Categorie
news-import

La guida e la geoguida della Via Francigena laziale e i vincitori del Premio inVia! 2011

ll 16 novembre scorso è stata una giornata ricca di importanti novità sulla Via nel tratto laziale!

Sono state presentate la Guida “La Via Francigena nel Lazio. Radicofani, Proceno, Roma”, la Geoguida (APPlicazione per smartphone) e sono stati consegnati i premi ai Vincitori del Premio inVia! 2011. Presso la Sala “Gianfranco Imperatori” dell’Associazione Civita, alla presenza di Fabiana Santini, Assessore Cultura, Sport Politiche Giovanili e Turismo della Regione Lazio, e di Albino Ruberti, Segretario Generale dell’Associazione Civita, sono state presentate la Guida “La Via Francigena nel Lazio. Radicofani, Proceno, Roma” edita dal Touring Editore e la Geoguida (APPlicazione per smartphone), realizzate entrambe dalla Regione Lazio, e consegnati i Premi ai Vincitori del Premio inVia! 2011, una iniziativa promossa dall’Associazione Civita e dall’Assessorato Cultura, Sport, Politiche Giovanile e Turismo della Regione Lazio e patrocinato dall’Associazione Europea delle Vie Francigene.

Dopo i saluti di apertura di Fabiana Santini e di Albino Ruberti, l’incontro “Racconti della Via Francigena nel Lazio” è proseguito con gli interventi di Luciano Mornacchi, Direttore Iniziative Speciali del Touring Editore, e di Alberto Conte, Direttore itinerAria, che hanno presentato la Guida e la Geoguida.

Il primo prodotto è dedicato al tratto laziale del noto cammino di pellegrinaggio inter-europeo conosciuto come Via Francigena. Si tratta di un volume maneggevole, corredato da una ricca e particolareggiata cartografia ad uso dei camminatori, suddivisa in nove tappe tutte percorribili a piedi. Una guida pratica, ricca di schede sintetiche ma esplicative, che segnala i luoghi al pari di una “bussola” cartacea e che per la sua agilità e cura del dettaglio è uno strumento innovativo nel suo genere.

La Geoguida, invece, è una applicazione da scaricare tramite gli apparati cellulari di ultima generazione (Smartphone, Ipad, ecc.), che consente al camminatore – ma anche al viaggiatore occasionale interessato a percorrere alcune tappe della Via Francigena – di mettersi in rete con luoghi, mappe, racconti viaggio, monumenti ed eccellenze paesaggistiche attraverso l’attuale tecnologia, per camminare assistiti da una ricca a puntuale cartografia informatizzata, per essere accompagnati passo passo alla scoperta di sentieri, percorsi da scegliere, siti da scoprire.

Con l’ausilio del proprio cellulare, il turista-pellegrino di oggi può portare con sé tutto quello che gli occorre per transitare sulla Via Francigena nel Lazio settentrionale senza bisogno di consultare testi cartacei e cartine. L’incontro è continuato con la sessione dedicata al Premio inVia! 2011, un’idea dell’Associazione Civita ormai giunta alla sua seconda edizione, che anche quest’anno ha ricevuto il sostegno della Regione Lazio, e che è volta promuovere la Via Francigena, nella convinzione che la creazione di nuovi itinerari costituisca una grande opportunità per la valorizzazione dei territori interessati in termini religiosi, culturali ma anche turistici.

Per questa sessione sono intervenuti Massimo Tedeschi, Presidente dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, e Sergio Valzania, Vicedirettore RadioRai, i quali, essendo entrambi membri della Giuria di esperti che ha valutato i numerosi contributi ricevuti dai partecipanti al Premio, hanno illustrato le motivazioni che hanno portato all’individuazione dei vincitori.

Il Premio è stato rivolto a chiunque avesse percorso un tratto delle Vie in generale e, in particolare, a coloro i quali avessero percorso la Via nel suo tratto laziale, data la sua grande ricchezza in termini di patrimonio storico, culturale e paesaggistico. Originalità, creatività, qualità artistica, capacità di comunicare il valore dell’esperienza del cammino francigeno e di coinvolgere altri potenziali “utenti” delle Vie hanno costituito i criteri di valutazione con cui la Giuria di esperti – composta da Gaetano Platanìa, Sandro Polci, Antonio Politano, Massimo Tedeschi, Sergio Valzania, Sabrina Varroni – ha selezionato i 17 contributi vincitori, tra gli oltre 100 ricevuti, delle tre categorie previste dal Bando di Concorso: “adulti” (oltre i 15 anni d’età); “giovani” (bambini e adolescenti fino ai 14 anni d’età) e “La Via nel Lazio”.

