Turismo lento e cammini, la Via Francigena a "6 su Radio1"

La Via Francigena protagonista alla radio. Mercoledì 8 agosto, Luca Bruschi, direttore dell’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) è intervenuto all’interno del programmo “6 su Radio1” condotto da Carlo Cianetti e Giovanni Acquarulo.

La trasmissione, che dà il buongiorno su Rai Radio 1, ha dedicato una parte della puntata al turismo lento e ai cammini in Italia.

Il turismo slow può essere visto anche come una terapia, un atto di passione e amore per la terra, un modo alternativo per spendere il nostro tempo lontano dal traffico e che ci aiuta a riappropriarci di una delle cose più importanti che abbiamo: il nostro tempo”  ha ricordato Bruschi nel suo intervento.

Si dice che camminare un giorno intero con una persona equivalga a 7 anni di amicizia vissuta insieme, cosa vuol dire? “Oggi chi viaggia ha la possibilità di conoscere il territorio e persone nuove, viandanti che vengono da tutto il mondo. Quando si cammina con qualcuno, l'esperienza è più forte e profonda" ha ribadito il direttore.

L’intervista su Radio1 è stata anche l’occasione per fare il punto della situazione sullo sviluppo della Via Francigena e, in chiusura, non è mancato il consiglio rivolto a chi vuole intraprendere il cammino. “Mettersi in cammino non richiede un particolare allenamento ma sicuramente il peso dello zaino incide - ha detto Bruschi - in alcune zone esistono anche dei servizi di trasporto zaino per chi ha problemi fisici. Il consiglio è quello di aprirsi all’imprevisto e rendersi conto che quando si arriva alla meta, dopo aver macinato chilometri a passo lento, quel luogo ha un sapore diverso”.
 
Ascolta l'intervista dal minuto 19 al minuto 27 in onda su Rai Radio 1 o scarica il podcast
 
 
https://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=/it/resource/news/turismo-lento-e-cammini-la-francigena-6-su-radio1/&src=sdkpreparse