è certamente nuovo e il problema delle cadute di materiale si ripete da anni .
Il Sindaco di Donnas, Amedeo Follioley, ha immediatamente firmato un’ ordinanza di chiusura al transito veicolare e pedonale della strada , nel tratto che interessa il suo comune.

La decisione è stata obbligata in via precauzionale . Le pietre cadute sono di piccole dimensioni , ma tali da determinare un rischio per l’ incolumità pubblica ” .
I tecnici della Regione Valle d’ Aosta hanno effettuato un primo sopralluogo, lo scorso venerdì, ma ne sarà necessario un altro questa settimana con l’ ausilio dell’ elicottero, per individuare i punti da cui i blocchi di pietra si sono staccati.

Della difficile situazione della strada romana si parla da anni .
Interventi di contenimento del versante, con la posa di reti paramassi , ne sono già stati fatti ma ad una soluzione definitiva non si è mai arrivati…….

Categorie
news-import

Racconti e Storie ai tempi della Pia

Domenica 27 novembre, Francigena festival a Monteriggioni. Doppio evento: conferenza storico-artistica con David Riondino e Franco Cardini. A seguire, concerto in ottava rima su Pia dei Tolomei. Ingresso gratuito!

Domenica 27 novembre alle 15.30 presso il Complesso Monumentale di Abbadia Isola, il Comune di Monteriggioni, nell’ambito del Francigena Festival 2011, presenta un doppio evento. Si inizia con la conferenza “Racconti e storie ai tempi della Pia”, con l’artista David Riondino ed il prof. Franco Cardini
dell’Università di Firenze. Successivamente, alle ore 18, ci sarà un concerto dedicato a “Pia dei Tolomei”.

Sarà interpretato in ottava rima da: Francesca Breschi (voce), Monica Demuru (voce), Chiara Riondino (voce), Mirko Guerrini e Simone Santini (musicisti). Questo è il secondo appuntamento del Francigena Festival 2011, realizzato con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi e del Comune di
Monteriggioni. Prima dello spettacolo, ad ingresso gratuito, David Riondino, direttore artistico del festival, insieme al Prof. Franco Cardini, storico medievista, converseranno amabilmente sul tema “Racconti e storie ai tempi della Pia”. “La “Pia de’Tolomei” – ci racconta David Riondino- è un poema in ottava rima che racconta le disavventure della “malmaritata Pia” in un tenebroso medioevo, reinventato nell’Ottocento da Bartolomeo Sestini prima e dal Niccheri poi. Il poema di Niccheri, 64 ottave, veniva raccontato a memoria da contadini e contadine in Toscana e passando di bocca in bocca arrivò fino a mia nonna , di cui ho il chiaro ricordo che lo cantasse per incantarci senza averne da nessuna parte una copia scritta”. Le cantanti eseguono l’antico poema e reinterpretano le melodie tradizionali dell’ottava rinnovandole con le loro vocalità e le loro specifiche caratteristiche. Il racconto cantato a più voci ritrova l’immediatezza e la forza
che ne hanno fatto per tanti anni un piccolo capolavoro dell’epica popolare.

Ingresso gratuito.

Per informazioni:
info@monteriggioniturismo.it
tel 0577-304834

 

Categorie
news-import

Via Francigena, un concorso per le scuole

Un concorso scolastico per conoscere meglio la Via Francigena che attraversa i paesi e le città di molti alunni e studenti della Toscana: questa l’iniziativa promossa da «Toscana Oggi per la Francigena» in concomitanza con la riapertura delle scuole.

Il concorso “Sulla Via Francigena” è rivolto alle scuole primarie e secondarie, con l`obiettivo di diffondere e radicare la coscienza dell`importanza che tale via riveste dal punto di vista storico-culturale per i territori che attraversa.

Il concorso è indirizzato ad alunni e studenti della scuola primaria e secondaria, cui sono richiesti i seguenti elaborati:
– per gli alunni della scuola primaria, poesia di 40 versi al massimo, sul tema “Sulla Via Francigena”;
– per gli alunni della scuola secondaria inferiore, racconto sul tema “Sulla Via Francigena”, 12 mila battute al massimo (spazi compresi) o, in alternativa, elaborato
grafico sullo stesso tema, in formato A3;
– per gli studenti della scuola secondaria superiore, tesina individuale o a gruppi sul tema “La Via Francigena nel nostro territorio”, lunghezza massima pagine 20 in formato A4.

I suddetti elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il 5 aprile 2012 in copia cartacea al seguente indirizzo: Toscana Oggi – Concorso scolastico Via Francigena, via de’ Pucci 2, 50122 Firenze, o in alternativa (ad eccezione degli elaborati grafici) in allegato e-mail all’indirizzo francigena@toscanaoggi.it.