I giurati hanno, quindi assegnato: per la categoria “ADULTI” il 1°, 2° e 3° Premio per la miglior Fotografia rispettivamente a Vincenzo Carbone, Omar Villa, Maria Vittoria Bianco, il 1°, 2° e 3° Premio per la miglior Lettera breve rispettivamente a Patrizio Pacitti, Nicolò Nicolosi, Giovanni Balzaretti, il 1°, 2° e 3° Premio per il miglior Messaggio sms rispettivamente a Fabrizio Manili, Lucia Avandero, Roberto Possi; per la categoria “La Via nel Lazio” il 1°, 2° e 3° Premio per la miglior Fotografia rispettivamente a Patrizio Pacitti, Angelo Gregis, Luigi Sarallo, il 1°, 2° e 3° Premio per la miglior Lettera breve a Teresa Vergalli, Roberta Possi, Giacomo D’Alessandro.

Inoltre, per la categoria “GIOVANI” si è voluto assegnare un Premio specifico ai contributi di due giovanissimi “pellegrini”: per la Fotografia a Diletta Migliaccio, di 14 anni, e per la Lettera breve a Giovanni Castellotti, di 9 anni, a ciascuno dei quali verrà consegnata una Quadrangula in argento unitamente ad una pergamena.

L’evento si è concluso con la consegna ufficiale dei suddetti Premi. A ciascuno dei tre vincitori primi classificati nelle categorie “adulti”, “giovani” e “La Via nel Lazio” è stato consegnata una Quadrangula in argento, oggetto devozionale medievale che, all’epoca, veniva realizzato in lega di piombo e stagno e cucito dai pellegrini sulle vesti permettendo loro protezione ed alloggio.

Mentre, ai secondi e terzi classificati sono state consegnate delle Quadrangulae, rispettivamente, in rame e in ottone. Tutti i Premi sono stati realizzati ad hoc dal Maestro Marco Guglielmi, così come le pergamene consegnate ai vincitori unitamente ai Premi.

In allegato i testi vincitori.

Categorie
news-import

Festa pellegrina

Il 1 dicembre si terrà a Livorno un’intera giornata dedicata alla Via Francigena. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Toscana delle Vie Francigene e dalla pro loco di Livorno, ha l’obiettivo di porre l’attenzione sulle azioni concrete che le amministrazioni, le associazioni, i volontari e i singoli cittadini possono compiere per lo sviluppo dell’itinerario.

 

Tante le attività previste per la giornata, un convegno, camminate, visite, mostre fotografiche, spettacoli teatrali ed altro ancora.

 

Scaricare l’allegato per visualizzare il programma completo.

 

 

Categorie
news-import

A breve un nuovo ostello a Palestro… l’accoglienza cresce!

Sta per nascere un nuovo punto di accoglienza lungo la Via Francigena, a Palestro, lungo il tratto pavese.
“La valorizzazione turistica della via Francigena – dice l’Assessore al Turismo della Provincia di Pavia Emanuela Marchiafava – richiede anche l’incremento dei punti di accoglienza dove i pellegrini di oggi, alla scoperta delle antiche strade della fede cristiana, possano sostare per qualche ora o pernottare per una notte, prima di riprendere il cammino”.
La tratta tra il vercellese e la Lomellina era sino ad oggi assolutamente carente da questo punto di vista. “Per superare questo deficit – informa l’Assessore Marchiafava – la Provincia ha deciso di sostenere la realizzazione di un punto di accoglienza e ristoro a Palestro. Si tratta di un piccolo ostello adiacente alla Torre Visconti, dove sarà possibile fare tappa prima di riprendere il percorso verso Robbio o Nicorvo”.
Una volta ultimati i lavori di realizzazione della struttura, i pellegrini troveranno nella bacheca sul ponte del Crocettone tutte le informazioni utili per arrivare al punto di sosta dotato di tutto quanto è necessario per l’accoglienza e il ristoro.

Fonte: Provincia di Pavia

Categorie
news-import

ATTENZIONE – Problemi sulla Via Francigena a causa dell’alluvione

Riportiamo alcune importanti segnalazioni di disagi nell’area Radicofani-Viterbo.

Prima di Acquapendente il fiume ha provocato allagamenti nelle zone di campagna circostanti, non è però ancora chiaro se tali danni abbiano coinvolto il tracciato della Francigena. Anche a Bolsena ci sono state difficoltà a causa di piccoli smottamenti e tra Bolsena e Montefiascone il fiumiciattolo nella zona del “fosso del bucine” si è ingrossato e il piccolo ponte per l’attraversamento è andato distrutto, è possibile attraversare, ma non senza bagnarsi. Si consiglia molta prudenza e di informarsi preventivamente presso le strutture di accoglienza e le associazioni quali sono le condizioni del percorso.

