Via Francigena

Alla scoperta della Val d’Orcia a bordo di un treno storico

Simona Spinola
Simona Spinola
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su twitter

Domenica 29 agosto la staffetta europea di Road to Rome, in cammino dallo scorso giugno, abbandonerà eccezionalmente la Via Francigena per proseguire l’itinerario lungo la tappa da Siena a Buonconvento a bordo di un treno storico.

Un’occasione unica, resa possibile dalla collaborazione con SloWays e Fondazione FS Italiane che ha restaurato le mitiche carrozze “centoporte” per regalarci una giornata all’insegna del turismo culturale proprio nell’anno europeo del treno decretato dall’Unione Europea. La mobilità sulle rotaie viene infatti celebrata nel 2021 e rientra nel programma di sostenibilità del Green New Deal di Von der Leyden per conseguire la neutralità climatica entro il 2050.

Il percorso di Road to Rome avrà origine a Siena, la Città del Palio, toccando, in un viaggio lento e sostenibile su rotaia, Torrenieri e Montalcino, luoghi di grande bellezza, immersi nella spettacolare Val d’Orcia. Qui, distese di grano, vigneti e campi di girasoli si alternano a borghi antichi abbarbicati sulle colline e distese pianeggianti: si tratta di uno dei tratti più suggestivi della Toscana e dell’intera Francigena italiana, che escursionisti e turisti potranno scoprire grazie al programma messo a punto dall’organizzazione.

La giornata inizierà con una breve visita guidata a Siena, proseguirà con un’escursione a Montalcino dove ci attende una degustazione di prodotti doc in una tipica cantina, per poi continuare verso Monte Amiata e Buonconvento e rientrare a Siena nel tardo pomeriggio. Il tutto a bordo di una locomotiva diesel d’epoca dotata di vettura Centoporte, Az 21106 per la prima classe, carrozza Grillo e bagagliaio.

Per chi lo volesse, sarà possibile percorrere a piedi la tratta di andata e usufruire della vettura storica per far ritorno a Siena.

“La grande marcia – ricorda il presidente AEVF Massimo Tedeschipartita da Canterbury il 15 giugno scorso, ha percorso 38 tappe nei tratti inglese, francese e svizzero della Via Francigena ed è arrivata il 1°agosto in Italia dal passo del Gran San Bernardo. La staffetta è una grande occasione di conoscenza di luoghi splendidi in tutta Europa, come la contea del Kent, i dipartimenti di Pas-de-Calais, Somme, Aisne, Marne, Aube, Haute-Marne, Haute-Saone, Doubs, i cantoni Vaud e Vallese, ed è un’opportunità per promuovere l’incontro di comunità e di cittadini e manifestare in modo coeso e pacifico lo spirito europeo che ci unisce”.

Per maggiori informazioni sul programma e sui costi clicca qui

PRENOTA ORA IL TUO POSTO

Ti aspettiamo il 29 agosto alle 9 in Piazza del Campo a Siena!

[Foto copertina: Giuliano Sodi]

Foto Giuliano Sodi