Per maggiori informazioni:
www.toscanaoggi.it
francigena@toscanaoggi.it

Categorie
news-import

L’Autunno Francigeno a Formello

Nel suggestivo borgo di Formello il 12 e il 13 novembre c’è San Martino (Riti Cibo e Vino) uno degli appuntamenti più attesi dell’anno inseriti nelle iniziative dell’Autunno Francigeno. Un emozionante percorso fra i vicoli e le cantine del centro storico lungo la Via Francigena.

L’iniziativa prenderà il via a partire dalle 14 di sabato 12 novembre e proseguirà fino alla tarda sera di domenica 14.

Protagoniste di questa sesta edizione saranno ancora una volta le antiche cantine del paese che proporranno agli ospiti  un’offerta enogastronomica basata su vino di qualità e piatti della tradizione locale cucinati con i prodotti della zona. I visitatori potranno gustare tra le altre specialità formellesi, la zuppa di ceci e castagne e l'”acqua cotta”. Da quest’anno le cantine saranno aperte anche per la cena di domenica 13.

La festa sarà animata dalla banda Murga QB, da esibizioni di mangiafuoco,  della banda musicale Bernabei, del Gruppo di Tradizioni Popolari e dei gruppi musicali itineranti. Per le strade e nelle piazze si esibiranno fino a notte  jam session di jazz e cover band. I tradizionali banchi dei produttori locali che proporranno assaggi e degustazioni saranno allestiti per tutta la durata della festa insieme allo stand gastronomico del centro di aggregazione giovanile e agli stand artigianali. Sarà possibile anche passeggiare lungo la Via Francigena con escursioni guidate alla Valle del Sorbo fino al Santuario

Laboratori di ceramica, attività per bambini, corsi di intreccio di cesti,  dimostrazioni di pigiatura dell’uva, performance di danza contemporanea  e di  tango arricchiranno una grande festa popolare dove ancora una volta la cultura e la tradizione si sposeranno con la gastronomia di qualità e con la genuinità dei prodotti e del vino locale.

Quest’anno verrà presentata la nuova condotta di Slow Food “Per le Terre di Veio” con una degustazione di alcuni prodotti censiti e presidi Slow Food. Nell’occasione sarà possibile tesserarsi e acquistare ortaggi prodotti senza l’uso di prodotti chimici. Una parte dell’incasso sarà devoluto al progetto Slow Food per la realizzazione di alcuni orti in Africa.

In chiusura della festa il tradizionale Incendio del Fantoccio.

Categorie
news-import

7° Incontro dei Pellegrini a Montefiascone

Dopo la bellissima esperienza del 6° incontro dei pellegrini, per la seconda volta a Burolo di Ivrea, l’Associazione La Francigena organizza nelle giornate del 26-27 Novembre un nuovo appuntamento a Montefiascone presso l’Accoglienza Raggio di Sole.

PROGRAMMA
Pernottamento presso l’Accoglienza Raggio di Sole (ex convento francescano), Via San Francesco 3, Montefiascone (VT).
Contributo di 15 euro a persona a notte.
Posti letto disponibili: 90.

Venerdì 25 Novembre 
A partire dalle 18:00 accoglienza e sistemazione in camera. Serata libera.

Sabato 26 Novembre
ore 9:30/10.00 Ritrovo presso i locali dell’Accoglienza Raggio di sole, saluti e sistemazione in camera.
ore 10:30 Camminata di circa 12 km sulla Via Francigena con pranzo al sacco a carico del partecipante (potete portarvi qualcosa da casa oppure comprare qualcosa durante la camminata)
ore 15.30 Rientro alla struttura di accoglienza e tempo a disposizione. (doccia, riposo, socializzazione)
ore 17.00 Caffè letterario. Incontriamo la scrittrice Elisabetta Muratori, autrice del libro “Hasta Luego Santiago”, davanti ad un buon caffè e qualche biscotto! (riflessioni, esperienze, firma del libro)
ore 18.00 Tempo a disposizione (riposo, SS Messa, socializzazione)
ore 19.00 Preparativi Cena (una settimana prima dell’incontro invieremo a tutti i partecipanti il sondaggio “io porto” da compilare, dove dovrete specificare che cosa portate da mangiare)
ore 19.30 Cena Comunitaria
ore 21.00 Condivisione esperienze sul Cammino, proiezione foto, punto della situazione Via Francigena e attività della nostra associazione.
ore 23.00 tisana della buona notte

Domenica 27 Novembre
ore 8.00 Sveglia
ore 8.30 colazione
ore 9.00 Camminata di circa 12 km sulla Via Francigena
ore 13.00 Rientro e pranzo a buffet!
ore 14.00 Briefing finale. Saluti, baci, abbracci e rientro a casa
Nota Bene
– Il programma è suscettibile di piccole variazioni negli orari.
– Le camminate verranno svolte anche in caso di maltempo, tranne condizioni eccezionali.
– Per chi desiderasse partecipare alla Santa Messa: domenica mattina ore 7:30 presso Chiesa Divino Amore (Corso Cavour); ore 8:00 presso Chiesa Santa Maria delle Grazie, Chiesa San Pietro (benedettine)

Per iscrizioni ed informazioni:
camminandosullaviafrancigena@gmail.com

Una settimana prima dell’evento verrà inviata a tutti i partecipanti un email con i dettagli dell’organizzazione.