Categorie
news-import

Le ultime due tappe… Uno sguardo su Roma

Il 17 e il 18 Novembre la Pro Loco di Formello propone due giornate di cammino, di incontro e condivisione per raggiungere Roma, la Città Eterna, coinvolgendo naturalisti, archeologi e fotografi che possano documentare e contribuire a una promozione dell’iniziativa attraverso i social network.
Condurrà questo cammino Pietro Labate, rinomata guida ambientale-escursionistica.
A cura della Dott.ssa Carla Sisto Canali, dell’Archeoclub di Formello, sarà la visita agli Scavi della città di Veio (presso Isola Farnese).
La Pro Loco di Formello collaborerà nuovamente con la Foto-graphers I&E Immagine ed Emozione, invitando a creare un reportage partecipativo. Le foto realizzate, sia durante il cammino “….a due passi da Roma” dell’8/9 Settembre 2012, che di questa nuova esperienza, saranno poi esposte in una mostra fotografica organizzata dalla Foto-graphers dal titolo “Facebook Francigena. Siamo tutti pellegrini”, che si terrà dal 20 al 27 Dicembre 2012 nella Sala Orsini a Formello.
Previsto anche un programma speciale dedicato ai bambini: il 17 novembre, dalle ore 10.00, la Foto-gaphers I&E guiderà i bambini in un laboratorio fotografico che si svolgerà negli scavi della Città di Veio.

PROGRAMMA
17 Novembre – Formello-La Storta: 16 km – 5 ore
Ore 9,30: Partenza da Piazza San Lorenzo Formello, visita agli Scavi della Città di Veio, sosta per il pranzo (al sacco), arrivo nel pomeriggio a La Storta, cena a carico dei partecipanti (circa € 15,00) e pernottamento presso la Casa delle “Suore delle poverelle” (€ 10,00).

18 novembre – La Storta-Roma (San Pietro) 16 km ore 5/6
Ore 7,00: Partenza da La Storta per Roma. Sosta per il pranzo (al sacco) al Monte della Gioia ( Monte Mario), da dove si ammira la meta del nostro cammino. Arrivo a San Pietro nel primo pomeriggio.

Informazioni utili
Si consiglia di munirsi di: Scarpe da trekking, borraccia, cappello, abbigliamento comodo,zaino sacco-letto,asciugamano, k-way o mantella in caso di pioggia.

La quota di partecipazione di € 20,00 comprende servizio guida e assicurazione, tranne i pasti e il pernottamento.
Si prega di confermare la propria partecipazione

Per info: Pro Loco di Formello prolocoformello@libero.it Daniela Pezzola 3332930820
Per il programma fotografico: Foto-Graphers I&E Immagine ed emozione Ilaria Canali 3337520077 ilariacanali@hotmail.com

Per ulteriori informazioni vedere gli allegati

Categorie
news-import

Racconti della Via Francigena nel Lazio

Una nuova guida cartacea edita dal Touring Club, firmata da Alberto Conte e una App per iPhone, iPad e Android, realizzata da itinerAria: le due importanti novità sulla Via Francigena Laziale saranno presentate venerdì 16 novembre alle ore 16, presso la sede dell’Associazione Civita a Roma in Piazza Venezia 11. Saranno presenti Fabiana Santini, Assessore alla Cultura, Sport, Politiche Giovanili e Turismo della Regione Lazio, sponsor delle due guide, Albino Ruberti, Segretario Generale dell’Associazione Civita, oltre a Luciano Mornacchi di Touring Editore e il nostro Alberto Conte.
Alla fine della presentazione verranno premiati i vincitori di inVia!, il concorso organizzato dall’Associazione Civita che seleziona le migliori opere (lettere, SMS, fotografie) realizzate dai pellegrini in viaggio verso Roma. Presenteranno Massimo Tedeschi, presidente AEVF, e Sergio Valzania, vicedirettore di Radio RAI.
 
Scarica il programma

 

Categorie
news-import

Giovani pellegrini crescono

Lecco, 1 novembre 2012 – Ben 61 ragazzi del secondo anno della scuola media Massimiliano Kolbe di Lecco insieme ai loro professori hanno percorso 13 chilometri a piedi lungo la via Francigena, da Colle val d’Elsa fino a Monteriggioni, proprio come i pellegrini di un tempo.
“In questa gita – racconta Elisabetta De Maron, professoressa di lettere – abbiamo condiviso la fatica dei passi, immersi nella bellezza della natura, tra campi appena arati e boschi di querce”. La visita d’istruzione “ci ha permesso – precisa Luisa Guareschi, professoressa di lettere – di stare insieme tre giorni, per conoscere e imparare, spalancati sulla vastità del mondo: a Siena abbiamo contemplato le opere d’arte di Simone Martini, Duccio e Ambrogio Lorenzetti.
Ci siamo divertiti a percorrere le vie della città, tra le contrade del Palio, dentro le mura antiche”.

Fonte: IL GIORNO – Lecco