Via Francigena

Categorie
news

La Via Francigena e gli itinerari culturali del Consiglio d’Europa si sono incontrati a Brindisi

La Via Francigena ha celebrato splendidamente l’anniversario della sua certificazione europea (1994-2024) nel contesto internazionale della Training Academy 2024, all’insegna del dialogo e della cooperazione.

La città di Brindisi e la regione Puglia capitale degli itinerari culturali europei: presso la sede della Accademia degli Erranti – Statio Peregrinorum” si è svolto dal 4 al 7 giugno l’evento di formazione che ha coinvolto 100 rappresentanti di 37 itinerari, provenienti da 22 Paesi. Il forum si è inserito all’interno delle celebrazioni della Via Francigena che proprio nel 2024 festeggia i suoi 30 anni della certificazione europea.

L’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) ha avuto l’onore di organizzare questo evento, insieme all’Istituto Europeo Itinerari Culturali che ha appoggiato lo svolgimento di questa vetrina internazionale in un luogo simbolico della Via Francigena nel sud, cioè la città di Brindisi.

Nella cerimonia di inaugurazione, moderata da Rosy Barretta dell’Associazione Brindisi e le Antiche Strade, sono intervenuti il Sindaco Giuseppe Marchionna, il direttore del dipartimento turismo e vicepresidente AEVF Aldo Patruno, la presidente dell’Agenzia Nazionale italiana del Turismo Alessandra Priante, Maria Giusi Luprano del Ministero italiano della Cultura, e infine Stefano Dominioni, direttore dell’Istituto Europeo itinerari Culturali di Lussemburgo e segretario esecutivo dell’Accordo Parziale Allargato sugli Itinerari del Consiglio d’Europa.

La Academy ha visto lo svolgimento di 6 sessioni di lavoro focalizzate sui temi della governance, turismo, mobilità, cooperazione e progettazione internazionale. Sessioni che hanno visto una grande partecipazione e interazione fra i partecipanti.

Per la Via Francigena sono intervenuti Luca Bruschi, direttore AEVF, Elena Dubinina, responsabile progetti europei AEVF, Angelofabio Attolico di regione Puglia e responsabile tecnico AEVF per lo sviluppo della Via Francigena nel Sud, Anna Introna e Basel Sai sempre di regione Puglia. Una sessione specifica è stata dedicata alle progettualità di turismo slow lungo la Via Francigena con i partner AEVF. Tullia Caballero di SloWays ha brillantemente moderato il panel all’interno del quale sono state condivise le importanti buone pratiche con Flixbus per la mobilità (Marco Zucchetti), Ferrino per l’attrezzatura tecnica (Giorgio Rabaiolo) e CAMCO per l’abbigliamento tecnico (Matteo Corrado). È intervenuto anche Valerio Barchi che ha raccontato la propria esperienza da viandante sulla Via Francigena nel tratto italiano, con la realizzazione del primo fumetto “Bona Via!” dedicato al cammino.

Durante l’Academy c’è stato spazio per un incontro strategico tra AEVF e Federazione Europea dei Cammini di Santiago, rappresentata dal Presidente spagnolo Ildefonso de la Campa, per gettare le basi di progettualità strategiche in vista del Giubileo 2025

Durante i quattro giorni ha avuto un ruolo importante anche la programmazione culturale che è stata organizzata per accompagnare l’evento. La delegazione internazionale ha potuto conoscere il patrimonio museale, culturale e archeologico della città, nonché camminare su un breve tratto di Via Francigena. Al centro dell’evento anche la gastronomia locale con degustazioni, street food e scoperta delle aziende e produttori locali, ma anche spettacoli musicali e performance artistiche.

L’evento è stato sostenuto da Regione Puglia e dal Comune di Brindisi, con la collaborazione dell’Associazione Brindisi e le Antiche Strade, i cui lavori sono stati coordinati da Antonio Melcore e della stessa Associazione Europea delle Vie Francigene, grazie al coordinamento in loco di Catherine Hannequart.

Categorie
news

Premio internazionale Via Francigena 2024

L’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) ha lanciato la terza edizione del “Premio internazionale Via Francigena”, con l’obiettivo di valorizzare le buone pratiche realizzate dagli associati per lo sviluppo e la promozione dell’itinerario.

I Soci e Amici di AEVF sono invitati ad inviare la propria candidatura, una per ogni tematica, descrivendo brevemente un’attività legata alla Via Francigena che sia stata realizzata sul proprio territorio di riferimento tra il giorno 01.01.2023 e il giorno 31.12.2023. Nel modulo di candidatura sono elencati 5 temi differenti: è possibile compilare un massimo di 5 moduli, quindi 1 attività per ogni tematica, entro il giorno venerdì 30.06.2024.