Categorie
news-import

Corri sulla Francigena a Monteriggioni

Domenica 13 novembre sarà possibile passeggiare, correre, andare in mountain bike o fare nordic walking durante la 14a edizione della manifestazione sportiva “Corri sulla Francigena, organizzata dall’Associazione Monteriggioni Sport e Cultura col patrocinio del Comune di Monteriggioni. L’invito, ancora una volta, è rivolto gli appassionati del cosiddetto turismo lento per scoprire (o riscoprire) i boschi della Montagnola Senese attraversati dall’antica via dei pellegrini.

Per la quattordicesima volta, il ritrovo e la partenza sarà la chiesa romanica di Abbadia Isola con arrivo per tutti alla sede centrale della Banca Monteriggioni a Fontebecci.

Il percorso è quello ormai consolidato, con una variante per i cicloturisti. La prima parte taglia le pendici della Montagnola fino all’attraversamento della Cassia all’altezza del bivio del Poggiolo. Una volta lasciata Abbadia Isola, si trova un rettilineo sterrato di un chilometro e mezzo fino alla prima salita ciottolosa di Campassini, antico insediamento etrusco collegato culturalmente alle necropoli di Pian del Casone. Dopo aver lambito un’area di sosta da cui è possibile godere di una vista particolarmente suggestiva sulla cinta muraria di Monteriggioni, si prosegue per La Ripa, centro di origine medievale, il Mandorlo, osteria cinquecentesca, il ponte romano di Pontarrosso, la Casella e l’Uccellatoio. Dopo il colle del Poggiolo, l’itinerario continua con la ripida discesa che porta fino alla Capella delle Trafisse a Badesse per poi affrontare la lunga salita che transitava dall’antico ospedale per terminare nei pressi delle fonti di Fontebecci, dove la banca Monteriggioni offrirà a tutti partecipanti un abbondante ristoro.

Le partenze avverranno con orari sfalsati. Il primo “via” sarà alle 8 e 30 e sarà duplice per i cicloturisti e per chi vuole semplicemente camminare. Per la bicicletta ci sarà un trasferimento verso Colle val d’Elsa per imboccare la Via Francigena all’altezza del guado sull’Elsa e poi ripassare da Abbadia Isola. Dopo un’ora, alle 9.30 sarà la volta dei podisti che si cimenteranno in una vera e propria competizione sportiva.
Ci saranno anche molte manifestazioni parallele, perché oltre alla “pedalata collettiva” ci sarà anche un’escursione di nordic walking (con il termine camminata nordica si definisce una tecnica di camminata sportiva che viene praticata con l’ausilio di appositi bastoncini) ed anche una mini-passeggiata di 4 km con partenza alle ore 10 dalla sede della Banca Monteriggioni. I bikers si cimenteranno sul percorso “ufficiale” individuato dal Ministero dei Beni Culturali per la Francigena, per poi arrivare sempre all’Auditorium della Banca Monteriggioni a Fontebecci. Il ciclo raduno sarà organizzato in collaborazione con il team Bike Pionieri e l’Associazione Sportiva Castellina Scalo. La distanza fra Abbadia Isola e Fontebecci è di 14 km e 800 metri (mentre il percorso in bici è più lungo) e sarà disponibile il trasporto delle borse dalla partenza all’arrivo ed un servizio-navetta per un comodo ritorno al termine della manifestazione.

Informazioni ai seguenti numeri:
335 7726893
334 3356177

Categorie
news-import

Castello d’Albertis: in mostra la Via Francigena

Trekking Italia Genova, in collaborazione con Solidarietà e Lavoro e Progetto Liguria Lavoro, presenta “La Via Francigena” Da Canterbury a Roma: duemila chilometri a piedi sulle orme di Sigerico e dei Romei.

Quando: Sabato 12 novembre ore 15
Dove: Museo Castello D’Albertis C.so Dogali 18, Genova
Evento ad ingresso libero, sino a capienza della sala

Prima parte: da Canterbury alle Alpi, la proiezione di diapositive sono commentate da Beppe Peretti.

In coda all’evento, alle ore 17 c’è la possibilità di fruire di una imperdibile visita guidata della dimora del Capitano D’Albertis e delle sale del Museo delle Culture del Mondo. Per i soci di Trekking Italia e per coloro che parteciperanno alla proiezione tariffa promozionale dedicata € 8,50 a persona, (minimo partecipanti).

Il Castello D’Albertis è raggiungibile con l’ascensore/funicolare AMT che parte da Principe (slargo a fianco della farmacia Pescetto tra piazza Acquaverde e Via Balbi) oppure coi bus nn. 36, 39, 40.

Per maggiori informazioni: wwwmuseidigenova.it