"Tutte le strade portano a noi": un viaggio condiviso, un documentario e un libro

Silenzio, libertà, sostenibilità, fatica, nord-sud: ecco i temi di questa nuova avventura di giovanissimi ragazzi, uno scrittore, tre attori, il fondatore di un social network e una curatrice e storica dell’arte decidono di attraversarla interamente a piedi, da Milano alle coste pugliesi. L’obiettivo? tracciare, e raccontare, i confini – più mentali che reali – del nostro paese.  
Un viaggio a piedi lungo tutto l’appennino d’Italia
intrapreso da sei giovani artisti nati negli anni ’80. 1200 km attraverso le 43 tappe della millenaria Via Francigena. Montagne, pianure, colline, fiumi, laghi, Città e villaggi, campi coltivati e industrie.

Il gruppo di giovani osservatori, tappa dopo tappa, incontrerà e dialogherà con pellegrini, contadini, gente comune e grandi personaggi della nostra cultura per filmare e raccontare, partendo dall’autenticità del camminare, i reali confini politici, naturali, culturali e linguistici del territorio e di noi stessi, perchè Tutte le strade portano a noi...

Il viaggio sarà registrato e condiviso in tempo reale sui social network grazie all’uso di piccole telecamere e di smartphone: una regista seguirà e filmerà il gruppo realizzando un documentario di quest’avventura che diventerà anche un libro di Alcide Pierantozzi edito da Laterza dal titolo ” Tutte le strade portano a noi”. 

Tutto il materiale video e audio, prodotto dai sei protagonisti, verrà raccolto e rielaborato dalla regista Monica Stambrini. Il documentario realizzato parteciperà al circuito dei festival cinematografici internazionali del 2014/ 2015.

Il libro di Alcide Pierantozzi edito da Laterza, ispirato dal viaggio lungo la Francigiana, costituirà un importante strumento di comunicazione e divulgazione la cui pubblicazione è prevista per la fine del 2014.