➡️ Clicca qui per candidarti al Premio Via Francigena 2024 ⬅️

Le buone pratiche raccolte verranno messe a disposizione di tutti i Soci e Amici, e saranno rese disponibili sul sito web www.viefrancigene.org all’interno di una sezione dedicata.

Le tre migliori buone pratiche, selezionate da un gruppo di valutazione internazionale nominato dal Presidente AEVF, verranno premiate in occasione della prossima Assemblea Generale, prevista a Monte Sant’Angelo, Puglia, il giorno venerdì 18 ottobre 2024.

Un sentito ringraziamento a tutti coloro che vorranno partecipare!

👉 Scopri l’edizione 2023

Categorie
news

Siena ospita la presentazione del nuovo numero della Rivista Via Francigena

L’evento, aperto al pubblico, si terrà il 19 giugno in Piazza Duomo e sarà seguito dalla degustazione della bruschetta del viandante e da una visita guidata al complesso Santa Maria della Scala, sede dello storico ostello per pellegrini riaperto di recente 

Fidenza, 29 maggio 2024 – Mercoledì 19 giugno viene presentato il nuovo numero della rivista “Via Francigena and the European Cultural Routes” a Siena, presso Santa Maria della Scala in Piazza Duomo.

L’edizione 57 della rivista trilingue (house organ dell’AEVF), a breve consultabile sul sito www.rivistaviafrancigena.it, prevede un focus speciale su Siena, la splendida città toscana attraversata dall’itinerario francigeno, come attestato dal diario di Sigerico, l’arcivescovo inglese che nell’anno 990 percorse in 79 tappe il cammino tra Roma e Canterbury, dopo aver ricevuto il Pallio dalle mani del Papa. Ancora oggi l’itinerario ufficiale attraversa per 120 chilometri la città di Siena e la sua provincia, tra colline, cipressi e borghi mozzafiato come San Gimignano, Monteriggioni, Montalcino, San Quirico d’Orcia, Castiglione d’Orcia, Radicofani, San Casciano dei Bagni, oltre alla variante di Abbadia San Salvatore.

Il percorso che unisce Siena a Roma è uno dei tratti più frequentati da viandanti provenienti da tutto il mondo, che dalla celebre Piazza del Campo raggiungono il Vaticano in circa 14 giorni, dopo 285 km di pura bellezza.

All’interno del nuovo numero

Nel nuovo numero della rivista non mancano approfondimenti sulla recente Assemblea Generale AEVF a Vevey in Svizzera, resoconti di eventi internazionali come la “Grand Randonnée FFR” verso Parigi e l’esperienza sotto la neve presso l’Hospice del Gran San Bernardo, ma anche speciali su luoghi d’interesse legati all’itinerario come la città di Mantova, patrimonio Unesco, oltre a consigli pratici per organizzare il cammino, grazie alla apertura dell’ostello di Medesano lungo la tappa parmense da Fidenza a Fornovo.

La rivista ospita un importante editoriale firmato dalla Segretaria Generale del Consiglio d’Europa Marija Pejčinović Burić, che evidenzia il ruolo cruciale del cammino francigeno nella promozione del dialogo interculturale e del patrimonio europeo in occasione del trentesimo anniversario del riconoscimento della Via Francigena come itinerario culturale del Consiglio d’Europa. Segue un intervento della Ministra del Turismo Daniela Santanchè, che evidenzia come la Francigena sia tra gli emblemi per eccellenza del turismo lento, nonché uno tra gli asset principali del Piano strategico del turismo 2023-2027 su cui il Ministero italiano sta lavorando.

La presentazione, aperta al pubblico, viene inaugurata dai saluti istituzionali dell’Assessore al Turismo di Siena Vanna Giunti, del Consigliere Regionale di Regione Toscana Francesco Gazzetti e del Vicepresidente vicario AEVF Francesco Ferrari: seguono gli interventi di Luca Faravelli, Project Manager AEVF, dell’editore della rivista Stefano Guidotti, del direttore del Consorzio Prosciutto Toscano DOP Emore Magni e di Igino Morini della Promozione Territoriale del Consorzio Parmigiano Reggiano. Partecipa lo Chef Alessandro Pieragnoli, ideatore della celebre bruschetta del viandante, per la quale è previsto un prelibato assaggio.

Segue una visita guidata al complesso di Santa Maria della Scala che ospita al suo interno la Casa delle Balie, dove venivano ricoverati i bambini abbandonati o non riconosciuti dalle famiglie: attualmente la struttura è sede di un ostello da 25 posti letto, riaperto lo scorso 29 marzo dopo un periodo di inattività durante la pandemia. Un luogo ricco di storia nel centro storico di Siena, tappa imperdibile per chi cerca un’esperienza autentica nel cuore di una delle città più affascinanti d’Italia. 

Per maggiori informazioni:

Simona Spinola, Referente Comunicazione AEVF: simona.spinola@viefrancigene.orgwww.viefrancigene.org